Come intarsiare un filo d'argento nel legno

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

In questa guida vi spiegherò brevemente come intarsiare un filo d'argento nel legno. Sarà un procedimento molto lungo e difficile che richiederà parecchia pazienza e precisione. Il risultato finale però sarà qualcosa di meraviglioso. Quindi, se siete pronti direi di iniziare subito con la spiegazione.

27

Occorrente

  • Lama affilata
  • Legno
  • Filo d'argento
37

Per capire bene come intarsiare un filo d'argento dovete leggere questo primo passo. Assicuratevi che il filo si tempri a dovere e diventi morbido se si tratta di un calibro 26 o più spesso. È possibile utilizzare un calibro 28 e 1/2 duro, ma risulterebbe pieno di ricottura. Invece, meglio se la superficie è curva. Utilizzate due calibri differenti per ottenere un effetto di flusso. Il calibro 26 per i rotoli e il calibro 28 per i rami funziona bene. Evitate il filo pesante, rischia di sembrare goffo. Il calibro 24 si utilizza per alcune forme geometriche, ma non sembra poi così buono. Inoltre è un vero trucco per fare curve composte con filo da calibro 24.

47

Successivamente, per intarsiare un filo d'argento nel legno, prendete il filo e lavorate intorno ai rotoli. Quando tutto si inserisce a metà strada, cominciate toccando il filo fino in fondo. Non esiste una regola che dica che non si possa lasciare un po' di attaccatura fino a depositare del filo in seguito. Questo è particolarmente vero in curve composte. Tentate di librare il filo alla sottomissione. Però dovete saperlo piegare o addensare. Semplice è spesso e altrettanto buono come fantasia. Certe volte un semplice doppio rotolo con alcuni piccoli rami possono essere lavorati con la lama di un affilato coltello da cucina. Infatti, potrete intagliare delle fessure nel legno e successivamente incastrare in esse un filo d'argento. Questo procedimento potrete conseguirlo sempre aiutandovi col coltello.

Continua la lettura
57

Infine, ecco come ultimare il procedimento, quindi ecco come finire di intarsiare un filo d'argento nel legno. Anche un intarsio su superfici fortemente curve produce i suoi problemi. Cercate di evitare curve quando vi è possibile. Soprattutto quando sono composte in intarsio. Un intarsio piccolo pulito sulla zona piatta spesso si rivela un aspetto migliore. Questo rispetto all'intarsio più grande e più elaborato che guarda male dovute superfici col manico ricurvo. Se c'è un gap (particolarmente comune nella parte superiore di un legno) spesso si risolve gonfiandosi. Bagnate quindi la maniglia come fareste alla fine del processo e utilizzate uno strumento di modellazione in acciaio per spingere il legno umido stretto al filo. Lasciate asciugare completamente. Se c'è ancora un piccolo spazio si può intarsiare in un po' di spazio in legno corrispondente.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usate dei guanti per evitare tagli alle mani
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come usare la foglia d'argento

La foglia d'argento, così come quella d'oro e quella di rame, viene utilizzata per realizzare delle decozioni su delle superfici in metallo, in vetro o in legno, conferendo loro un aspetto luminoso e metallizzato. Può essere impiegata sia per rinnovare...
Materiali e Attrezzi

Come pulire l'argento ossidato dallo zolfo

L'argento rappresenta un metallo che si apprezza maggiormente quando è pulito, dal momento che in questa maniera si valorizza notevolmente la sua lucentezza ed il suo splendore. Questo genere di metallo viene generalmente utilizzato per realizzare dei...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare il filo di rafia

Il filo di rafia è una fibra naturale che deriva da una palma dalla quale prende anche il nome. La palma di rafia è presente in Madagascar e, solitamente, viene essiccata per poi essere trasformata in nastro naturale. In commercio, esiste anche una...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare la saldatrice a filo

La saldatrice a filo si differenzia da quella a gas, perché possiede un nucleo per proteggere la saldatura dall'ossidazione durante il raffreddamento. Inoltre l'apparecchio, può essere facilmente utilizzato in spazi all'aperto, perché il flusso...
Materiali e Attrezzi

Come Preparare E Regolare la Macchina A Filo Continuo Per Saldare

L'unione dei componenti metallici può determinare longevità, qualità e resistenza in qualsivoglia prodotto disponibile, ed è bene fare luce su un punto fondamentale di questo processo: la realizzazione di una buona saldatura con un tipo specifico...
Materiali e Attrezzi

Come Utilizzare Il Filo A Piombo

Uno strumento impiegato specialmente nel settore dell'edilizia e che non può assolutamente mancare all'interno del proprio fabbricato (villa, appartamento, villetta a schiera, monolocale, ecc.) è rappresentato dal filo a piombo. Al giorno d'oggi, comunque,...
Materiali e Attrezzi

Come riciclare il filo di ferro plastificato

Il filo di ferro, conosciuto anche come ferro filato, è un materiale che non deve mancare in una cassetta degli attrezzi. Il motivo è molto semplice: può essere utilizzato per numerose applicazioni e non è assolutamente difficile usarlo. Può essere...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare un saldatore a filo continuo

Questa riportata di seguito è una guida di base su come saldare utilizzando un saldatore a filo continuo. La saldatura MIG (metal inert gas) è un processo impressionante che utilizza l'energia elettrica per fondere ed unire insieme vari pezzi di metallo....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.