Come innescare il verme di Rimini

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il modo migliore per realizzare "una buona pesca", è quello di utilizzare un'esca appropriata. Se le nostre prede più ambite sono i saraghi, le orate o i paganelli, in questo caso possiamo utilizzare come richiamo il verme di Rimini. Una volta in possesso di quest'esca, il passo seguente è quello di montarla in modo adeguato sull'amo. Per chi ancora non fosse a conoscenza di questo modo di pescare, vediamo di seguito alcuni consigli su come innescare in verme di Rimini in modo corretto.

25

Occorrente

  • verme di Rimini
  • Ami di varie misure
  • ago grosso
35

Non tutti i pescatori sono a conoscenza di questo tipo di esca, forse questa lacuna dipende dal fatto che non tutti i rivenditori autorizzati di esche vive, annoverano il verme di Rimini fra i loro articoli. In realtà si tratta di un buono alleato, in grado di aiutarci a riempire il paniere di pesci che altrimenti risulterebbero leggermente difficoltosi da pescare. Prima però di addentrarci nel vivo della guida, andiamo a conoscere un pochino meglio il verme di Rimini. In pratica si tratta di un anellide serpentiforme, dal colore rosso tendente al violaceo. Il suo habitat è il mare, dove ama rifugiarsi all'interno di tane da lui stesso scavate. Si nutre principalmente di molluschi e piccoli organismi.

45

Per quanto riguarda l'utilizzo di questa esca, è importante dire che tutto il procedimento si basa principalmente sulla grandezza dell'amo che vogliamo utilizzare e sulla lunghezza del verme che vogliamo utilizzare. Se l'esemplare a nostra disposizione è di grandi dimensioni, possiamo pensare di tagliare la parte finale, quella inerente alla coda, conservando tutto il resto dell'animale all'interno di contenitori con acqua di mare. Il procedimento è semplice, nonostante questo però è necessario effettuarlo seguendo una determinata metodologia. Il primo passo da fare è quello di prendere in mano il verme, decidere quale sia la lunghezza che vogliamo utilizzare, attendere qualche istante in modo che sia il verme stesso a staccare il pezzo prescelto. Mai commettere l'errore di utilizzare le forbici come invece molte persone fanno.

Continua la lettura
55

Una volta che il pezzo è staccato, asciughiamolo utilizzando sia un panno morbido oppure qualche foglio di carta assorbente da cucina. A questo punto la nostra esca è pronta per essere innescata. Le possibilità a nostra disposizione sono due, possiamo sia utilizzare un ago oppure innescare il verme direttamente sull'amo facendolo passare più volte dalla punta fino a ricoprirlo completamente. La prima metodologia è indicata nel caso in cui vogliamo utilizzare più parti di esca in una volta sola, in questo caso non dobbiamo far altro che infilare le varie parti nell'ago, con molta delicatezza le facciamo scorrere fino ad arrivare all'amo. A questo punto lo andiamo a ricoprire completamente in modo che la preda non possa vedere il bagliore dell'acciaio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come innescare pellet carpfishing

Andare a pescare con i nostri amici o coi colleghi di lavoro, è un'attività piacevole e divertente. In particolare, se si pratica il "carpfishing", ovvero la pesca delle carpe, si dovranno utilizzare delle esche buone e allo stesso tempo molto attraenti...
Altri Hobby

Come realizzare una montatura per pesca della trota

La pesca della trota è senza dubbio uno sport molto avvincente. Per le modalità con cui si realizza e per la bellezza dei luoghi in cui si effettua. Ma occorre avere delle conoscenze di base per avere un buon successo. Oltre all'abilità del pescatore,...
Altri Hobby

Come identificare le monete antiche cinesi

Se siete degli appassionati di storia antica o se semplicemente avete ritrovato una vecchia moneta e volete sapere a che periodo appartiene allora siete capitati sulla guida giusta. Oggi infatti vi parleremo delle antiche monete cinesi. In particolare...
Altri Hobby

Come realizzare delle lanterne volanti

Le lanterne volanti sono degli oggetti che possono creare giochi di luce davvero molto interessanti. Realizzarle non è cosi complicato come si può pensare, poiché basterà un po' di manualità e di passione per il bricolage, senza però creare troppi...
Altri Hobby

Come riconoscere le conchiglie

Fin dai tempi antichi, le conchiglie sono riuscire ad affascinare l'uomo, e sono riuscite ad accompagnare l'evoluzione e la sua storia. Le conchiglie vengono raccolte nelle spiagge, e vengono utilizzate come ornamenti. Vengono coltivate per lo più per...
Altri Hobby

Come accendere il barbecue a carbone senza fare fumo

Il barbecue a carbone, è senza dubbio uno strumento essenziale per chi ama grigliare, in quanto esso sta alla base della maggior parte delle preparazioni alla griglia. E non è riservato solo a principianti o "griller" occasionali, ma anche ai più appassionati...
Altri Hobby

Idee creative per costruire una zucca di Halloween

La festa di Halloween è ormai alle soglie, e come ogni anno porta con sé una ventata di mistero e tanta voglia di divertimento (e di paura). Il profumo autunnale di foglie secche e caldarroste invade le nostre giornate, le vetrine dei negozi si riempiono...
Altri Hobby

Come costruire un formicaio artificiale

Un formicaio può essere molto utile sia ai bambini che agli adulti perché osservare l'organizzazione incredibilmente affinata di una colonia di formiche può farci percepire il mondo naturale in una maniera diversa da come lo concepivamo inizialmente....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.