Come Giocare Al Solitario A Croce

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Giocare con le carte è sempre un buono modo per passare un po' di tempo libero, magari divertendosi con amici e parenti, effettuando i moltissimi giochi esistenti. Per conoscere tutti i vari giochi di carte, potremo consultare moltissime guide che ci illustreranno tutte le istruzioni e le regole necessarie per giocare.
Ma cosa facciamo se vogliamo giocare alle carte, ma non abbiamo nessuno con cui farlo? Esistono moltissimi giochi che potremo effettuare da soli, utilizzando le carte. Questi giochi prendono il nome di: "Solitari".
Anche in questo caso, il web ci permetterà di conoscere le varie tipologie di solitari, illustrandoci le istruzione per poter giocare e passare il nostro tempo libero, consultando le varie guide.
Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a giocare al solitario a croce.

26

Occorrente

  • mazzo di carte
36

La prima cosa che dobbiamo sapere e ricordare che se nello scoprire le carte della riserva, si dovesse poi trovare un re, dobbiamo ricordare che questo deve essere posto in uno degli angoli della croce. Lo scopo del gioco del solitario a croce è quello di formare un mazzetto di 52 carte al centro partendo dall'asso, disponendo le carte secondo un ordine che dovrà essere quello crescente, senza dover necessariamente tener conto dei semi, infatti una volta che sarà finita la sequenza, sul re andrà posizionato un altro asso.

46

Le restanti 52 carte invece, andranno sistemate sui 4 re, che si trovano agli angoli della croce. Devono essere formate circa 4 sequenze discendenti, sempre senza dover tener conto dei semi.
Le carte della riserva possono venir usate in qualsiasi momento per formare una qualsiasi delle sequenze. Si può anche togliere una delle carte posta sopra il re per metterla nel mazzo centrale.

Continua la lettura
56

Non si può però prendere più di una carta da un mazzetto posto sopra il re. Quando si libera una casella nei bracci della croce, il suo posto viene preso da una carta nel mazzo. Non è ammesso far girare il mazzo più di una volta, quindi se al termine del giro le sequenze non sono state tutte realizzate, il solitario non è riuscito. Tramite questi nostri consigli, semplici e veloci, saremo in grado di giocare al gioco di carte che prende il nome di solitario a croce, nel modo più perfetto possibile, affinché possiamo davvero divertirci e trascorrere il tempo libero, anche in allegria, in compagnia di ben due mazzi di carte. Tutto quello che dovremo fare, sarà esercitarci, applicando le regole riportate in precedenza per riuscire a diventare dei veri maestri di questo solitario.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come creare un biglietto d'auguri a punto croce

Un biglietto di auguri se personalizzato, può assumere il significato di un affetto molto profondo. Sicuramente, chi lo riceverà ha un motivo in più per comprendere la dedizione che hai profuso nel realizzarlo. Di idee particolari ce ne sono davvero...
Bricolage

Come fare le legature a croce, in diagonale e a forbice

Realizzare le legature è una tecnica antica ma sempre utile a seconda delle occasioni. Esistono diversi tipi di legature, in genere le più note sono quelle a croce, in diagonale e a forbice. Ognuna di queste legature ha caratteristiche diverse, e viene...
Bricolage

Come intrecciare una croce per la domenica delle Palme

La ricorrenza religiosa della domenica delle palme è importante e significativa. Viene celebrata la domenica precedente a quella di Pasqua per ricordare il momento in cui Gesù, acclamato dal popolo, entrò a Gerusalemme, fra mille gioiosi sventolii...
Bricolage

Come giocare a Edvige

Con l'arrivo della stagione invernale e quindi del freddo, ci si organizza con amici e parenti per passare alcune ore giocando a carte in molti modi differenti, o in assenza di altre persone, si può trascorrere piacevolmente del tempo effettuando dei...
Bricolage

Come giocare a shanghai

Shanghai o Mikado è un gioco di bastoncini da sfilare di origine cinese, nato negli anni 70. Si gioca con 41 bastoncini e lo scopo è quello di raccoglierli, uno per volta, senza far muovere quelli vicini. Il gioco richiede grande abilità, una certa...
Bricolage

Come creare una finta mano mostruosa per fare giocare tuo figlio

In questa bella guida, vogliamo aiutare tutti i genitori, ad imparare come poter creare una finta mano mostruosa, per fare giocare e far divertire, in maniera molto semplice e veloce, il proprio figlio, magari durante il periodo di Halloween, o anche...
Bricolage

Come Giocare A Schiarire E Scurire

Nel seguente tutorial, cercherò di spiegarvi al meglio come bisogna giocare a "Schiarire e Scurire". Anche se potrebbe sembrare tutto molto strano, queste azioni sono abbastanza divertenti e carine da effettuare. Potreste tentare di realizzare questo...
Bricolage

Come creare degli occhiali enormi per fare giocare i bambini

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter creare degli occhiali enormi, per poter fare giocare i bambini, ai loro giochi preferiti. Se anche noi abbiamo deciso di realizzare questo genere di occhiali, è bene eseguire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.