Come impagliare una sedia

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Ci sarà sicuramente capitato, almeno una volta, di ritrovare un vecchio oggetto nella nostra abitazione, che con il passare del tempo e con l'uso si è rovinato. Generalmente in questi casi preferiamo buttarlo via ed acquistarne uno nuovo, poiché spesso ripararlo è un'operazione molto costosa.
Se però siamo particolarmente affezionati a quell'oggetto, ma vogliamo ripararlo senza spendere molti soldi, potremo provare a sistemarlo con le nostre mani.
In questi casi, tutto quello che dovremo fare sarà ricercare su internet una guida che ci illustri passo dopo passo, tutte le operazioni che dovremo svolgere per riuscire ad eseguire correttamente la riparazione da noi desiderata.
Nei passi successivi di questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire ad impagliare correttamente una sedia.

27

Occorrente

  • paglia di vienna, martello, forbici, cutter, cunei, colla vinilica
37

Procurarsi gli attrezzi

La paglia di Vienna teme l'ambiente secco e ama l'umido; lavorandola occorre spesso inumidirla con uno spruzzino per evitare che si spacchi. Per eseguire una sostituzione non sono necessari molti attrezzi, ma bastano i seguenti: una canna, un martello, un cutter, della colla vinilica, un paio di forbici e dei cunei, soprattutto se si interviene sulle sedie.

47

Infilare la canna nel foro posteriore centrale

Prendiamo una canna, infiliamola nel foro posteriore centrale lasciando metà lunghezza sopra e metà sotto. Prepariamo una decina di cunei in legno a misura per i fori; con il martello incastriamo un cuneo fino a bloccare la canna appena messa. Tiriamo la parte superiore della paglia fino dentro al foro diametralmente opposto e blocchiamo con un altro cuneo; facciamo risalire la paglia dal foro a fianco, ritornando verso il lato opposto fino a coprire la metà destra della seduta. Quando il filo finisce lasciamolo penzolare dal foro bloccato da un cuneo e iniziamo con un’altra paglia. Realizziamo allo stesso modo la parte sinistra della seduta. Alla fine blocchiamo con un cuneo la paglia nell’ultimo foro.

Continua la lettura
57

Eseguire tutti i passaggi

Per il secondo passaggio, perpendicolare al primo, iniziamo dalla metà del lato destro, eseguendo gli stessi movimenti del primo passaggio. La paglia si troverà al di sopra di quella precedente.
Per il terzo passaggio ricominciamo dal foro centrale posteriore proseguendo sempre come per il primo passaggio. La paglia si troverà al di sopra delle due precedenti.
Il quarto passaggio inizia dal foro mediano del lato destro; la paglia non correrà in superficie ma, incontrando i due fili che vanno dal posteriore all'anteriore, passerà sopra il primo (quello più in alto) e sotto il secondo (quello più in basso). Nell'ultimo passaggio la canna deve passare sopra gli intrecci, prima da una parte e poi dall'altra, in diagonale.

67

Appoggiare una canna sul bordo

Nella parte superiore della seduta appoggiamo una canna sul bordo e, passando con un’altra canna su e giù attraverso i fori, fermiamola bloccandola con gli anellini che si formeranno.
Nella parte di sotto tagliamo le canne troppo lunghe, curviamo le parti rimanenti inserendone i capi nei fori e poi blocchiamo con un cuneto ben inserito a colpi di martello. Bagniamo la paglia con abbondante acqua in modo che asciugandosi si tenda per bene.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come realizzare un coprisedia in paglia

Le sedie dal fondo impagliato appartengono a un tipo di arredamento che esiste da secoli: queste venivano costruite da artigiani specializzati, che si occupavano anche della loro manutenzione e di aggiustarle qualora fosse necessario. Attualmente questa...
Bricolage

Come creare un set di sedie antiche

Al giorno d'oggi, è piuttosto difficile trovare nei negozi set di sedie antiche, magari realizzate mediante la tecnica dell'impagliatura; questo perché non esiste ancora un macchinario capace di intrecciare la tradizionale funicella di paglia di segale....
Bricolage

Come Bagnare E Montare La Paglia Di Vienna

La paglia di Vienna viene ricavata dal giunco, impagliata e successivamente intrecciata. Un tempo era una vera e propria arte, dove impagliatori esperti si cimentavano a realizzare oggetti con questo elemento. Questa veniva utilizzata soprattutto per...
Bricolage

Come Sostituire La Paglia Di Vienna

La tecnica dell'impagliatura comprende vari metodi, che si basano essenzialmente sull'intreccio e le allacciature, eseguite a seconda del luogo e dello scopo finale, in maniera diversa. Sul mercato però oggi sono reperibili dei prodotti industriali già...
Bricolage

Come realizzare una sedia di vimini

Nelle cantine o sulle soffitte delle nostre case sicuramente ci saranno degli oggetti che non si utilizzano più come delle vecchie sedie che si vorrebbero buttare per fare un po' di spazio. In questo caso invece sarebbe opportuno ridare una nuova vita...
Bricolage

Come sostituire una seduta con dei cintini

In questo manuale ti aiuterò a realizzare una magnifica seduta su una sedia che disponeva di impagliatura, sostituendola utilizzando i cintini grazie alla loro robustezza che quindi si prestano ottimamente a fornire una comoda seduta alla sedia. In questo...
Bricolage

Come Mascherare Un Fondo Impagliato Senza Cucire

In tutte le abitazioni, generalmente, non manca mai qualche sedia che abbia il fondo impagliato; specificatamente, si tratta senz'altro di mobili artigianali abbastanza pregiati, ma anche parecchio soggetti a deteriorarsi nel tempo: infatti, spesso la...
Bricolage

Come restaurare una vecchia sedia

A tutti noi può capitare di ritrovarsi con una vecchia sedia in cantina, della quale non sappiamo che farne. Se le sue condizioni sono discrete, possiamo pensare a darle una nuova vita restaurandola. Naturalmente, il consigli non è certo quello di affidarla...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.