Come installare un timer allo scaldabagno

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Al giorno d'oggi gli elettrodomestici ci offrono una vastissima gamma di servizi. Un elettrodomestico molto utilizzato nelle abitazioni è senza ombra di dubbio lo scaldabagno elettrico. Quest'ultimo ci permette di tenere una certa quantità di acqua calda. Infatti esso funge da riserva di acqua calda sempre disponibile. Ovviamente, data la sua natura elettrica, i suoi consumi possono influire notevolmente sulla bolletta. Diventa quindi fondamentale poter ottimizzare al meglio i consumi sfruttando una presa a timer. Vediamo, quindi, come installare un timer allo scaldabagno.

27

Occorrente

  • Timer digitale dotato di presa
37

Innanzitutto tenete sempre presente che durante l'inverno la temperatura giusta non deve mai essere superiore ai sessanta gradi centigradi. Mentre nella stagione calda ne sono sufficienti quaranta gradi centigradi. Superare queste indicazioni significa solo voler sprecare inutilmente denaro in energia elettrica. Inoltre i boiler piccoli (e quindi con tempi di riscaldamento piuttosto veloci) si possono accendere pochi minuti prima di utilizzare l'acqua calda, mentre per quelli più grandi occorre calcolare almeno un'ora di attesa. Per limitare eccessi in consumi, un timer rappresenta un'ottima soluzione ed è possibile inserirlo senza alcuna fatica.

47

Quello che dovete fare è munirvi di un timer digitale con presa. Cercandolo presso un punto vendita di materiale elettrico oppure recandovi in un centro per il bricolage. Assicuratevi che si tratti di un dispositivo dotato di una tensione di funzionamento di duecentoventi volt e che la sua potenza di watt sia adatta al modello del vostro scaldabagno. I vari dati tecnici vengono comunque riportati chiaramente sull'etichetta inserita sull'apparecchio oppure vengono indicati sul manuale di istruzioni. Comunque è sempre bene chiedere le dovute informazioni ad un addetto alle vendite per poi procedere correttamente all'acquisto.

Continua la lettura
57

Adesso applicate il piccolo dispositivo alla presa di corrente, quella che utilizzate abitualmente per attaccarvi la spina dello scaldabagno. Quest'ultima la si deve invece posizionare nell'alloggio predisposto sul timer, per permettere all'orologio, la gestione dello spegnimento e l'accensione del boiler. Ora non dovete fare altro che occuparvi della programmazione del vostro timer digitale. Impostando ore e giorni della settimana, ovviamente regolandovi secondo le vostre esigenze. Avrete così l'acqua calda soltanto quando vi occorre e non verrà consumata inutilmente corrente nelle ore in cui non siete in casa.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se utiizzate uno scaldabagno elettrico, evitate di tenerlo sempre acceso pensando che si risparmi energia: accade esattamente il contrario!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come Installare Un Timer Generico

All'interno di questa guida andremo a parlare d'installazione e, nello specifico, come avete avuto l'opportunità di leggere dal titolo di questa guida, cercheremo di analizzare come sia possibile installare un timer generico.Un timer in casa serve per...
Casa

Come installare un timer per l'illuminazione esterna

Se abbiamo una terrazza oppure un giardino, è possibile installare l'illuminazione esterna, in commercio esistono diversi modelli di illuminazione, che variano sia nei colori, che nei modelli e nelle funzionalità; inoltre possono presentare dei timer....
Casa

Come installare uno scaldabagno elettrico

Lo scaldabagno è quell'elettrodomestico che ha la funzione di riscaldare l'acqua dell'impianto idrico domestico. Ne esistono di due tipi: a gas oppure elettrico. In questa guida ci occuperemo di quello elettrico, il cui funzionamento avviene appunto...
Casa

Come testare uno scaldabagno

Se abbiamo appena acquistato uno scaldabagno nuovo ed intendiamo testarlo, ci sono alcune semplici regole da seguire molto importanti sia per garantirne la funzionalità a lungo termine che, per ottimizzare i consumi energetici. La guida che segue sicuramente...
Casa

Come isolare esternamente uno scaldabagno elettrico

Lo scaldabagno elettrico è una delle principali cause di un elevato consumo di elettricità. È molto pratico e può essere installato ovunque esiste una presa elettrica. Inoltre, non costo moltissimo e non richiede manutenzioni complicate, ma impiega...
Casa

Come sostituire un flessibile dello scaldabagno

Capita spesso che il flessibile che allaccia lo scaldabagno elettrico all'impianto idraulico di casa si buchi e quindi occorre sostituirlo. Certo chiamare un idraulico comporta una spesa anche se non eccessiva. Se vi siete precedentemente cimentati in...
Casa

Come pulire l'interno di uno scaldabagno elettrico

Nel corso degli anni e soprattutto nelle zone in cui è in uso dell'acqua molto ricca di calcio, il calcare tende ad accumularsi all'interno dello scaldabagno dando vita a delle incrostazioni anche di rilievo. Per rendere lo scaldabagno efficiente, ed...
Casa

Come sostituire il timer del forno

L'elettrodomestico di cui sicuramente non si può fare a meno in una cucina è il forno. In commercio ne esistono di svariati modelli e marche, ma sostanzialmente usato per lo stesso scopo. Esso è dotato di tre manopole, una serve per accenderlo ed ha...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.