Come intrecciare cestini

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'intreccio di cestini è una delle attività manuali più antiche ed utili, nata per la necessità di plasmare dei recipienti, utilizzando spesso materiali poveri e naturali, come il salice ed il vimini. In diverse epoche si è poi optato per l'uso di rafia, o altri "fili" vegetali, con un’alta consistenza, poiché, l'ordito deve avere una resistenza tale da permettere una successiva tessitura delle pareti, ovvero la trama. Per la creazione di questi contenitori, si sono sempre utilizzati materiali naturali che, un tempo, erano decisamente poco costosi, mentre oggi risultano cari e poco reperibili. Seguendo questa guida potrete imparare come intrecciare cestini con qualsivoglia materiale.

26

Occorrente

  • cata di giornali o stecche di midollino
  • filo di vimini o tessuto
  • colla
36

Occorrente

Per forgiare, quindi, dei contenitori, che potrete adoperare nei modi più diversi, dovete procurarvi alcune lunghe fettucce resistenti, è consigliabile l’utilizzo di vecchi giornali ripiegati per lungo o dei classici rami di salice, che incrocerete, uno con l'altro, per produrre una base.
Le forme che potete realizzare sono molte, tonde, quadrate, astratte, tutto dipende dalla manualità e dalla fantasia che porrete nel lavoro e da come lo inizierete, cominciando a incrociare più bande, procedendo, infine, in tondo o sovrapponendole in perpendicolare, alternandole per creare una tessitura quadrata o rettangolare.
Se userete la carta potrete anche decidere di arrotolarla per migliorarne la consistenza e rendere il risultato finale più stabile e simile ai veri cestini artigianali in midollino.

46

Il punto base

Creato il fondo, inserendo, con molta cautela, le fettucce della trama, sopra e sotto quelle dell'ordito, arriverete al punto di avere una base. Basterà piegare in verticale le strisce dell'ordito per poi procedere lungo le pareti e crescere in altezza, così da arrivare alla quota desiderata o, comunque, quella permessa dalla lunghezza dell'ordito. Ricordate che dipende dalla lunghezza di queste strisce la totale altezza del vostro manufatto. Per chiudere il lavoro, dovrete piegare la parte finale delle strisce e fermarle saldamente nelle maglie inferiori.

Continua la lettura
56

Opzione: Carta

Nel caso in cui optate per la carta, basta qualche goccia di colla a caldo per stabilizzare il tutto, al contrario, se utilizzate il vimini, ricordate di bagnarlo e di incastrare le parti finali con le maglie precedenti. Come avete potuto capire il procedimento è molto semplice, basta infatti alternare la trama e l’ordito. Inoltre, ora che avete appreso la tecnica, potete provare con diversi materiali come la stoffa e le cannucce di plastica.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se lavorate le fibre vegetali bagnatele per una notte
  • Se utilizzate carta o tessuto, formate più strati altrimenti la struttura sarà meno resistente

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come intrecciare la paglia

Se siamo abili nel fai da te e abbiamo anche una certa manualità, possiamo intrecciare la paglia per realizzare degli oggetti o accessori utili per la casa. Si tratta di una pratica molto antica che nasce dalla necessità dell'uomo di realizzare contenitori...
Bricolage

Come intrecciare un vassoio a base ovale

I vassoi intrecciati possono contenere diversi tipi di oggetti e molto spesso vengono utilizzati anche come decorazioni per la casa; si possono acquistare online o nei negozi, ma è possibile realizzarli anche a casa attraverso la tecnica fai da te. Nei...
Bricolage

Come intrecciare la rafia

La rafia è una fibra vegetale naturale, proveniente dalle zone tropicali. Vagamente simile alla paglia, viene impiegata nel giardinaggio o per il bricolage creativo. Opportunamente trattata con vernici particolari, è ideale anche per suole di scarpe...
Bricolage

Come intrecciare braccialetti di cuoio

La creazione dei gioielli è un hobby molto apprezzato da coloro che nel tempo libero si dedicano a delle attività di artigianato. È una pratica molto che, in una persona, aumenta la manualità e la creatività. Si possono creare tanti bei bracciali...
Bricolage

Come intrecciare il bamboo

Il bamboo è una pianta legnosa tropicale che cresce in Asia ed in America. Esso viene utilizzato sia per la costruzione di case ed arredi, che per la più semplice creazione di ceste. La lavorazione del bamboo è un procedimento artigianale millenario,...
Bricolage

Come intrecciare una croce per la domenica delle Palme

La ricorrenza religiosa della domenica delle palme è importante e significativa. Viene celebrata la domenica precedente a quella di Pasqua per ricordare il momento in cui Gesù, acclamato dal popolo, entrò a Gerusalemme, fra mille gioiosi sventolii...
Bricolage

Come Intrecciare Una Corda A Stella Per Portachiavi

Intrecciare una corda rappresenta un'operazione che può essere definita arte, soprattutto quando con questi intrecci si riescono ad ottenere degli oggetti particolarmente utili, tra cui un portachiavi. A tal proposito, in questa semplice ed esauriente...
Bricolage

Come decorare cestini per bomboniere

Organizzare una cerimonia nei minimi dettagli richiede un grande impegno, soprattutto quando il budget a disposizione è ristretto! Il fai da te in questi casi è l'alleato ideale! Che si tratti di un battesimo, una comunione o un matrimonio, non deludere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.