Come imparare a riconoscere gli alberi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La natura ci offre moltissime varietà di piante, bellisime che rendono il nostro pianeta ancora più bello. Conoscere le essenze che lo abitano è piuttosto interessante e alcune volte importante. Esistono infatti moltissime varietà di alberi, tutti molto belli ma che spesso non riconosciamo.
Identificare un albero dalle foglie o da altre caratteristiche fisiche permette di riconoscerlo immediatamente e di denominarlo in maniera corretta. Altre considerazioni, come l'habitat e le abitudini di crescita regionali dell'albero, possono aiutarvi con l'identificazione. Le conifere, le latifoglie e gli alberi tropicali, per esempio, hanno ciascuno delle strutture fogliari, altezze, semi e frutti diversi. Per annotare le caratteristiche degli alberi ed individuarne le diverse specie, recatevi in una foresta o in un'area boschiva con un taccuino e delle informazioni sulle specie arboree. A questo proposito, vediamo riportati qui di seguito alcuni brevi passi che vi aiuteranno ad imparare a riconoscere gli alberi. Vediamo di fare ancora più chiarezza.

25

Determinate la struttura fogliare dell'albero esaminandone una foglia. Consultate un libro di riferimento, se non avete familiarità con i tipi di foglie, e cercate di identificare se si tratta di una foglia lucida o cerosa. Le foglie degli alberi tropicali, come le palme, solitamente sono cerose e a coste, in modo che l'acqua goccioli alle radici dell'albero. Le foglie delle conifere, come gli aghi di pino, sono lunghe e sottili, e questo gli permette di rimanere verdi tutto l'anno.

35

Determinate se la struttura della foglia è semplice o composta. Raccogliete una foglia dal terreno oppure studiatene una senza raccoglierla, direttamente sull'albero stesso. Notate se uno stelo riporta una sola foglia (a struttura semplice) o tre o più foglie (struttura composta). Controllate anche se la foglia presenta dei denti, un brodo frastagliato o dei lobi arrotondati sui bordi. Un olmo, per esempio, ha una struttura semplice con un bordo seghettato.

Continua la lettura
45

Verificate se i rami degli alberi sono spessi oppure più sottili e se si sviluppano in orizzontale o in verticale. Una quercia, per esempio, ha dei rami orizzontali che si estendono come delle radici. Utilizzate un libro di riferimento per verificare se i rami degli alberi corrispondano a quelli visti nelle illustrazioni.

55

Esaminate il tronco. Se l'albero si trova di fronte a voi, toccatelo e sentitene la struttura della corteccia. Misuratene la circonferenza: gli aceri, ad esempio, hanno una corteccia scanalata leggermente scrostata dall'albero. La palme da cocco, d'altro canto, sono lisce, con un tronco stretto. Prendete nota nel vostro taccuino per ricordarvi questi dettagli, se vi trovate ancora incerti sul tipo di albero che vi sta di fronte.
Riconoscere le varie specie di alberi è piuttosto interessante. Per chi è alle prime armi questa guida potrebbe rivelarsi un ottimo aiuto, in modo da riconoscerle molto più agevolmente e velocemente. Non mi resta quindi che augurare buon divertimento.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

5 ragioni per piantare degli alberi frangivento

I parchi, le tenute e la campagna devono essere luoghi ordinati. Il verde è il primo elemento che ci aiuta a dare un tono ad un possedimento. A parte il semplice fattore estetico, non si può trascurare l'utilità intrinseca dei filari di alberi. Vediamo...
Giardinaggio

Come identificare e curare le malattie degli alberi

Gli alberi e le piante del nostro giardino possono essere affette da molteplici malattie. Determinate condizioni ambientali, facilitano la diffusione delle malattie degli alberi e il loro contagio. Inoltre anche la carenza di alcuni nutrienti minerali...
Giardinaggio

5 alberi mediterranei da piantare in giardino

Un giardino ben allestito è sempre quello dove crescono alberi e fiori di ogni genere. In natura le specie si classificano per ordine, tra cui quella delle zone dove crescono. Appartengono a questa lista anche gli alberi mediterranei. Questi sono un...
Giardinaggio

Come potare gli alberi di melo

Il melo è uno degli alberi da frutto più diffusi in Italia, soprattutto nelle regioni settentrionali. Robusto e vigoroso, ha una crescita piuttosto lenta rispetto ad altri alberi da frutto. Una volta raggiunta l'età adulta, il melo offre una produzione...
Giardinaggio

Come piantare degli alberi d'ulivo in giardino

Gli alberi d'ulivo sono particolarmente diffusi nell'area mediterranea dove, grazie ai suoi frutti, viene prodotto un olio tra i migliori dell'intera Europa. L'ulivo è una pianta molto longeva, che necessita di spazio dal momento che raggiunge dimensioni...
Giardinaggio

5 alberi da frutto da mettere in giardino

Chi possiede un giardino ha una grande fortuna, specialmente se vive in una grande città: un giardino, infatti, anche se piccolo ed intimo, può rivelarsi una fonte molto preziosa di vegetazione e di frutta fresca, sana e gustosa, dalla provenienza sicura...
Giardinaggio

Come allontanare le formiche dai tronchi degli alberi

Con l'arrivo della bella stagione, è inevitabile il momento in cui sorge lo spiacevole problema di zanzare, insetti e sopratutto formiche. Se questi problemi non vengono controllati in tempo, si può andare in contro alla rovina delle piante e degli...
Giardinaggio

Come piantare gli alberi da frutto

Gli alberi da frutto donano un risultato impeccabile non solo al nostro fabbisogno proteico ma anche a quelli che saranno dei veri e propri risultati appagati dal nostro duro lavoro nel piantarli. Chiunque di noi abbia la possibilità di disporre di un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.