Come invertire gli ingranaggi di un chiudiporta per il montaggio a sinistra

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nelle nostre case troviamo una porta per ogni stanza. Quando ci capita di aprire più finestre contemporaneamente, il ricambio d'aria può far sì che una porta si chiuda violentemente. Per evitare che una porta si chiuda sbattendo forte, è opportuno utilizzare un oggetto davvero utile. Stiamo parlando del cosiddetto chiudiporta.
Per il montaggio di questa componente, si usa solitamente il lato destro della porta. Tuttavia si può intervenire anche sulla sinistra, solo che bisogna invertire gli ingranaggi del chiudiporta.
In questa piccola guida vedremo come fare se il chiudiporta si deve installare sulla sinistra.

27

Occorrente

  • Porta
  • Chiudiporta
  • Cacciavite
  • Molta attenzione
37

Per prima cosa, se l'apertura della porta si trova a sinistra rispetto all'ambiente in cui avviene la rotazione, bisogna necessariamente invertire gli ingranaggi del chiudiporta. Aprite dunque il meccanismo ed estraete la molla che si trova nel contenitore. Capovolgete quest'ultima e successivamente reintroducetela nel meccanismo. In questo modo l'avvolgimento sarà esattamente al contrario rispetto alla posizione originale.
Oltre alla molla, dovrete riposizionare anche il cilindro nel corpo del chiudiporta. Vediamo come fare nel prossimo step.

47

Per ricollocare il cilindro nel corpo del chiudiporta che andrete a montare a sinistra, dovete compiere un movimento avvitatorio. Prestate la massima attenzione quando riassemblate tutti gli elementi, altrimenti il meccanismo non funzionerà.
Per riapplicare il chiudiporta su porte che hanno l'apertura a sinistra, dovete controllare un altro elemento. Accertatevi che la "S" di sinistra, che si trova sul braccio del chiudiporta, sia rivolta verso l'alto. In quel caso il montaggio è corretto, altrimenti dovrete capovolgere questo elemento.
A questo punto però è inevitabile chiedersi se lo stesso tipo di chiudiporta vada bene per qualunque tipo di porta. La risposta ovviamente è no, infatti ora vedremo quali soluzioni si possono adottare.

Continua la lettura
57

In base alla porta a cui andrete ad applicare un sistema che eviti di farla sbattere in fase di chiusura, ci sarà una diversa tipologia di chiudiporta. Se si tratta di porte interne, purché non abbiano un peso eccessivo, è consigliabile adoperare un chiudiporta di tipo piatto. Esso dovrà assolutamente avere il braccio parallelo alla traversa, altrimenti non è adatto alle vostre porte.
Nel caso in cui dobbiate installare un componente su porte o sportelli esterni e molto leggeri, sarebbe meglio evitare un chiudiporta. Preferite invece una semplice asta di richiamo a molla che svolgerà la stessa funzione in maniera altrettanto efficace.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate attenzione a non perdere dei pezzi quando invertite gli ingranaggi.
  • Controllate sempre il verso della "S" sul braccio del chiudiporta, per evitare un montaggio errato.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come regolare la tensione dei chiudiporta

Se abbiamo appena montato un chiudiporta, e non ci soddisfa la tensione con cui agisce in fase di chiusura o di apertura del serramento, non è il caso di preoccuparci e nemmeno di rivolgerci al venditore. Si tratta infatti, di agire in determinati punti...
Casa

Come montare i chiudiporta

Capita spesso che il portone del vostro palazzo oppure la porta del negozio non si riescano più a chiudere in modo corretto, restando aperti ed obbligando le persone a verificare sempre che sia ben chiuso. Fortunatamente esiste un rimedio a tal problema...
Materiali e Attrezzi

Come regolare un chiudiporta pneumatico

Per chiudere la porta d'ingresso del nostro giardino o di un negozio, è importante sapere che l'apparecchio preposto chiamato chiudiporta pneumatico, serve per regolare la taratura di fabbrica, quindi si può aumentare o diminuire la velocità di chiusura...
Casa

Come montare un chiudiporta

Il chiudiporta è un congegno che serve per regolare la chiusura delle porte di un locale, siano queste interne o esterne. Si rivela particolarmente utile nei luoghi dove vi è un passaggio frequente e può servire anche per evitare che il vento chiuda...
Bricolage

Come realizzare un bloccaporte

Pensare alla completa sicurezza della propria abitazione rappresenta un aspetto molto importante da considerare. Non vi sentite attrezzati in modo adeguato? Avrete l'opportunità di intervenire in autonomia con una semplice e geniale invenzione da realizzare...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un avvitatore elettrico

Molti esperti del fai da te realizzano mobili, oggetti e progetti con le loro mani. I più esperti però sono in grado di realizzare dei progetti fai da te ben più ambiziosi che prevedono anche la costruzione di utensili atti alla costruzione di oggetti....
Bricolage

Come invertire da destra a sinistra gli attacchi di un termosifone

Può accadere di dover spostare un termosifone, anche di pochi centimetri, per fare spazio ad una cassettiera o qualsiasi altro mobile a parete. Quando non è possibile spostare le tubazioni, per evitare eccessivi lavori di muratura, è necessario invertire...
Bricolage

Come invertire l'apertura di un'anta

Se avete un'anta, che non vi soddisfa del tutto per la sua apertura verso l'interno della stanza, e avete intenzione di invertirne il senso, potete tranquillamente farlo eseguendo alcuni interventi strutturali, che consistono nel cambio dei cardini, l'inversione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.