Come intrecciare aglio e cipolle

Tramite: O2O 03/03/2016
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le cipolle e gli agli sono pronti per essere raccolti, quando hanno un colore giallastro che assumono gli steli e dal fatto che tendono ad inclinarsi in una posizione curva. A questo punto, senza esitare, si possono estrarre dal terreno. In questa semplice guida, ci occupiamo di come intrecciare aglio e cipolle, secondo un'antica e particolare tradizione. Intrecciare aglio e cipolla permette di conservarli a lungo, in un luogo fresco ed asciutto.

26


I due bulbi prima di essere raccolti devono tuttavia restare ancora per qualche giorno nel terreno oppure al massimo su un supporto di pietra, in modo da eliminare tutta l'umidità accumulata durante la crescita; questa tecnica ci consente poi di ottenerle secche ed ideali per intrecciarle. Dopo che si sono asciugati, scuotere la terra rimasta incollata ai bulbi.

36

Dopo la fase dell'asciugatura, veniamo dunque a descrivere l'intreccio tra agli e cipolle. Innanzitutto, bisogna pulirli a fondo, eliminando quelli che si presentano particolarmente danneggiati, e dopo li disponiamo su un tavolo, dividendoli a gruppi di cinque, e precisamente due in verticale e tre in orizzontale, in modo da creare l'intreccio tipico, che in genere vediamo nei negozi o nei vecchi casolari di campagna. Il sistema per realizzarlo, consiste nel far passare il primo stelo orizzontale sopra il primo situato sul piano in verticale, e poi subito dopo sotto il secondo. Quest'ultimo stelo orizzontale, stavolta lo facciamo passare sotto al primo verticale e poi sopra al secondo, mentre per il terzo eseguiamo l'intreccio uguale al punto di partenza. Il procedimento è facile, e guardate la foto della guida per capire al meglio come fare. Dopo un po di pratica, il tutto verrà quasi automaticamente.

Continua la lettura
46

A questo punto prendiamo i gruppi di cipolla e aglio e li blocchiamo con dello spago resistente, ottenendo il primo fascio. Con lo stesso procedimento ne assembliamo degli altri, fino ad esaurimento delle scorte, dopodichè possiamo decidere se abbinarli tra loro a gruppi di due o tre, o lasciarli singolarmente e agganciarli alle travi, se abbiamo una cucina rustica. Inoltre, si possono anche appendere con un filo in un altro ambiente della casa o nel giardino, lasciandoli in bella esposizione, e all'occorrenza prelevarne qualche spicchio per le nostre ricette. In entrambi i casi l'utilità e l'atmosfera originale e rustica è garantita. Con questo semplice metodo apprezzerete fino in fondo la bontà e il sapore dell 'aglio e della cipolla.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare l'aglio nero

A prima vista potrebbe suscitare un certo disgusto, eppure, da qualche anno, ha preso piede la coltivazione e l'utilizzo del black allium (detto anche black garlic). Praticamente, consiste nell'aglio nero, che si è sviluppato soprattutto in oriente e...
Giardinaggio

Come eliminare afidi, oidio e cocciniglia con aglio e cipolla

Molto spesso, la bellezza e la salute delle nostre amate piante, può essere messa a rischio dall'arrivo di indesiderati parassiti. Anche se in commercio ci vengono proposti metodi più o meno aggressivi per eliminare questo fastidioso problema, è invece...
Giardinaggio

Come essiccare e conservare le cipolle

Le cipolle sono piante biennali. Inizialmente concentrano la loro forza nel far crescere le foglie, poi in tarda primavera, quando si raggiunge una certa lunghezza del giorno, danno inizio al processo di formazione del bulbo, che è la porzione della...
Giardinaggio

Orto in autunno: 5 cose da seminare

Chiunque sogna di avere un orto durante tutto l'anno per poter coltivare quello che preferisce in modo tale da non andare incontro a problemi salutari e assumere cibi nutrienti e sicuri. Ottenere un orto è una cosa molto semplice anche se curarlo richiede...
Giardinaggio

Come proteggere le piante con i rimedi naturali

Mantenere un giardino in perfetta salute è una missione non da poco. Amministrare una spazio con delle piante è un'operazione che richiede tempo ed amore per la natura. Molto spesso è utile proteggere le piante da acari, batteri ed impurità dell'aria...
Giardinaggio

Come piantare i bulbi di cipolla

Le cipolle rappresentano un ortaggio indispensabile in cucina, pertanto non può mancare in un orto domestico un'aiuola dedicata alla loro coltivazione. In genere, due sono i modi per piantare le cipolle: usando i bulbi o i semi di cipolla. Appare preferibile...
Giardinaggio

Cosa coltivare in montagna

Ad un terreno montuoso difficilmente si associa un'alta produttività. Nell'immaginario comune, infatti, le avversità atmosferiche potrebbero danneggiare l'orto. In parte è vero. Tuttavia, alcune piante officinali, le lattughe e le brassicacee resistono...
Giardinaggio

Come allontanare le formiche dai tronchi degli alberi

Con l'arrivo della bella stagione, è inevitabile il momento in cui sorge lo spiacevole problema di zanzare, insetti e sopratutto formiche. Se questi problemi non vengono controllati in tempo, si può andare in contro alla rovina delle piante e degli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.