Come impastare il cemento refrattario

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il cemento refrattario è un materiale molto resistente, soprattutto alle alte temperature. Riesce a resistere fino a 500/600° C senza alterarsi né fisicamente né chimicamente. Infatti non si sgretola né gli elementi con cui è a contatto lo contaminano.
È quindi perfetta per la realizzazione di camini e stufe.
Come tutte le malte, il cemento refrattario prevede tre parti. Il legante è un composto che a contatto con l'aria o l'acqua si irrigidisce e mantiene quindi il composto solido. L'inerte è un materiale di origine rocciosa che non partecipa alla reazione ma ne viene imprigionata. Infine c'è l'acqua. Solitamente i sacchi di cemento refrattario in vendita comprendono già il legante e l'inerte nella giusta proporzione. Ecco dunque come impastare il cemento refrattario.

28

Occorrente

  • sacchi di cemento refrattario
  • acqua
  • cazzuola
  • occhiali di protezione e guanti da lavoro
  • recipiente in cui impastare il cemento
38

Calcolare lo spessore del cemento

Per miscelare correttamente i materiali refrattari, è necessario conoscere il tipo di applicazione prevista per il suo uso. Le applicazioni di colata vengono utilizzate per l'installazione di grandi quantità di materiale refrattario e in genere richiedono dei moduli per mantenere in posizione corretta il refrattario. La consistenza della miscela dovrebbe includere abbastanza acqua, in modo che il materiale possa fluire nell'area formata. L'applicazione di spatolatura viene utilizzata per le aree applicate a mano che richiedono rivestimenti sottili. Il materiale deve risultare appiccicoso e rimanere sul posto senza cadere da una superficie verticale. I sacchi di cemento refrattario vanno solitamente da 1 a 25 kg, per un costo di pochi euro a chilogrammo. Lo potete trovare in qualsiasi negozio di fai da te oppure su internet. Per capire quanto ne occorre, bisogna prima decidere lo spessore dello strato di cemento. Generalmente si va da 1 cm a un massimo di 3. Calcolate che per uno spessore di 1 cm occorre circa 1,7 kg di cemento secco per ogni mq. Una volta calcolata la quantità necessaria, andiamo a vedere come impastare il nostro cemento.

48

Calcolare la quantità di cemento

Il cemento refrattario indurisce molto velocemente, tanto che nel giro di mezz'ora è già inutilizzabile. Per cui preparatene una piccola quantità per volta, altrimenti andrà inevitabilmente sprecato. Cercate di calcolare quanto cemento utilizzate in circa mezz'ora. Questa sarà la quantità da impastare.
A questo punto mettete semplicemente la quantità di cemento refrattario che avete stabilito in un secchio. Qui lo lavorerete con l'acqua. La proporzione da seguire è di 3,5 litri di acqua ogni 10 kg di cemento secco.

Continua la lettura
58

Impastare il cemento

Per impastare correttamente, l'ideale ovviamente sarebbe disporre di una betoniera. Ben pochi, però, ne possiedono una. In alternativa potete utilizzare un trapano con la punta ad elica; oppure, ben più faticoso, prendete la vostra cazzuola e iniziate ad impastare con forza. Assicuratevi, soprattutto in quest'ultimo caso, che il composto sia omogeneo e che non ci siano dei grumi secchi al loro interno. Dopo aver aggiunto tutta l'acqua, la miscela bagnata deve essere svuotata in un secchio oppure in una vasca e mescolata energicamente a mano per il tempo totale necessario. Il refrattario ha bisogno dell'azione creata dalla paletta o dal rigoroso colpo di miscelazione manuale per ottenere la giusta reazione richiesta tra l'acqua e il cemento.

68

Utilizzare il cemento refrattario

A questo punto non rimane che utilizzare il cemento refrattario. Raccogliete e sistemate dove occorre il cemento con la cazzuola. Se lo utilizzate per i mattoni, lo strato deve essere poco più spesso di 1 cm. Rimuovete subito il cemento in eccesso perché si solidifica rapidamente.
Se usate il cemento refrattario per intonacare allora non userete la cazzuola ma il frattazzo.
Dopo aver messo il cemento, potete coprire con un telo per rallentare l'essicazione ed evitare screpolature.
Se avete costruito un forno o un camino, aspettate almeno 10 giorni prima di utilizzarlo.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • pulire molto bene da polvere, grasso e parti friabili le superfici su cui si metterà il cemento
  • Bagnare accuratamente tutte le parti su cui si deve applicare il cemento
  • Lavorate il cemento solo se la temperatura non è sotto i 5° e sopra i 35°
  • Ricordate di proteggere gli occhi con gli appositi occhiali e le mani con degli spessi guanti da lavoro
  • Prestare attenzione al processo di miscelazione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come mescolare perlite e cemento

La perlite è un materiale resistente ad alte temperature, impiegato anche per la realizzazione delle fornaci perché consente di raggiungere elevate temperature. Funge infatti da isolante e viene adoperato, a seconda del progetto per cui si prevede di...
Materiali e Attrezzi

Come addensare il cemento

Il cemento è un materiale molto versatile, vista la sua composizione pastosa che però, una volta addensato, diventa davvero duro e resistente. Per tale motivo, il cemento viene molto utilizzato non solo in campo professionale da ditte edili e simili,...
Materiali e Attrezzi

Come preparare bene del cemento

Utilizzato per una diversità di scopi, il cemento è un materiale molto versatile, in grado di proteggere e sigillare pareti, solai, pozzi e tanto altro ancora. Più comunemente, il cemento viene utilizzato per eliminare in modo permanente il problema...
Materiali e Attrezzi

Come intonacare un muro in blocchi di cemento

Se nella nostra casa o in giardino abbiamo appena innalzato un muro in blocchi di cemento, del tipo illustrato in figura, ed intendiamo intonacarlo su ambo i lati, lo possiamo fare utilizzando dei materiali appropriati, ed alcuni attrezzi da muratore....
Materiali e Attrezzi

Come impastare il gesso alabastrino

Il gesso alabastrino è molto usato per la produzione di stampi, manufatti in gesso, come possono essere cornici e rosoni, ma anche nella stuccatura e nell'integrazione di oggetti in ceramica. Oltre a essere idoneo per l'eseguire in opera modanature e...
Materiali e Attrezzi

Come realizzare una colonna di cemento

Se ci apprestiamo ad arredare la nostra casa con uno stile decisamente classico ed intendiamo posare delle colonne fisse o da appoggio all'interno degli ambienti, invece di acquistarle possiamo realizzarle in modo pratico e veloce con l'utilizzo del cemento...
Materiali e Attrezzi

Come preparare un massetto in cemento

Cimentarsi nella realizzazione di un massetto in cemento non richiede grandi abilità ma semplicemente l'uso di materiali idonei ed il rispetto di alcune regole di base. Prima di procedere alla posa di un pavimento e per livellare il piano sarà necessario...
Materiali e Attrezzi

Come Applicare Il Cemento Per Eseguire Piccoli Interventi

Questa guida è dedicata a tutti coloro che hanno la voglia e la pazienza di realizzare dei lavori grandi o piccoli con la tecnica del fai da te e, nello specifico vedremo come applicare il cemento per eseguire piccoli interventi di muratura. Inoltre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.