Come Fissare A Parete Una Cassetta Di Derivazione

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Per installare un punto luce o una presa di corrente è necessario collegarsi a una cassetta di derivazione, ovvero la sede che accoglie un punto di ripartizione (detto appunto di "derivazione") di linea secondaria da quella primaria in cui deve avvenire un cambio di direzione. Per fare un esempio pratico, dal nostro interruttore principale parte la linea principale che si diffonde in tutte le stanze della casa, nella quale sono presenti delle derivazioni per inviare la corrente alle varie utenze (prese e luci). Tali derivazioni si dirama da pozzetti di linea chiusi da un coperchio. Per ampliare, un impianto basterà avere un pizzico di pazienza, buona volontà e soprattutto, qualche informazione su come svolgere il lavoro. Quindi segui questa guida e i suoi relativi passi ed immagini, per capire come fissare a parete una cassetta di derivazione .

27

Occorrente

  • Tasselli di plastica
  • martello
  • viti a testa piatta
  • trapano
  • matita
  • cassettina di derivazione
  • cacciavite
  • cutter
  • canalette o tubi di plastica
  • giunti diritti
  • gancetti di plastica
  • seghetto da ferro
  • una lima
37

Innanzitutto, assicurati di aver tolto la corrente elettrica prima di iniziare. Successivamente, prendi la cassetta di derivazione e appoggiala al muro segnando con una matita i punti in cui dovrai eseguire i fori. Una volta che li avrai fatti, inseriscigli dentro quattro tasselli di plastica, colpendoli leggermente con un matterello per farli penetrare. A questo punto, poggia la cassetta di derivazione e bloccala al muro con quattro viti a testa piatta che si inseriscono nei tasselli.

47

A questo punto, con un cutter, taglia i passacavi a forma conica, che sono presenti sul bordo esterno della cassettina. Essi servono per consentire l'introduzione delle canalette. Una volta che avrai eseguito quest'operazione, dovrai passare a fissare al muro la prima canaletta esterna, inserendola all'interno dei passacavi. Il fissaggio dovrai realizzarlo per mezzo di particolari gancetti di plastica.

Continua la lettura
57

Infine, per raccordarsi ad una cassetta di distribuzione preesistente, gli elementi rettilinei dovranno essere collegati semplicemente con dei giunti diritti. Le canalette dovrai tagliarle utilizzando un normale seghetto da ferro. Quando avrai eseguito quest'operazione, dovrai rifinire i bordi con una lima.

67

In conclusione non dimenticare che all'interno di queste scatole, si effettuano i vari collegamenti necessari a rendere funzionate l'impianto, quindi logicamente una scatola troppo piena non permetterebbe una buona dissipazione del calore e, contemporaneamente, una buona lavorazione all'interno. È importante, quindi, decidere la GRANDEZZA della scatola, scegliendola in base alle proprie esigenze ed alla quantità di fili che dovranno essere inseritiall'interno di essa. Inoltre, molto importante è anche il grado di PROTEZIONE, che dovrà essere scelto tenendo conto dell'ambiente in cui la scatola dovrà essere impiantata.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non stringere troppo le viti della cassettina per non romperla.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come montare una presa a incasso

L'installazione delle prese elettriche all'interno di una casa è un'operazione molto delicata che, in caso di fai da te, va eseguita con molta attenzione, rispettando alcune regole ben precise. Nell'installare le prese, andranno inoltre rispettate delle...
Casa

Come individuare un guasto nell’impianto elettrico casalingo

Nella guida che seguirà ci occuperemo di un impianto elettrico casalingo. Nello specifico, infatti, andremo a scoprire come riuscire ad individuare un guasto nell'impianto elettrico casalingo. Lo faremo in modo graduale, passo dopo passo, per facilitare...
Casa

Come realizzare la messa a terra dell'impianto elettrico

Ogni casa ha un impianto elettrico dotato di messa a terra. Questo sistema permette di proteggere le persone dall'eventualità di prendere la scossa. Il sistema, infatti, scarica al suolo l'energia elettrica che scorre nelle sue parti a varie tensioni....
Bricolage

Come accendere un punto luce da due interruttori

Sono molte le persone che si chiedono se possibile riuscire a comandare l'accensione di un punto luce da due differenti interruttori, in quanto questo consente di illuminare una stanza anche trovandosi distanti da essa. È bene sapere che, in modo molto...
Bricolage

Come murare le scatole di derivazione

Quando si fa un impianto elettrico o idraulico in casa si ha la necessità di realizzare delle scatole di derivazione per la funzionalità dell’impianto stesso. Quelle per gli impianti elettrici generalmente sono di misura standard 7 cm per 9 cm se...
Casa

Come progettare l'impianto elettrico

Quando ci si accinge a costruire una nuova abitazione, o semplicemente ad una ristrutturazione, uno degli aspetti che non può passare di certo in secondo piano è proprio l'impianto elettrico. La sua progettazione deve essere eseguita alla perfezione,...
Bricolage

Come realizzare Un Impianto Per L'Illuminazione Con Canaline Esterne

L'impianto di illuminazione con la caratteristica delle canaline esterne permette di illuminare ambienti come, terrazzo o balcone senza dover scanalare il muro. L'intervento consiste nell'individuare nell'impianto elettrico il punto più idoneo al quale...
Bricolage

Come riconoscere i tipi di fili elettrici

Non sempre si è a conoscenza degli elementi che costituiscono le condutture elettriche. In modo particolare, risulta essere molto difficile, agli inesperti, riuscire ad identificare il filo neutro, quello di fase oppure di messa a terra. Questi sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.