Come Graffettare Il Tessuto Sulle Pareti In Cartongesso

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Quando si deve andare a scegliere la finitura delle pareti della propria abitazione, molto spesso ci si orienta automaticamente verso un intonaco di finitura. Quest'ultimo può essere colorato oppure no, decorativo, effetto sabbiato, spugnato e di altri generi. In ogni caso sempre di intonaco si tratta. Non tutti quanti sanno, o forse hanno dimenticato, che già negli anni ’60 e ’70 si sono diffuse, oltre alla rinomata carta da parati, anche una serie di tappezzerie per i rivestimenti murali, in grado di arredare notevolmente gli spazi, lasciando grande libertà creativa agli architetti ed agli arredatori. Realizzate in stoffa, sono state e lo sono tuttora tra i materiali maggiormente vari sia per combinazione che per finitura, grazie anche all'utilizzo oculato e studiato della luce e degli effetti ottici. Le modalità secondo le quali è possibile tappezzare e quindi rivestire le pareti, sono le più svariate possibili e cambiano a seconda del materiale di cui sono costituite. In questa semplice ed esauriente guida, e con pochi e brevi passaggi, vi spiegheremo come si può graffettare il tessuto sulle pareti in cartongesso. Vediamo, pertanto, come occorre procedere.

27

Occorrente

  • stoffa da tappezzeria come il cinz
  • metro e forbici
  • adesivo a contatto
  • filo a piombo
  • spara graffette e graffette
  • puntine da disegno
  • nastro per coprire le graffette o altro
37

Per rivestire, pertanto, le pareti della propria abitazione, per prima cosa è necessario selezionare la tipologia del tessuto adeguata al caso. Sono molti i tessuti che si possono utilizzare come tappezzeria, ma i migliori risultati dovrebbero essere ottenuti scegliendone un tipo che sia a filo teso, in modo tale che non si allenti quando viene effettuata la posa. Tra l'altro è possibile scegliere un tipo di tessuto che presenti una superficie in grado di non trattenere la polvere, oppure che sia semplice da pulire, come per esempio il cinz. Inoltre non dovrebbe avere dei colori resistenti, oltre al fatto che non si dovrebbe ritirare. Tra l'altro se è realizzato in fibra naturale, è necessario trattarlo contro le tarme. Per quest'ultima ragione, è buona regola utilizzare della stoffa da tappezzeria piuttosto che da sartoria.

47

A questo punto, finalmente è possibile dare inizio ai lavori. Pertanto si deve misurare la parete, per poi passare a tagliare il tessuto alla lunghezza precisa. È molto importante che venga lasciato un margine di circa quaranta millimetri nella parte superiore, ed in basso per le bordature. Una volta che verranno completate queste operazioni, per rafforzare i bordi è necessario utilizzare un po' di adesivo a contatto, per poi spalmarne un sottile strato sull'orlo del telo, che successivamente andrebbe ripiegato e mantenuto pressato per un poco, in modo tale che la colla faccia presa. Il prossimo procedimento da mettere in pratica consiste nel tracciare una linea con il filo a piombo quale punto di partenza della posa. A seguire si deve allineare il primo telo, per poi fissarlo mediante l'utilizzo di alcune graffe, alla sommità del muro.

Continua la lettura
57

Il prossimo passo consiste nel tendere il telo, ovviamente non in maniera eccessiva, per poi lisciarlo a mano per rimuovere alcune eventuali irregolarità, bloccandolo successivamente con delle puntine da disegno. Una volta effettuato questo genere di lavoro, è fondamentale lisciare il telo fino in fondo, sistemandolo in posizione corretta dopo aver rimosso le puntine. A seguire potrà essere fissato mediante l'ausilio di alcune graffette da mettere sul fondo, e quindi lungo i bordi. È importante sapere che i teli possono venire uniti con un adesivo. In alternativa, dopo la sovrapposizione dei bordi, possono essere fissati mediante delle graffette a muro.

67

Per fare in modo che le graffette non si vedano, una buona idea potrebbe essere quella di effettuare alcune semplici operazioni. Pertanto, ad esempio, si può rimuovere lo zoccolo, per poi graffiare la stoffa. Infatti, in questa maniera si fa in modo che si rimetta apposto lo zoccolo, e la graffatura rimanga nascosta. Alla sommità, invece, le graffette possono tranquillamente essere nascoste da una cornice. Tuttavia occorre sapere che in questa maniera sarà ovviamente più difficile, ottenere la finalità desiderata. Semmai si dovrebbe fare in questa maniera, occorrerebbe rimuovere la stoffa. Si possono anche utilizzare dei nastri, delle passamanerie oppure delle modanature realizzate in legno che coprano queste graffette. A questo punto, finalmente, il lavoro è giunto al termine e le proprie pareti sono decorate in tessuto per essere ammirate.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Assicuratevi che le graffette penetrino tutte, fino in fondo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come rinforzare le pareti di cartongesso

Per rafforzare le pareti in cartongesso, possiamo prendere in considerazione diverse metodologie che variano in base alla tipologia della superficie, della curvatura della parete e dallo scopo per il quale utilizziamo il cartongesso. Dopo aver letto questa...
Casa

Pareti in cartongesso: consigli di tinteggiatura

Il cartongesso, spesso conosciuto come muro a secco,, pare essere uno dei materiali più usati per il rivestimento delle parete interne delle abitazioni, ciò è dovuto alle sue proprietà termoacustiche e la sua estetica liscia e levigata. La tinteggiatura...
Casa

Come fare una cabina armadio in cartongesso

Il cartongesso è una materiale, molto indicato per realizzare coperture su muri, soffittature, ed anche dei vani o pareti divisorie. Il vantaggio di questo materiale è che si presenta dritto, perfettamente levigato e facile da lavorare. In questa...
Casa

Come tagliare i pannelli in cartongesso

Se intendiamo utilizzare dei pannelli in cartongesso per rivestire delle pareti oppure per realizzare mobili e intercapedini, per sagomarli dobbiamo usare strumenti appropriati e tecniche adeguate. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni consigli...
Casa

Come posare il cartongesso

Nel mondo moderno dell'edilizia il cartongesso si è conquistato un posto di rilevo per tutto quello che riguarda la costruzione degli interni. La sua dinamicità lo porta ad essere utilizzato sia per le pareti divisorie che per i controsoffitti....
Casa

Come rivestire un camino in cartongesso

Il cartongesso è un materiale molto diffuso in campo edile, sia a carattere industriale che per interni ad uso abitativo. La sua struttura morfologica ha almeno tre vantaggi assolutamente non trascurabili: infatti, è ignifugo, non si deforma e la superficie...
Casa

Come montare le mensole su un parete di cartongesso

Il cartongesso è un materiale utilissimo. Permette, infatti, di creare pareti in poco tempo e con poco dispendio economico. Per questo è utile soprattutto per chi vive in case di altri tempi, con spazi molto grandi. Il difetto del cartongesso, di contro,...
Casa

Come fare una parete divisoria in cartongesso

Se abbiamo una stanza piuttosto ampia e decidiamo di dividerla, possiamo utilizzare il cartongesso; infatti, è un materiale molto leggero ed economico, adatto anche per gli ambienti umidi come bagni e cucine, avendo all'interno dei componenti idrorepellenti....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.