Come intagliare la pietra leccese

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La pietra leccese è di origine calcarea risalente a circa 21 milioni di anni fa; infatti, la compattezza, il colore e la struttura, sono dovute ai suoi componenti base (silicio e granito), le cui principali varietà sono la dorata pallida, la bianca e la grigia. Se dunque abbiamo a disposizione dei blocchi di pietra leccese che intendiamo intagliare, ci sono alcune importanti tecniche da adottare, ed è per questo motivo che nei passi successivi, spieghiamo come procedere per realizzare oggetti o bassorilievi.

27

Occorrente

  • Flex con disco di acciao
  • Sgorbie di metallo
  • Lime assortirte
  • Trapano a percussione
  • Martellino pneumatico
  • Scalpelli e martello
  • Frese per trapano
37

I passaggi fondamentali per intagliare la pietra leccese sono: la progettazione, la rimozione delle percussioni in tre fasi (sgrossatura, la formatura secondaria e quella liscia), lo stridulo a mano, la levigatura e infine, la finitura e il montaggio. Gli strumenti principali per realizzare gli intagli, possono variare di peso e dimensioni ma sono realizzati tutti in acciaio al carbonio. Quando un blocco si presenta abbastanza grande e abbiamo la necessità di ridurlo di dimensione, per creare un oggetto con una misura ben precisa, possiamo utilizzare uno scalpello, ma si corre il rischio di spaccare la pietra e renderla inutilizzabile per lo scopo prefissato. Il metodo migliore è dunque di ricorrere ad una flex con dei dischi a punte diamantate, che ci consentono di ottenere un taglio netto e senza sbavature.

47

Una volta ottenuta la sagoma necessaria per l'intaglio, possiamo utilizzare uno scalpello e un martello per creare delle cavità, e delle sgorbie per il classico intaglio, proprio come avviene sul legno. Oltre alle sgorbie, sono necessari anche altri attrezzi come ad esempio degli uncini per creare dei solchi, dove poi possiamo inserire dei tasselli, se intendiamo arricchire la scultura con particolari decorazioni.

Continua la lettura
57

Per ottenere la figura a bassorilievo, è dunque necessario farla risaltare in avanti, per cui bisogna eliminare i contorni scavandoli accuratamente. Per questo lavoro, possiamo utilizzare un trapano elettrico a percussione e con regolatore di velocità, oppure un martellino pneumatico.

67

Un altro metodo per intagliare la pietra leccese, consiste nella smerigliatura angolare. La smerigliatrice angolare è uno strumento incredibilmente pericoloso ma anche abbastanza utile. Si consiglia sempre di indossare occhiali di sicurezza o meglio ancora una visiera completa e un equipaggiamento protettivo. Il disco abrasivo a diamante, consente un "taglio a secco segmentato", grazie ad una lama in muratura. In commercio, esistono anche delle frese tempestate di diamanti, con le quali è possibile realizzare delle vere e proprie sculture sulla pietra leccese, in maniera facile e veloce.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La pietra leccese, prima di lavorarla, va bagnata, per evidenziare meglio le venature e i relativi punti da intagliare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come incollare i pannelli in pietra ricostruita

Arredare e decorare la casa in modo soddisfacente è un compito che richiede un certo impegno. Gran parte del fascino degli interni risiede nel migliore abbinamento tra mobili e complementi d'arredo. Ma mobili e decorazioni non sono le sole cose che meritano...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare la pietra focaia

La pietra focaia vede l'inizio del suo utilizzo nell'era preistorica. L'uomo scopre la natura di alcune pietre particolari (quarzite, selce e pirite contenente ferro) che, sfregate tra loro creano quelle scintille luminose che cadono su foglie e rami...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un barbecue in pietra

Il barbecue è una vera e propria passione, grazie ad esso possiamo organizzare feste tra amici e parenti, e oltre alla buona chiacchiera goderci del cibo buono. Ma se non l'abbiamo il primo pensiero è quello di comprarlo, però questo ha un costo. Allora...
Materiali e Attrezzi

Come creare un coltello da sopravvivenza in pietra

In questa guida vedremo come creare un coltello da sopravvivenza in pietra. Un oggetto di questo tipo si rivelerà utile in caso di bisogno, come ad esempio in campeggio o per un'escursione. Procedere alla realizzazione non è semplice. Occorre precisione...
Materiali e Attrezzi

Come affilare un coltello con una pietra

Uno dei mestieri che sta lentamente ed inesorabilmente scomparendo è quello dell'arrotino. Questo artigiano non eseguiva solo la semplice molatura delle lame ma molto spesso, a bordo della sua bottega ambulante costituita da un attrezzatissimo carretto...
Materiali e Attrezzi

Come rimuovere un rivestimento in pietra

Se in casa o in giardino abbiamo precedentemente rivestito una o più pareti con delle pietre naturali e quindi abbastanza spesse, ed intendiamo rimuoverle senza danneggiare la struttura portante, bisogna seguire delle linee guida specifiche. In riferimento...
Materiali e Attrezzi

La pietra refrattaria: utilizzo e manutenzione

In qualsiasi abitazione, tra i tanti utensili e materiali che si hanno a disposizione, non dovrebbe assolutamente mancare una pietra refrattaria, dal momento che si tratta di un importante elaborato che si ottiene dalla cottura dell'argilla, utilizzato...
Materiali e Attrezzi

Come abbattere un forno in pietra

Tra le opere di manutenzione in casa può succedere di abbattere anche dei forni di vecchia manifattura. I forni in pietra infatti si trovano solitamente nelle vecchi abitazioni: erano ottimi per la preparazione del pane e dei dolciumi ed infatti molti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.