Come funziona un glucometro

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il glucometro è un dispositivo medico che misura il tasso di glucosio nel sangue; la presenza di zucchero nel sangue è un parametro che va tenuto strettamente sotto controllo quando si soffre di diabete e viene utilizzato sia dai medici che dai pazienti, che possono così monitorare da soli la glicemia e adottare i rimedi adatti, in campo alimentare, per correggerla e portarla a valori nella norma. Il glucometro è dunque uno strumento ampiamente utilizzato e, per capire come funziona, seguite questa facile guida.

27

Occorrente

  • glucometro
  • penna pungidito
  • lotto di aghi
  • strisce di carta sterili
  • guanti
37

Il glucometro consiste in un piccolo apparecchio elettronico nel quale viene introdotta una striscia di carta trattata in modo che sia reattiva e sulla quale viene "strisciata" una goccia di sangue del paziente. Quasi istantaneamente appare sul piccolo display il valore glicemico del sangue e quindi si tratta di uno strumento che presenta un uso veloce e molto semplice. Il processo che avviene all'interno del glucometro è semplice: il sangue si ossida immediatamente e ciò dà origine a una reazione enzimatica sulla striscia reattiva dove si trova l'enzima glucosio-ossidasi. Ciò provoca una variazione di colore o di elettricità (dipende dal tipo e dal modello dello strumento) e tale variazione viene letta in modo informatico con un numero, che rappresenta il valore della glicemia.

47

Per utilizzare il glucometro, non basta però possedere unicamente il piccolo strumento, ma è necessario un vero e proprio kit che consente di prelevare la piccola quantità di sangue e di analizzarlo. La maggior parte dei glucometri in commercio, infatti, non vengono venduti da soli, ma insieme a una penna pungidito, a un lotto di aghi e a uno di strisce di carta. Perché il test sia efficace e non presenti dati falsati, occorre infatti che il prelievo avvenga con uno strumento sterile, così come deve essere sterile la striscia che viene introdotta nel glucometro.

Continua la lettura
57

Le azioni da compiere per la misurazione della glicemia sono semplicissime: dapprima si deve provvedere a pungere il polpastrello con l'apposita penna, quindi il dito viene passato sulla striscia che viene inserita nel glucometro. A questo punto basta accenderlo e sul display apparirà il valore della glicemia; la striscia deve poi essere eliminata, mentre l'apparecchio va spento. Poiché i diabetici sono costretti a tenere sotto controllo la glicemia giornalmente, i kit che contengono il glucometro sono spesso inseriti in vere e proprie custodie che possono essere facilmente trasportate anche in borsetta. All'interno dei kit vengono forniti un certo numero di aghi e strisce e quando essi terminano è sufficiente acquistarne di nuovi in farmacia, ma si deve prestare molta attenzione perché essi non si adattano a tutti gli apparecchi: occorre perciò richiedere specificatamente strisce e aghi dello stesso marchio e modello del glucometro.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizzate sempre dei guanti quando procedete con la misurazione della glicemia.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come funziona un fusibile termico

Tutti quanti gli elettrodomestici e le apparecchiature elettroniche di buona qualità, sono provviste di un fusibile termico, ossia di quel dispositivo di emergenza utilizzato per prevenirne il surriscaldamento, e la conseguente fusione dei vari componenti....
Materiali e Attrezzi

Come funziona uno spettrofotometro ad infrarossi

In questa guida vedremo come funziona una spettrofotometro ad infrarossi, un argomento molto interessante per tutti gli appassionati di chimica. Esso è uno strumento che analizza l'interazione esistente fra la luce infrarossa ed una molecola, così da...
Materiali e Attrezzi

Come funziona un endoscopio

La procedura di endoscopia non è assolutamente nuova; infatti, il primo strumento è stato inventato nel 1805, e consisteva in un grande tubo che illuminato da un lato con una candela, riusciva a far vedere cosa c’era dalla parte opposta. Oggi la...
Materiali e Attrezzi

Come funzionano i rilevatori antincendio

I rilevatori antincendio si differenziano tra loro in base alla strategia di rivelazione. In commercio, ne esistono di tre tipi: rivelazione di calore, rivelazione di fumo e rivelazione di fiamma. Ad essi, è affidato il compito di tradurre una rivelazione...
Materiali e Attrezzi

Come riparare una caldaia a condensazione

Oggi le caldaie a condensazione sono molto diffuse. Grazie alla loro tecnologia offrono enormi rendimenti facendo gioire il nostro conto in banca. La caldaia a condensazione riscalda l'acqua che passa attraverso una serpentina tramite la combustione di...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare un voltmetro

Un voltmetro, conosciuto anche come multimetro, è uno strumento molto utile che può essere utilizzato facilmente anche da coloro non hanno tanta dimestichezza in materia di elettrotecnica. Questo strumento viene impiegato per diagnosticare una vasta...
Materiali e Attrezzi

Come regolare il cavo della frizione

È molto importante il buon funzionamento della propria auto al fine di evitare rotture durante i viaggi. Durante le revisioni annuali vengono infatti controllate tutte le parti che possono usurarsi per via del grande utilizzo della vettura, come ad esempio...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare lo sturalavandini a pressione

Lo sturalavandini è un attrezzo molto utile ed è presente nelle case degli italiani ormai da decenni. Il suo unico scopo è quello appunto di sturare i lavandini. Capota spesso infatti che le tubature dei lavandini si intasino a causa di calcare, residui...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.