Come fischiare con due dita

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il gesto di fischiare viene spesso considerato un sinonimo di allegria e serenità. Quando ci troviamo in una condizione di tranquillità può venirci naturale fischiettare con brio, ed è quasi un impulso naturale imparare a farlo autonomamente. Questo è vero nel momento in cui utilizziamo soltanto le labbra, ma esistono diversi modi di fischiare. Cosa potremmo fare, per esempio, qualora volessimo richiamare l'attenzione con un suono forte e intenso? Allo scopo può essere utile imparare a fischiare con due dita. Guardando gli altri tutto sembra naturale, ma ai primi esperimenti si capisce che la cosa è più difficile. In realtà, fischiare con le dita non è così complesso come può sembrate. Nei passi seguenti cercheremo di capire quali sono i gesti da compiere e come possiamo imparare a fischiare con due dita.

26

Occorrente

  • Due dita e tanto esercizio.
36

La tecnica del fischio

Come abbiamo già anticipato, eseguire un fischio soltanto con l'ausilio di due dita può sembrare un gesto piuttosto complesso. Sarà capitato a tutti noi, infatti, di provare a farlo, magari cercando di imitare qualcun altro, ma il più delle volte abbiamo sicuramente avuto degli scarsi risultati, se non addirittura nulli! La prima cosa che dobbiamo sapere è che fischiare con due dita non è davvero così difficile, in quanto quello che ci manca non è dato dalle nostre capacità, bensì dalla tecnica giusta. Bisogna capire quindi come posizionare le dita e la lingua prima di fischiare. Infatti, se non impariamo a padroneggiare la tecnica, otterremo come risultato solo quello di soffiare e nulla più. Per compire questo gesto possiamo usare le dita di una sola mano o di entrambe le mani, inoltre, ognuno possiede la propria tecnica preferita e si trova meglio con una piuttosto che con l'altra.

46

La posizione della lingua

La prima tecnica di cui ci occuperemo prevede l'utilizzo del pollice e del medio di una sola mano. Prima di iniziare, ricordiamoci di inumidire adeguatamente le labbra, quindi copriamo i nostri denti con esse. Ora congiungiamo pollice e medio, poi posizioniamoli appena sotto la lingua, quindi spingiamo con le due dita la lingua verso l'interno della bocca. Come risultato, la lingua deve ripiegarsi su se stessa per almeno un quarto della sua lunghezza, mentre le prime nocche delle dita dovranno toccare le nostre labbra.

Continua la lettura
56

L'esercizio del soffio

A questo punto chiudiamo le labbra sulle dita, lasciando come unico spazio libero un piccolo foro tra il pollice e il medio. Dopodiché non ci resta altro da fare che soffiare. Affinché il risultato sia ottimale, dobbiamo continuare a esercitarci, intensificando il soffio per poter così produrre un suono più acuto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per mantenere sempre morbide le nostre labbra utilizziamo un buon balsamo specifico.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come identificare le monete antiche cinesi

Se siete degli appassionati di storia antica o se semplicemente avete ritrovato una vecchia moneta e volete sapere a che periodo appartiene allora siete capitati sulla guida giusta. Oggi infatti vi parleremo delle antiche monete cinesi. In particolare...
Altri Hobby

Come creare un paesaggio natalizio in un barattolo di vetro

Come ogni anno, la magia del Natale tinge di mille colori il grigio cuore dell'inverno. Un tocco leggero che di colpo illumina le strade, fa scintillare le vetrine dei negozi e rende le nostre case più accoglienti. Perché allora non lasciarci ispirare...
Altri Hobby

Come realizzare delle lanterne volanti

Le lanterne volanti sono degli oggetti che possono creare giochi di luce davvero molto interessanti. Realizzarle non è cosi complicato come si può pensare, poiché basterà un po' di manualità e di passione per il bricolage, senza però creare troppi...
Altri Hobby

Come creare un cigno con l'origami

L'origami è una tecnica antica giapponese attraverso la quale è possibile realizzare tutte le forme che si desiderano, dagli oggetti più impensabili ai pupazzetti preferiti dei vostri piccoli. L'origami viene realizzato soprattutto per far divertire...
Altri Hobby

Come creare un libro tattile per bambini

Per i bambini la lettura è importante per il loro sviluppo, poiché fornisce l'insegnamento su diversi concetti ed esperienze, migliorando le capacità di comunicazione e preparandoli a leggere. Se un bambino è non vedente o ha una visione ridotta degli...
Altri Hobby

Come fare un porta telefono con gli elastici

Gli elastici non dovrebbero mai mancare in macchina ed in borsa: comodi e versatili, tornano sempre utili: questo tutorial ne è un esempio pratico. Siete in auto e non avete un porta telefono? No problem: con degli elastici in un minuto risolviamo il...
Altri Hobby

Come legare un amo

La pesca è un'attività davvero molto rilassante che appassiona tantissimi amanti. Esistono varie tipologie di pesca, comunque tutte si basano su un elemento principale fondamentale, stiamo ovviamente parlando dell'amo. Lo scopo di questa guida è quello...
Altri Hobby

Come fare dei fiori con i tubi della carta igienica

Dai diamanti non nasce niente, mentre dal letame nascono i fiori diceva Fabrizio De André nel suo brano "Via del Campo". Basta sostituire il "letame" con la "carta igienica" per realizzare quello che affermava il cantautore. Questo metodo è utile per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.