Come imbastire un tessuto

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'arte di tessere insieme due tipi di tessuto al fine di produrre un capo d'abbigliamento è molto semplice per i sarti professionali, che, appunto, lo fanno per loro professione. Questa operazione può invece risultare alquanto difficoltosa per tutti coloro che lo fanno poche volte o quasi mai.
In questa guida vedremo come imbastire un tessuto, un passaggio molto utile che permette di rimediare ad alcuni errori senza dover rovinare il capo d'abbigliamento. Vediamo dunque come fare.

26

Con il termine imbastire intendiamo la creazione di cuciture ad uso temporaneo, solitamente costituite da un filo molto leggero di colore ecru, che risulta molto facile da rimuovere e individuare. I punti di cucitura sono molto larghi tra di loro, così da essere adatti al compito di prova per cui sono applicati; solo quando il modello viene provato e definito, si può continuare con la cucitura finale vera e propria.

36

L'imbastitura può avvenire in due diverse modalità, vale a dire a mano e a macchina.
Nel primo modo ci occorre il classico ago insieme al filo; inseriamo il filo dentro l'occhiello dell'ago e annodiamolo, utilizziamo la lunghezza del filo che ci serve per il lavoro, ricordando che è sempre meglio abbondare con la lunghezza per non rimanere senza il filo a metà lavoro.
Uniamo insieme i due pezzi di tessuto con un punto di sutura tradizionale.
Durante questi passaggi non dobbiamo pensare alle decorazioni, ma semplicemente cucire dei punti per tessere insieme i tessuti. In questa fase del lavoro, possiamo spostare i pezzi di tessuto e decidere qualsiasi miglioramento al nostro lavoro.
Una volta decisi i margini adatti sulla stoffa, eliminiamo ciascun punto di imbastitura e applichiamo i punti permanenti.

Continua la lettura
46

Il secondo metodo, che avviene attraverso l'uso della macchina da cucire, è più rapido, ma al contempo è adatto per lo più a chi già possiede una certa dimestichezza nelle opere di sartoria. Impostiamo la cucitrice con la massima lunghezza possibile per ciascun punto che applicheremo. Dobbiamo posizionare i tessuti da unire e cuciamo accuratamente e abbastanza lentamente. Serviamoci delle mani per accompagnare il tessuto e duranto l'operazione, fermiamoci per un po' di tempo a controllare le misure con un metro da sartoria, controlliamo accuratamente anche il taglio e le forme del nostro lavoro.

56

Dobbiamo impostare la lunghezza dei punti, solitamente da 1,5 e 2,5 millimetri (questo dipende da ciascuna macchina da cucire), e ultimiamo il lavoro con la cucitura finale e permanente; una volta finito il lavoro dobbiamo eliminare ciascuna imbastitura visibile esternamente nel tessuto, quindi il lavoro è ultimato.
Il fine dell'imbastitura, come abbiamo visto, consiste nell'applicazione di una cucitura di prova, facile da rimuovere nel caso in cui le cose non vadano come le abbiamo progettate, o in caso di un errore di misurazione; è quindi davvero molto utile e adatto per tutti quelli che sono meno esperti nella sartoria. Buon lavoro!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come applicare il pizzo al tessuto

Se sei alla ricerca di un'idea per trasformare un capo sciatto e demodè in un capo unico ed originale, dovresti pensare alla possibilità di applicare del pizzo.Tornato di gran moda per impreziosire colletti dal sapore bon-ton e romantici shorts. Il...
Cucito

Come cucire un tessuto in spugna

Il tessuto in spugna ha diverse qualità fondamentali, tra le quali è fortemente assorbente, tant'è che la maggior parte degli accappatoi e degli asciugamani è realizzata proprio con questo tipo di materiale. La spugna non è difficile da cucire, ma...
Cucito

Come decorare un tessuto con lo stencil

Quando si compra un tessuto e si decide di lavorarlo, la prima cosa che viene in mente è capire come decorarlo. Esistono moltissimi modi per decorarlo in maniera originale ed elegante, ed uno di questi consiste nell'applicare degli stencil, facilmente...
Cucito

Come cucire un tessuto elasticizzato

Quali tecniche occorre utilizzare quando si deve intervenire su un tessuto elasticizzato? Quando diviene necessario operare delle cuciture, l'essenziale è rispettare appieno le caratteristiche del capo di abbigliamento per non rovinarlo o deteriorarlo....
Cucito

Come realizzare delle tende con del tessuto di canapa

In questa guida spiegheremo, in modo semplice ed intuitivo, come realizzare delle tende con del tessuto di canapa. Basteranno pochi passaggi e altrettanti strumenti per dare alle vostre finestre un tocco rustico ma molto particolare. Il tessuto è adatto...
Cucito

Come cucire un porta vivande in tessuto

Attualmente è sempre più importante ragionare in termini di risparmio ecologico. Infatti, quando si va a fare la spesa oppure si ha bisogno di un sacchetto si può risparmiare utilizzando delle semplici ed utili buste in tessuto. La realizzazione di...
Cucito

Come cucire un tessuto di taffetà

Se gli abiti delle principesse o le lussuose tende nelle riviste di arredamento dovessero essere cuciti con una particolare stoffa, staremmo senza dubbio parlando del pregiatissimo taffetà. Se si vuole smettere di sognarli, basta una macchina da cucire...
Cucito

Come cucire un tessuto in plissè

Avete presente quei bellissimi scampoli di tessuto plissè che spesso vengono acquistati in qualche mercatino? Questo tipo di stoffa è molto grazioso e femminile, e si presta ad essere utilizzato solitamente per realizzare deliziose gonne primaverili...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.