Come intervenire su un dipinto che si scrosta

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se amate la pittura e la sua antichissima arte decorativa, e vi siete appena cimentati a creare un dipinto, dovete mettere in preventivo che può andare incontro ad un deterioramento. Nello specifico si tratta di intervenire se la vernice si scrosta, e per fare ciò abbiamo redatto per voi una guida su come procedere per ottimizzare il risultato e scongiurare quindi l'inconveniente.

25

Occorrente

  • Olio di papavero
  • Pennello morbido
  • Straccio sottile inumidito
  • Lama a punta sottile o bisturi
  • Pinzetta
  • Colla arabica
35

Innanzitutto mettete il quadro in una posizione agevole per consentirvi di lavorare al meglio. Una volta fatto ciò, per intervenire su un dipinto che si scrosta, con un pennello dalle setole morbide, spennellate leggermente il vostro quadro utilizzando l'olio emolliente di papavero. Lasciate poi asciugare adeguatamente e ripetete l'operazione dopo tre o quattro giorni. Quando l'olio si sarà asciugato, potrete passare sulla superficie colorata uno straccio sottile inumidito in acqua, in modo da togliere completamente la polvere residua, con la raccomandazione di non strofinare, ma soltanto tamponare.

45

Se nonostante queste applicazioni sul dipinto con l'olio di papavero, la pittura continua a scrostarsi, potete procedere ad un vero e proprio consolidamento. Per fare ciò è importante avere una mano leggera, tanta pazienza e molto tempo a disposizione. Nel dettaglio procuratevi una lama a punta molto sottile e con essa staccate completamente dalla tela il pezzo di colore che ormai stava per cadere. A questo punto noterete che sarà leggermente concavo, come una barchetta. Ricordatevi di procedere con la massima delicatezza, poiché intervenire su un dipinto che si scrosta, e in maniera fai da te e senza l'aiuto di restauratori esperti, implica la massima attenzione. Arrivati a questa fase di lavorazione prendete il pezzetto di colore precedentemente asportato, e mettetelo in un piattino coprendolo con una goccia di olio di papavero. Dopo qualche giorno sarà tornato di nuovo morbido, e potrà essere inserito nella sua zona.

Continua la lettura
55

Per prelevarlo dal piattino afferratelo delicatamente con una pinzetta e poi incollatelo sul dipinto nel punto esatto in cui lo avevate tolto. Per il fissaggio vi conviene usare della colla arabica in quantità minima, e reperibile proprio nei centri per le belle arti. Seguendo i passi di questa guida, ed intervenendo delicatamente su un dipinto che si scrosta, sarà possibile farlo in modo funzionale, con ottimi risultati, e soprattutto con la consapevolezza che la volta successiva, l'esperienza acquisita, giocherà a vostro favore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Errori da evitare nell'uso di un passepartout

Se tra i nostri hobby abbiamo quello di montare dei dipinti in una cornice, ed intendiamo utilizzare il classico ed elegante passepartout, è importante rispettare alcune linee guide ben precise per massimizzare il risultato. A tale proposito nei passi...
Materiali e Attrezzi

Come usare la pittura lavabile

Se avete deciso di ridipingere i muri di casa, la pittura lavabile è di sicuro la soluzione ideale, soprattutto se avete dei bambini: può capitare, infatti, che le pareti si sporchino, magari a seguito di pedate o spruzzi di cibo e liquidi. In queste...
Materiali e Attrezzi

Come tagliare una zanzariera

Se avete la necessità di installare una zanzariera o tagliarne una parte per poterla sostituire, bisogna intervenire correttamente, per evitare sprechi e soprattutto non danneggiarla in modo irreparabile. A tal proposito, nella seguente guida, vi illustrerò...
Materiali e Attrezzi

Come dipingere sull'acciaio inossidabile

Se possedete un vassoio in acciaio inossidabile, ed avete intenzione di dipingerlo all'interno con dei colori a tempera, magari proprio per dargli un aspetto completamente nuovo ed originale, potete farlo in due modi. Il primo consiste nel disegnare delle...
Materiali e Attrezzi

Piastrelle adesive: consigli di installazione

Abbiamo deciso che è arrivato il momento di un restyling della nostra abitazione. I pavimenti e le piastrelle sono decisamente rovinati e il tempo non gli ha risparmiato scheggiature e macchie. Ovviamente decidere di intervenire e andare a ristrutturare...
Materiali e Attrezzi

Come Usare La Carta Oleata

La carta oleata che acquistiamo al supermercato per cucinare e cuocere le pietanze in forno, senza rovinare teglie e pentole può rivelarsi uno strumento per il fai da te, davvero utile e comodo. È possibile, infatti, usare la comune carta oleata da...
Materiali e Attrezzi

Come ripulire il ferro ossidato

Quando il ferro, o altri materiali simili, vengono a contatto con l'acqua, con l'umidità o con il caldo, si avviano una serie di reazioni che permettono all'ossigeno di insinuarsi nel materiale, che subisce il fenomeno dell'ossidazione, che tutti noi...
Materiali e Attrezzi

Come usare la levigatrice per persiane

Se avete intenzione di restaurare delle persiane in PVC o in legno, potete intervenire con una levigatrice specifica che si rivela molto pratica e versatile ai fini dell'uso, e che consente di ottimizzare il risultato rendendo la struttura perfettamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.