Come incollare il legno

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il legno è un materiale versatile utile per essere impiegato in svariati modi: dall'arredamento di casa alla produzione di piccoli utensili, fino al fai-da-te e al modellismo. In quest'ultimo caso, per esempio, potremmo avere bisogno di incollare più parti tra loro della stessa composizione, e quando si tratta di legname esistono diversi tipi di collante in grado di soddisfare le esigenze di chi si appresta ad allestire una determinata cosa. Attraverso gli esaurienti passi di questa guida vedremo quali tipi di collante è possibile impiegare e come incollare il legno.

26

Occorrente

  • Colle per legno (vinilica, a contatto, epossidica).
  • Pennello o spatola per la stesura.
  • Guanti protettivi.
  • Assi di legno da incollare.
  • Morsetti.
  • Trielina/alcool/benzina per la pulizia delle superfici.
36

Il primo tipo di colla che è poi quella che generalmente si usa di più è quella vinilica. Perfetta su piani ruvidi, è molto conosciuta perché si presta bene a varie tipologie di lavoro, come per esempio il decoupage o anche per lavoretti scolastici svolti dai nostri bambini, in quanto atossica. È possible stendere la colla direttamente dal suo flacone sulle superfici interessate, altrimenti per i tipi più meticolosi basterà passarla con un pennello, per un'operazione più precisa. Questi composti sono a base d'acqua e richiedono molte ore per fare totalmente presa, dunque si dovranno unire le due parti da incollare e serrare con decisione tramite un morsetto, fino alla completa asciugatura.

46

Altri tipi di collante che vengono proposti sono gli epossidici bicomponenti. La caratteristica principale di questi composti - come ci suggerisce il nome - è l'essere costituite da due elementi da miscelare insieme in dosi specifiche, ovvero un indurente e un legante. La presa finale è molto potente e richiede un periodo di 24 ore per indurirsi del tutto. Bisognerà pulite le due parti da incollare con trielina o alcool, successivamente stendete la colla sulle superfici da unire direttamente con il suo applicatore dalla caratteristica forma "a pistola".

Continua la lettura
56

Le colle a contatto sono generalmente più forti e potenti, utilizzate soprattutto per piani in plastica, in formica ma anche vetro, laminati, gomma e in generale per materiali flessibili. La presa è pressoché immediata: per questa ragione è importante proteggersi indossando dei guanti durante il lavoro. Preparare i due piani da unire sgrassandoli con della benzina o soluzione equivalente, dunque stendere la colla facendo molta attenzione e poi procedere incollando le due parti. Ricordiamo di mescolare bene questo genere di composto prima dell'uso, in quanto spesso si presenta di aspetto semi-liquido o molto denso.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando usate i morsetti, ricordate di frapporre fra le estremità dello stesso e le assi da incollare altri due pezzetti di legno. Eviterete così di lasciare dei segni sulle superfici di vostro interesse.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come incollare il legno

Il legno è un materiale versatile utile per essere impiegato in svariati modi: dall'arredamento di casa alla produzione di piccoli utensili, fino al fai-da-te e al modellismo. In quest'ultimo caso, per esempio, potremmo avere bisogno di incollare più...
Materiali e Attrezzi

Come incollare il legno rotto

Capita spesso che i mobili e i complementi in legno che si hanno in casa si rompono. Naturalmente, quando accade si cerca di trovare rimedio per ripararli. Ovviamente se l'oggetto da sistemare riporta un danno eccessivo si cerca di portarlo dal falegname....
Materiali e Attrezzi

Come incollare la carta al legno

Quando si svolgono delle attività di artigianato può succedere che venga richiesto l'incollaggio tra la carta e il legno. I normali adesivi molto spesso non sono adatti per questo tipo di procedura perché o non attacca bene il foglio oppure rischia...
Materiali e Attrezzi

Come incollare il legno sulla vetroresina

Prima di iniziare il lavoro, è bene sapere che bisogna svolgerlo in un ambiente adeguato. Tutte le resine epossidiche devono essere esercitate quando la temperatura ambientale è fra i 15 e i 25 gradi. Una temperatura troppo bassa, può dare dei mutamenti...
Materiali e Attrezzi

Come incollare il compensato

Il compensato è un materiale molto versatile e che si presta a numerose lavorazioni. È abbastanza economico e si taglia facilmente, ma allo stesso tempo risulta anche resistente e durevole. Possiamo realizzarci dei mobili oppure degli oggetti di bricolage,...
Materiali e Attrezzi

Come incollare la gommapiuma

La gommapiuma risulta essere esattamente un materiale spugnoso formato da fibre sintetiche che deriva dalla polimerizzazione di un derivato del petrolio. Per le sue principali caratteristiche quali la leggerezza, resilienza, vale a dire la capacità...
Materiali e Attrezzi

Come incollare il plexiglas al vetro

Il plexiglass è un materiale da utilizzare per diversi progetti in casa. È un tipo versatile di plastica acrilica trasparente. Questa può tornare utile in molti progetti diversi di fai da te. Qui di seguito vengono elencati alcuni suggerimenti da tenere...
Materiali e Attrezzi

Come incollare i mattoni forati

Scegliere il mattone giusto per la vostra costruzione è molto importante. Innanzitutto bisogna valutare la differenza tra mattone pieno e mattone forato, questi ultimi sono molto più funzionali alla costruzione in quanto più leggeri, quindi consentono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.