Come fare una pallina anti stress fai da te

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Al giorno d'oggi, sempre più persone soffrono molto lo stress, per motivazioni chiaramente di origini differenti. Difatti, lo stress può essere la causa di diversi fattori, quali il lavoro per chi ovviamente è un lavoratore, o lo studio per gli studenti, oppure anche per le mamme che devono badare ai propri bimbi. Fatto sta, che lo stress colpisce sempre più persone. Ecco perché a nostro soccorso, vi sono vari rimedi che possono aiutarci a superare questa problematica. Uno di questi, è la pallina antistress, che non è nient'altro che delle palline appunto, ripiene di sabbia o farina. Ma oggi in particolare in questa guida, andremo a vedere in maniera molto specifica, come fare una pallina anti stress fai da te.

26

Occorrente

  • Palloncini
  • Farina
  • Imbuto
  • Spago o lenza da pesca
36

Quindi, dopo esserci procurati tutti i materiali richiesti nella lista degli occorrenti, potremo cominciare a creare la nostra pallina antistress. Dunque, per poter rendere la pallina, più duratura, e longeva, è consigliabile gonfiare e sgonfiare ripetutamente il palloncino. Questo farà si che perderà un po' di rigidità e quindi, risulterà essere più elastico.

46

Una volta superata la prima fase, cioè quella di rendere il più possibile elastico il nostro palloncino, potremo passare al passo successivo. Questo passaggio è quello più delicato, poiché andremo a riempire il nostro palloncino con la farina. Quindi, muniamoci del nostro imbuto, ed inseriamolo nel boccaglio del palloncino stesso. Una volta inserito, tramite esso, andremo a versare la nostra farina, all'interno del palloncino stesso. Per poter ottenere un risultato migliore, potremo utilizzare della farina di riso, poiché questa al tatto della mano, risulta essere molto più soffice e malleabile.

Continua la lettura
56

Nel seguente, ed ultimo passaggio, dovremo provvedere a chiudere il nostro palloncino, altrimenti tutta la farina messa all'interno, uscirebbe del tutto. Quindi per poter procedere in tal senso, potremo optare per due diverse tipologie di chiusura. La prima opzione, è quella di utilizzare un elastico. Quindi passiamolo più volte attorno al boccaglio per gonfiare il palloncino, fino a quando non si ritiene, stretto a sufficienza. Quest'ultima soluzione, però può non risultare la migliore, poiché gli elastici, col tempo tendono a diventare secchi, e quindi spezzarsi. Invece la seconda modalità di chiusura che potreste utilizzare, è quella di chiudere il boccaglio, con dello spago o ancora meglio, della lenza. Questa invece come soluzione, potrebbe essere più sicura, e più longeva.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cercare di non rendere troppo sottile il palloncino quando lo si gonfia e sgonfia, poiché potrebbe diventare troppo sottile e quindi molto fragile.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come installare le griglie anti allagamento

Purtroppo, durante le stagioni più fredde e piovose, alcune tipologie di abitazioni rischiano, più di altre, di subire un allagamento, in una zona aperta, come un balcone o un terrazzo, oppure all'interno della casa, per via di un sistema scomodo di...
Bricolage

Come sciogliere i nodi di stress con i massaggi

In questo articolo vedremo come sciogliere i nodi di stress con i massaggi. La quotidiana routine fatta di movimenti che si ripetono, seduti in macchina oppure davanti ad una scrivania, stress, sforzi improvvisi, potrebbero portare a contrazioni forti...
Bricolage

Come realizzare un oggetto antistress

Quando si parla di stress e nervosismo chi di noi non ha mai impugnato un oggetto e ha iniziato a farlo roteare nelle mani? Gli oggetti più disparati vengono sovente usati: penne, temperini, matite temperate fino all'inverosimile... Perché non realizzare...
Bricolage

Come costruire un galleggiante da pesca

Il galleggiante ha il compito di segnalarci quando il pesce abbocca ed è quindi un attrezzo importante ai fini della pesca. Esso può essere di vari tipi: ma se amiamo la pesca, possiamo personalizzare la nostra attrezzatura, utilizzando vari materiali...
Bricolage

5 modi economici per realizzare palline di Natale

Il giorno di Natale, il 25 dicembre, tutti i cattolici festeggiano la nascita di Gesù, ma già dall'inizio di questo mesi si è soliti abbellire le proprie abitazioni con degli addobbi tipici di questo periodo come il presepe che ripropone in piccolo...
Bricolage

Come realizzare il trucco di magia dei tre bicchieri

Siete stufi di non capire i trucchi di magia? Perfetto! Con questa guida cercherò di spiegarvi come realizzare il trucco di magia dei tre bicchieri, con poche istruzioni e semplici mosse. Ricorda che la pratica è l'elemento più importante di tutti,...
Bricolage

Come costruire un piano di gioco per il ping pong

Il ping pong conosciuto anche col nome di tennis da tavolo, è uno sport molto simile al tennis ma praticato su tavolo con dimensione di 2,74 metri di lunghezza e di 1,525 metri di larghezza.Il tennis da tavolo è un sport che può essere giocato a squadre...
Bricolage

Come decorare le sfere di Natale in polistirolo

Le feste che ci hanno lasciato ormai da un mese hanno visto lo splendore di tantissimi alberi di Natale e delle loro decorazioni. Molti di noi hanno rinunciato alle palline di vetro soffiato, preferendo quelle in plastica o polistirolo. In questo modo,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.