Come intrecciare cappelli di paglia

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La paglia non è solo quella che viene utilizzata nei campi per l'allevamento, ma viene anche sfruttata per la realizzazione dei cappelli. Ad oggi se ne vedono sempre meno ma saper intrecciare la paglia è un'arte non indifferente: la si vedeva fare ai propri nonni o comunque si trattava di capelli utilizzati molto nelle campagne, poiché mantengono bene il forte calore del sale. L'intrecciamento della paglia veniva anche fatta per i sedili delle sedie, oggi ripresa per recuperare molti elementi di arredo per lo stile vintage. I cappelli di paglia hanno oggi una forte rivisitazione in termini di moda, in quanto molto sfruttati, sopratutto durante il periodo estivo. Vediamo attraverso questa guida come intrecciare i cappelli di paglia.

27

Occorrente

  • Paglia
37

Lavorare la paglia

Della lavorazione della paglia, che teoricamente risale agli inizi del diciottesimo Secolo, esistono opere famose quali le "Paglie di Firenze" che sono state realizzate con l'intrecciatura fatta a mano e la lavorazione finale necessaria a definire la forma, veniva creata invece con l'aiuto meccanico di presse e macchine. Ancora prima della fase che interessa la creazione del cappello vero e proprio, sono necessari numerosi e differenti passaggi che consentono di ottenere dei filamenti schiacciati, delle stesse dimensioni e tonalità. Il giorno prima della lavorazione è necessario tenerla a bagno e poi schiacciare le fibre in modo da renderle più morbide e maneggevoli.

47

Lavorare il cappello

Dopo aver effettuato la lavorazione della paglia descritta precedentemente, lasciare le fibre in acqua per una notte, successivamente pressarle manualmente oppure lasciarle riposare per alcune ore sotto un oggetto pesante ed infine far evaporare l'acqua. Appena pronta la paglia, si procederà a sezioni, creando prima il cilindro del cappello ed in seguito la falda, tutto secondo la tecnica dell'intrecciatura. Per il cilindro, realizzare una treccia centrale, lineare o di forma circolare, a seconda della forma che si darà al cappello, procedere intrecciando i lunghi filamenti a mo' di spirale: le trecce dovranno quindi essere poste le une sopra le altre, unendo le varie trecce con ago e spago, continuare fino a quando non si sarà soddisfatti del risultato. Si passa poi alla falda, anche questa avrà una grandezza a piacere, il procedimento è lo stesso, ma a differenza della prima sezione, le file intrecciate verranno cucite una accanto all'altra. Una volta giunto questo punto si possono unire le due sezioni, utilizzando sempre l'ago e lo spago.

Continua la lettura
57

L'attaccatura

Una volta attaccati la falda ed il cilindro si deve procedere a coprire questa parte della cucitura. Questa parte diviene allo stesso tempo un elemento decorativo, che si può scegliere a piacere con un nastro colorato che può essere incollato con della colla al caldo, oppure, nel caso di cappelli femminili, chiudere con un fiocco o con degli ornamenti, anche con pietre colorate. In questo modo si è ottenuto un cappello di paglia intrecciata.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fare delle trecce piuttosto strette così da non lasciare spazi aperti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come intrecciare la rafia

La rafia è una fibra vegetale naturale, proveniente dalle zone tropicali. Vagamente simile alla paglia, viene impiegata nel giardinaggio o per il bricolage creativo. Opportunamente trattata con vernici particolari, è ideale anche per suole di scarpe...
Bricolage

Come intrecciare un vassoio a base ovale

I vassoi intrecciati possono contenere diversi tipi di oggetti e molto spesso vengono utilizzati anche come decorazioni per la casa; si possono acquistare online o nei negozi, ma è possibile realizzarli anche a casa attraverso la tecnica fai da te. Nei...
Bricolage

Come realizzare un presepe con paglia e filo

Anche se siamo lontani dal prossimo Natale, la magia di questa festa non cessa mai e appena finisce una festività natalizia, la mente pensa già al prossimo Natale, a tutte le decorazioni e alla famiglia che ci accompagneranno in quei giorni speciali....
Bricolage

Come intrecciare un coperchio di vimini

L'arte di intrecciare il vimini è assai antica e diffusa. Presso i Greci e presso i Romani, il vietor o viminator era abile nella costruzione di cesti di vimini, recipienti e persino coperchi; anche il clipeus era uno scudo realizzato con un intreccio...
Bricolage

Come intrecciare braccialetti di cuoio

La creazione dei gioielli è un hobby molto apprezzato da coloro che nel tempo libero si dedicano a delle attività di artigianato. È una pratica molto che, in una persona, aumenta la manualità e la creatività. Si possono creare tanti bei bracciali...
Bricolage

Come realizzare un porta cappelli vintage

Ormai la tendenza vintage è diventata una moda parecchio diffusa ed apprezzata. Meritatamente, dobbiamo riconoscere. Infatti il fascino degli oggetti di epoche passate torna a coinvolgere sempre. Nonostante il loro gusto sorpassato. Il termine inglese...
Bricolage

Come intrecciare il bamboo

Il bamboo è una pianta legnosa tropicale che cresce in Asia ed in America. Esso viene utilizzato sia per la costruzione di case ed arredi, che per la più semplice creazione di ceste. La lavorazione del bamboo è un procedimento artigianale millenario,...
Bricolage

Come Bagnare E Montare La Paglia Di Vienna

La paglia di Vienna viene ricavata dal giunco, impagliata e successivamente intrecciata. Un tempo era una vera e propria arte, dove impagliatori esperti si cimentavano a realizzare oggetti con questo elemento. Questa veniva utilizzata soprattutto per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.