Come fare una saldatura perfetta con il filo di stagno

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Cominciamo subito col dire che il momento in cui si saldano degli elementi, si da inizio ad un delicato processo che porta solitamente ad operare ad elevate temperature. È un'operazione che può risultare notevolmente impegnativa, specialmente quando il materiale da congiungere è piuttosto fragile e quindi scarsamente resistente al calore. Quando si parla di saldatura con filo stagno (che deve essere impiegato fuso), ci si riferisce ad un procedimento utilizzato per unire due elementi di metallo, ma continuate la lettura che si farà sempre più interessante, in quanto nei prossimi passi vi spiegheremo come fare una saldatura perfetta adoperando il filo di stagno.

27

Occorrente

  • saldatore, lega di stagno, disossidante, pennello, lima, carta vetrata, tavoletta di sale ammonico
37

Generalmente il saldatore si riscalda tramite una resistenza elettrica interna, che trasmette il suo calore alla punta e quest'ultima lo conduce sia allo stagno e sia al punto da unire. Sono diversi gli oggetti che si possono riparare con questo apparecchio, dai giocattoli ai vari dispositivi elettronici e, si procede ponendo dello stagno fuso sulla giunzione dei due elementi da unire. È possibile saldare a stagno il rame e relative sue leghe (come ottone, bronzo ecc.), le combinazioni a base di stagno, l?alluminio, il piombo ed i vari i metalli zincati, ma non il ferro e l?acciaio, elementi che necessitano di diverse tipologie di saldatura.

47

Per poter iniziare il lavoro dovete innanzitutto procurarvi il necessario: il saldatore, la lega di stagno e il disossidante. Ricordate inoltre che è di fondamentale importanza, prima di dare il via alla saldatura che il materiale da collegare sia carteggiato e pulito con cura, per togliere in questa maniera tutte le possibili impurità; procedete poi spennellandolo con con il disossidante, da usare anche per disossidare la punta del saldatore; quando quest'ultima è ben calda, provvedete a strofinarla sulla tavoletta di sale ammonico.

Continua la lettura
57

Dopo aver riscaldato l'area, avvicinate il filo di stagno che inizierà a sciogliersi sulla giunzione.
Terminata la saldatura, spianate eventuali irregolarità sulla giunzione di metalli teneri, usando una lima. Naturalmente per unire due terminali di un filo elettrico, occorre prima stagnarli singolarmente per rendere più facile la successiva saldatura; va poi precisato che la scelta del genere di punta (la quale ha il compito di determinare la quantità di calore trasmesso), si deve fare secondo l'operazione da portare a termine e in rapporto alle dimensioni dell'oggetto da trattare.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come saldare con lo stagno

In molti oggetti di uso comune, come per esempio gli apparecchi elettrici, possono essere presenti delle componenti saldate con lo stagno. In alcuni casi si può rivelare necessario andare a riparare un oggetto poiché le parti si possono dissaldare:...
Bricolage

Come effettuare una saldatura a rame

Per saldare oggetti in rame occorrerà disporre di certi particolari utensili. Si dovrà avere ad esempio un cannello a gas se avete degli oggetti grandi, oppure un saldatore a stagno per fare delle saldature piccole. Tutte e due prevedono però delle...
Bricolage

Come effettuare una saldatura elettrica

Il fai da te è sicuramente una la moda del momento, ma ovviamente occorre pratica. Una delle cose più difficili e unire due pezzi metallici tra di loro, Lo scopo di questa guida è proprio quella di semplificare l'utilizzo di questa procedura. È...
Bricolage

Come eseguire la saldatura di tubi in rame

I tubi di rame sono largamente utilizzati in ogni impianto di riscaldamento e dove si trovano reti di distribuzione del gas, per questo è piuttosto facile che capiti di doverli sostituire o riparare. I problemi che nascono durate la manutenzione di questi...
Bricolage

Come Eseguire Una Saldatura Elettrica

Iniziamo subito con il dire che la saldatura ad arco voltaico, anche detta elettrica, diviene d'uso sempre più comune, anche nel laboratorio domestico. Il suo principio di funzionamento è basato sul fatto che la tensione di rete da 220V viene convertita...
Bricolage

Come misurare una saldatura ad angolo

Nella presente guida ci occuperemo di saldature, avventurandoci ad argomentare su come poter riuscire a misurare una saldatura ad angolo. La guida che seguirà sarà sintetica e di facile comprensione, divisa in tre diversi passi, escludendo il passo...
Bricolage

Come fare una saldatura a gas

Spesso per i piccoli lavori di casa si chiamano dei professionisti, ma se sei patito del fai da te, se ti piacciono i lavori di ristrutturazione o se più semplicemente ti si è rotto qualcosa e vuoi risparmiare un bel po' di denaro è possibile imparare...
Bricolage

Come eseguire la saldatura sui tubi con il cannello

Capita spesso, anche in situazioni prettamente domestiche, che si debbano fare delle saldature. Tuttavia, questo compito non è detto che possa risultare sempre facile, perché non tutti hanno dimestichezza con questo genere di attività. Un tipo di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.