Come irrigidire un centrino all'uncinetto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L'uncinetto è uno strumento utilissimo per realizzare un'infinità di creazioni decorative: coperte, borse, costumi da bagno, abiti e cappelli, ma anche manufatti particolari, come bomboniere, centrini e orecchini. In questo caso si tratta di prodotti che hanno bisogno di acquisire una determinata forma o di un sostegno. Esistono diversi metodi per irrigidire un centrino all'uncinetto, in questa semplice guida ve ne saranno spiegati alcuni. Vediamo inseme il procedimento da seguire.

26

Occorrente

  • amido in scaglie
  • colla vinilica
  • zucchero
  • acqua
36

Un classico, utilizzato dalle nostre nonne, è l'amido: si utilizza per diversi scopi, tra cui quello di tenere ben stesi i centrini in pizzo o cotone. Procedete in questo modo: sciogliete due cucchiai rasi di amido in 20 cl di acqua calda, non bollente, mescolando bene; immergete la vostra creazione per un paio di minuti, poi stendete ad asciugare, senza strizzare. Se lo ritenete necessario, ripetete l'operazione, fino ad ottenere il risultato sperato. Con il tempo l'amido rilascia residui di polvere bianca, in questo caso è possibile lavare e successivamente inamidare di nuovo; non stirate direttamente, ma attraverso un panno, per non sporcare la piastra del ferro.

46

Un altro metodo classico riguarda l'utilizzo dello zucchero: questo è utile per dare forma a cestini o ciotole. Preparate una soluzione mettendo in un pentolino acqua e zucchero in parti uguali e fate scaldare a fuoco basso mescolando continuamente, fino a quando inizierà a bollire; spegnete il fuoco e lasciate raffreddare; immergete il centrino per qualche minuto, poi stendetelo sopra un bicchiere capovolto o un piatto fondo, in modo che, asciugando, ne assuma la forma. Grande o piccolo, quadrato o tondo, scegliete il contenitore che più vi piace, meglio utilizzare su tessuti bianchi, e tenere lontano dalle fonti di calore.

Continua la lettura
56

Il sistema sicuramente più attuale e di maggiore efficacia prevede l'utilizzo della colla vinilica. Sciogliete come prima cosa una parte di colla in tre parti di acqua, mescolando a lungo, per evitare la formazione di grumi; come per gli altri metodi, immergete il lavoro e fate impregnare bene, poi adagiate sul contenitore scelto, sul quale avrete applicato della pellicola trasparente, in modo che non si attacchi. Rispetto a zucchero e amido, questo procedimento assicura tempi di asciugatura ridotti e una maggiore durata e resistenza a lungo termine. Non rilascia residui e si può utilizzare sia sui tessuti bianchi che colorati: non è consigliabile per il pizzo molto fine. Buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non stirate direttamente, ma attraverso un panno, per non sporcare di amido la piastra del ferro.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come creare dei centrini particolari

Uno degli hobby maggiormente praticato, soprattutto da donne più o meno giovani, è il ricamo. Ragazze e signore di tutte le età passano spesso le loro ore libere a ricamare e creare splendidi centrini. È incredibile quanti, in quanti modi e con quanti...
Cucito

Come creare centrini con la corda

Si sa che in casa, il fai da te, è sempre molto richiesto ed anche molto praticato, in particolare perché in questo modo ed anche grazie ad esso, è possibile realizzare davvero tantissime cose, che servono per arredare, con il proprio gusto e stile,...
Bricolage

Come trasformare dei centrini all'uncinetto in contenitori per oggetti

Reinventare l'uso degli oggetti, utilizzandoli in un nuovo e originale modo, è quello che possiamo fare se disponiamo di una bella quantità di centrini. In ogni casa, nel cassetto che non apriamo da tempo, potremmo riscoprire tanti centrini della nonna...
Bricolage

Come realizzare un centrino shabby

Molti brand propongono soluzioni d'arredo e corredi per la casa in stile shabby chic. Dalle alzatine per le torte ai vassoi, per finire alle gabbiette decorative, i complementi sono davvero tanti. Peccato però che i prezzi non siano poi così irrisori...
Altri Hobby

Come riutilizzare un centrino

Molto spesso oggetti acquistati da noi in precedenza, perdono il loro utilizzo, il nostro interessamento nei loro confronti e smettono di funzionare. Ciò porta ad accumulare cose di cui non abbiamo più bisogno e ci ritroviamo pieni di scaffali con oggetti...
Bricolage

Come decorare una consolle in legno con un centrino di pizzo

Il pizzo o merletto è una particolare lavorazione del filato che permette di ottenere un tessuto leggero ed elegante. I centrini in pizzo, infatti, permettono di decorare finemente i mobili aggiungendo un tocco di eleganza classica.In questa guida vedrete...
Cucito

Come Realizzare Un Centrino Di Tela E Pizzo

Siete amanti dell'uncinetto e dell'oggettistica e degli accessori con cui arricchiere gli ambienti della vostra casa? Allora non perdete questa fantastica occasione di realizzare un bellissimo centrino di tela e pizzo. Seguendo infatti i pochi e semplici...
Cucito

Idee per riciclare dei centrini

Chi di noi non ha almeno un centrino della nonna a casa? Se l'idea di tenerli come dei prendi polvere non vi attira, in questa guida vi indicherò alcune idee per riciclare dei centrini. Ogni oggetto può essere riutilizzato in altri modi e questi tessuti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.