Come incurvare o rendere affilato il bambù

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il Bambù è una pianta originaria dei paesi tropicali; essa cresce spontaneamente, ma può essere anche coltivata. Ultimamente in Europa si trova anche nei giardini e parchi. La pianta, adeguatamente trattata, può essere incurvata o affilata e rendere la forma in base alle proprie esigenze. Gli usi sono davvero molteplici: dal materiale da costruzione all'utilizzo delle fibre per capi di abbigliamento, da oli a prodotti cosmetici, dalla fabbricazione di ombrelli a quella di vari utensili. In questo tutorial si danno delle informazioni su come è possibile incurvare la canna di bambù e come affilarla.

25

Occorrente

  • Canne di bambù
  • Pentola d'acqua in ebollizione
  • Coltelli o utensili affilati per il legno
  • Morsa da lavoro
  • Brace
35

Qualsiasi bambù si può piegare, ma per rendere l'operazione più semplice sono necessari alcuni accorgimenti. La canna deve essere: appena tagliata, verde e di uno spessore sottile. Infatti il bambù ha l'appellativo di "acciaio vegetale" per la sua resistenza e la sua flessibilità. I metodi per piegarlo sono principalmente due. Il primo consiste nel mettere a bollire un pentolone d'acqua e successivamente a fiamma spenta mettere sopra nel senso della sua lunghezza la canna di bambù. È opportuno coprire il tutto con un panno per evitare la dispersione di calore ed aumentare la duttilità della canna.

45

In seguito si può cominciare a piegarla; questa operazione va fatta delicatamente per non correre il rischio di spezzarla. Poi, si lascia raffreddare per farle mantenere la forma. Il secondo metodo prevede l'immersione della canna in una tinozza piena di acqua tiepida; bisogna lasciarla a bagno per 8/10 ore. Il tempo che occorre alla canna per ammorbidirsi dipende dal suo spessore. Dopo che è stato estratto il bambù dall'acqua si può cominciare a forzarlo lentamente; esso si può flettere a proprio piacimento.

Continua la lettura
55

Il bambù può essere anche affilato. Per poter effettuare questa operazione la canna di bambù deve essere abbastanza secca; infatti, in questo caso si affila facilmente. Per rendere acuminata una canna bisogna bloccarla in una morsa e, utilizzando dei coltelli molto affilati oppure degli utensili per lavorare il legno, si deve limare ad una estremità fino a ricavarne una punta. Successivamente si deve accendere una brace e bruciare l'estremità affilata; dopo bisogna bagnarla con dell'acqua fredda. Infatti, il riscaldamento e il successivo ed immediato raffreddamento di un materiale, chiamato "trattamento di tempra", definisce bene la forma ed al tempo stesso evita che la canna di bambù si deteriora con il passar del tempo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come rendere opaca una vernice lucida

Capita, talvolta, di dover ridipingere legno o ferro con della vernice opaca quando ne possediamo soltanto di lucida. Bene, non è necessario acquistarne dell'altra, perché con pochi, semplici passi potremo trasformarla in ciò che ci serve senza ulteriori...
Materiali e Attrezzi

Come rendere satinato un vetro

In questo articolo, abbiamo ben pensato di offrire una sorta di guida, pratica ed anche del tutto veloce, tramite il cui aiuto concreto, poter essere in grado d'imparare come rendere satinato un normale vetro. Potremo in questo modo essere finalmente...
Materiali e Attrezzi

Come levigare i coltelli

In ogni occasione nella quale siete costretti ad utilizzare un coltello affilato, dopo che lo avete lavato e asciugato, dovreste raddrizzare il suo bordo con l'ausilio di un "acciaino". Lo strumento dell'acciaino non servirà a rendere il vostro coltello...
Materiali e Attrezzi

Come rendere impermeabile il gesso

Il gesso è un materiale che può trovarsi sia all'interno che all'esterno delle abitazioni. Quello utilizzato all'esterno si presenta sotto forma di intonaco, e non necessita di essere impermeabilizzato, in quanto è un materiale abbastanza robusto e...
Materiali e Attrezzi

Come rimuovere il silicone

Il silicone è uno dei sigillanti più utilizzati per le superfici della casa perché è estremante facile da applicare ed è molto efficace e tenace. Questa sua ultima qualità però diventa un problema quando devi rimuoverlo se per esempio vuoi sostituire...
Materiali e Attrezzi

Come fissare la lana di roccia al muro

La lana di roccia è un particolare silicato amorfo che si ricava dalla roccia; esso viene utilizzato in edilizia per coibentare le pareti. L’isolamento termico e acustico che si realizza con questo tipo di copertura prevede costi abbastanza contenuti....
Materiali e Attrezzi

Come fabbricare le pietre regolari

Grazie a questa guida apprenderete al meglio come eseguire la fabbricazione delle pietre regolari. Per riuscire a svolgere questo lavoro bisogna seguire attentamente questa guida nei tre passaggi che vi descriverò. Si tratta di un lavoro che viene svolto...
Materiali e Attrezzi

Come applicare il poliuretano sui mobili in vimini

Quando nelle nostre case troviamo delle grosse fessure nei muri, nei mobili di legno, di vimine, o tutti gli altri materiali che hanno la tendenza a dilatarsi, si rende necessaria un'operazione di sigillatura. La soluzione più adatta in questi casi è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.