Come iniziare e chiudere un punto croce

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Una delle attività ricreative più amate dalle donne durante i pomeriggi invernali accompagnati da una buona tazza di tè è sicuramente l'arte del punto croce. Nella guida che segue vi sarà spiegato, a tal proposito, come iniziare e chiudere un lavoretto realizzato con questo metodo. È sufficiente procurarsi la famosa tela Aida, un ago con la punta spessa e la cruna abbastanza larga, il cotone che abbia lo spessore idoneo alla tela e allo strumento che avete scelto. Seguite quindi le istruzioni e godetevi la soddisfazione che questo passatempo artistico può regalarvi.

26

Occorrente

  • Tela Aida
  • Cotone
  • Ago
36

Acquistate il materiale necessario

Come prima acquistate la tela adatta. Si tratta della tipologia 'Aida', un tessuto a trama sufficientemente larga che serve proprio a schematizzare in maniera semplice il lavoro a punto croce che viene eseguito su di esso. Può essere più o meno rigido, dipendentemente dalla qualità dello stesso; viene realizzato in diversi colori da scegliere in base alle vostre esigenze. In genere potete optare tra il colore ecrù, bianco, panna o bianco sporco. Anche la trama può essere più o meno larga e, sulla base della scelta da voi effettuata, dovrete adattarvi la cruna e il filato della dimensione corretta.

46

Inserite il filo nella cruna

Mettetevi a portata di mano lo schema che desiderate realizzare; potete trovarne una vasta scelta direttamente online, oppure potete acquistare le riviste specializzate che trovate in edicola, spesso fornite anche di matassine di filo colorate. Prendete quindi il cotone o la lana e tagliatene una lunghezza di circa sessanta centimetri. Infilate un capo nella cruna dell'ago ed inseritelo dal retro della stoffa verso la parte frontale. Fate scorrere la lunghezza fino a lasciare solamente un paio di centimetri di filo sul retro. Non dovrete eseguire alcun nodo, ma tenere semplicemente fermo il capo per un paio di punti.

Continua la lettura
56

Puntate l'ago in diagonale

Incastrate il capo sotto i fili che creeranno l'intreccio sulla parte posteriore, aiutandovi con l'apposito strumento. Una volta uscito sul retro, dovrete proseguire dal dritto puntando in diagonale, in alto sul prossimo foro a destra. Da questo lato infilate la punta verso il fronte sul foro dritto in basso e proseguite così per tutta la riga. Terminato questo passo, continuate al contrario incrociando il punto sulle varie diagonali che avrete realizzato. Infine fate passare l'ultimo tratto di lunghezza rimanente sul retro del lavoro e, mantenendo il filo nell'ago, nascondetelo per circa un centimetro sotto i fili. In questo modo il lavoro sarà pulito e liscio, senza bisogno di creare nodi antiestetici. Esercitatevi più volte prima di intraprendere opere complesse.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Imparare bene il punto croce

Mediante l'antica tecnica del punto croce è possibile realizzare tantissimi lavoro belli e unici nel loro genere. Realizzare un lavoro impiegando il punto croce è molto divertente ma anche piuttosto semplice da fare. È possibile trovare in commercio...
Cucito

Come realizzare un quadro a punto croce

Realizzare un quadro a punto croce può sembrare un'operazione abbastanza complessa e lunga. In realtà il punto croce è un punto semplice da eseguire anche per le persone che sono meno esperte di cucito. Con questo punto si possono realizzare dei bellissimi...
Cucito

Come realizzare una striscia a punto croce

Il punto croce è una tecnica di ricamo che trae le sue origini nell'antichità. Tuttavia, da qualche anno a questa parte, il punto croce torna di gran moda diventando un ottimo hobby da praticare per decorare asciugamani, canovacci e quadri. L'introduzione...
Cucito

Regole per rimpicciolire un lavoro a punto croce

Il punto croce, è un'arte del ricamo che si tramanda ormai da anni, da generazioni e da madre in figlia. La tradizione dei disegni a punto croce, è sempre ammirata e apprezzata da tutti perché è possibile creare delle meravigliose decorazioni per...
Cucito

Come ricamare un nome con il punto croce

Ricamare un nome con la tecnica del punto croce è estremamente semplice, infatti quest'operazione è divenuta una sorta di usanza per creare moltissimi corredini ai neonati o ai bambini, scrivendo, con ago e filo il loro nome su diversi bavaglini, vestitini...
Cucito

Come creare uno schema personalizzato per lavorarlo a punto croce

Il punto croce rappresenta una tecnica di ricamo su tela o lino, a trama regolare o larga. La sua particolarità risiede nel fatto che i fili devono risultare ben visibili da chi li osserva, per poter individuare delle piccole aree quadrate. Su di esse...
Cucito

Come fare un cuscino con il punto croce

Se si desidera realizzare un lavoro fatto con le proprie mani che sia esclusivo e per una persona speciale, un'idea davvero molto originale consiste nel creare un cuscino con il punto croce. Non è molto difficile: l'importante è essere capaci di ricamare...
Cucito

Come eseguire il punto croce e sue varianti

Il punto croce, è un tipo di punto da ricamo, molto semplice da realizzare e si usa per ricamare la tela Aida, che può essere bianca oppure colorata ed è formata da tanti quadretti, che variano in base al tipo di tela scelto o al ricamo che si deve...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.