Come giocare a Edvige

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Con l'arrivo della stagione invernale e quindi del freddo, ci si organizza con amici e parenti per passare alcune ore giocando a carte in molti modi differenti, o in assenza di altre persone, si può trascorrere piacevolmente del tempo effettuando dei solitari. Esistono moltissimi giochi di carte e solitari differenti e per riuscire ad impararli potremo consultare le varie guide presenti sul web, che ci mostreranno tutte le regole necessarie per poter svolgere correttamente il gioco da noi scelto. In questo modo potremo provare giochi sempre nuovi e differenti evitando di ripetere sempre gli stessi. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a giocare ad un particolarissimo solitario che prende il nome di Edvige.

26

Occorrente

  • un mazzo da 40 carte
36

Per prima cosa dovremo procurarci un mazzo di 40 carte italiane. Procediamo mescolando le carte e facciamo sul tavolo 9 mazzetti di carte, su tre righe, ognuna delle quali formata da 4 carte ciascuna. Lo scopo del gioco è quello di raggruppare in ogni mazzetto le 4 carte dello stesso valore, nel primo mazzetto i 4 assi, nel secondo i 2 e così via fino al 9. I re li scarteremo e serviranno per aiutarci a risolvere il solitario. Dopo aver realizzato i nove mazzetti, ci avanzeranno quattro carte. Poggiamole sul tavolo in modo da formare un'altro mazzo e girando la prima carta. A seconda del tipo di carta dovremo posizionarla nel mazzetto che rappresenta lo stesso valore della carta girata. Se per esempio è un tre mettiamola nel terzo mazzo, fra quelli che abbiamo sistemato in precedenza.

46

Dopodiché giriamo la prima carta dello stesso mazzetto e continua a metterla in quello con lo stesso valore, se per puro caso è ancora un altro tre, posizioniamola ancora sotto lo stesso mazzo e procediamo girandone un'altra. Se invece la carta che prendiamo dal mazzetto è un re mettiamolo da parte e prendiamo un'altra carta dall'ultimo mazzo che abbiamo realizzato in precedenza e riprendiamo il gioco. Se la carta che prenderemo sarà un 5, andremo a posizionarla nel quinto mazzetto, ponendola come ultima carta e girando la prima carta dello stesso mazzetto.

Continua la lettura
56

Continuiamo così finché non avremo sistemato tutte le carte con lo stesso valore nel loro mazzetto. Quando verranno fuori tutti e quattro i re, non potremo più continuare a giocare e, se ogni carta con lo stesso valore si troverà al posto giusto, il gioco sarà riuscito, altrimenti dovremo ricominciare da capo. A questo punto non ci resta che prendere subito il nostro mazzo di carte, per provare subito a risolvere questo divertentissimo solitario.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come creare una finta mano mostruosa per fare giocare tuo figlio

In questa bella guida, vogliamo aiutare tutti i genitori, ad imparare come poter creare una finta mano mostruosa, per fare giocare e far divertire, in maniera molto semplice e veloce, il proprio figlio, magari durante il periodo di Halloween, o anche...
Bricolage

Come Giocare A Schiarire E Scurire

Nel seguente tutorial, cercherò di spiegarvi al meglio come bisogna giocare a "Schiarire e Scurire". Anche se potrebbe sembrare tutto molto strano, queste azioni sono abbastanza divertenti e carine da effettuare. Potreste tentare di realizzare questo...
Bricolage

Come Giocare Al Solitario A Croce

Giocare con le carte è sempre un buono modo per passare un po' di tempo libero, magari divertendosi con amici e parenti, effettuando i moltissimi giochi esistenti. Per conoscere tutti i vari giochi di carte, potremo consultare moltissime guide che ci...
Bricolage

Come creare degli occhiali enormi per fare giocare i bambini

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter creare degli occhiali enormi, per poter fare giocare i bambini, ai loro giochi preferiti. Se anche noi abbiamo deciso di realizzare questo genere di occhiali, è bene eseguire...
Bricolage

Come giocare ai Cinque Noccioli

Al giorno d'oggi, siamo ormai abituai a comprare ai nostri figli o nipoti, moltissimi giocattoli di ogni tipo, in modo che possano divertirsi ed in alcuni casi apprendere qualcosa. Tuttavia la maggior parte di questi giochi risulta essere molto costosa...
Bricolage

Come giocare bene a tresette

Il Tresette o Tressette è un gioco di carte di origine napoletana, che godette di molta popolarità specie nei secoli XVII e XVIII, inventato da tre sordomuti: per tale motivo non si parla durante lo svolgimento del gioco bensì si riesce a capire cosa...
Bricolage

Come giocare a "mordi la mela"

In questo breve e semplice tutorial viene spiegato, in modo semplice e dettagliato, come è possibile organizzare un gioco davvero originale. Esso si può realizzare insieme ai propri bambini; in questo caso può essere un'idea originale per poter animare...
Bricolage

Come giocare al ballo con i palloncini

Organizzare una festa indimenticabile può rivelarsi essere davvero difficoltoso. Ad ogni modo una festa non sarebbe divertente senza dei giochi che permettono di trascorrere in tutta piacevolezza e tranquillità qualche ora. Esistono tantissimi giochi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.