Come irrigidire un centrino all'uncinetto

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L'uncinetto è uno strumento utilissimo per realizzare un'infinità di creazioni decorative: coperte, borse, costumi da bagno, abiti e cappelli, ma anche manufatti particolari, come bomboniere, centrini e orecchini. In questo caso si tratta di prodotti che hanno bisogno di acquisire una determinata forma o di un sostegno. Esistono diversi metodi per irrigidire un centrino all'uncinetto, in questa semplice guida ve ne saranno spiegati alcuni. Vediamo inseme il procedimento da seguire.

26

Occorrente

  • amido in scaglie
  • colla vinilica
  • zucchero
  • acqua
36

Immergere il centrino nell'amido

Un classico, utilizzato dalle nostre nonne, è l'amido: si utilizza per diversi scopi, tra cui quello di tenere ben stesi i centrini in pizzo o cotone. Procedete in questo modo: sciogliete due cucchiai rasi di amido in 20 cl di acqua calda, non bollente, mescolando bene; immergete la vostra creazione per un paio di minuti, poi stendete ad asciugare, senza strizzare. Se lo ritenete necessario, ripetete l'operazione, fino ad ottenere il risultato sperato. Con il tempo l'amido rilascia residui di polvere bianca, in questo caso è possibile lavare e successivamente inamidare di nuovo; non stirate direttamente, ma attraverso un panno, per non sporcare la piastra del ferro.

46

Immergere il centrino in una soluzione di acqua e zucchero

Un altro metodo classico riguarda l'utilizzo dello zucchero: questo è utile per dare forma a cestini o ciotole. Preparate una soluzione mettendo in un pentolino acqua e zucchero in parti uguali e fate scaldare a fuoco basso mescolando continuamente, fino a quando inizierà a bollire; spegnete il fuoco e lasciate raffreddare; immergete il centrino per qualche minuto, poi stendetelo sopra un bicchiere capovolto o un piatto fondo, in modo che, asciugando, ne assuma la forma. Grande o piccolo, quadrato o tondo, scegliete il contenitore che più vi piace, meglio utilizzare su tessuti bianchi, e tenere lontano dalle fonti di calore.

Continua la lettura
56

Utilizzare la colla vinilica

Il sistema sicuramente più attuale e di maggiore efficacia prevede l'utilizzo della colla vinilica. Sciogliete come prima cosa una parte di colla in tre parti di acqua, mescolando a lungo, per evitare la formazione di grumi; come per gli altri metodi, immergete il lavoro e fate impregnare bene, poi adagiate sul contenitore scelto, sul quale avrete applicato della pellicola trasparente, in modo che non si attacchi. Rispetto a zucchero e amido, questo procedimento assicura tempi di asciugatura ridotti e una maggiore durata e resistenza a lungo termine. Non rilascia residui e si può utilizzare sia sui tessuti bianchi che colorati: non è consigliabile per il pizzo molto fine. 

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come realizzare un centrino di lino con bordo all'uncinetto

L'uncinetto è un'arte antica che, a tutt'oggi, è capace di accompagnare i momenti liberi di molte persone. Le sue origini non sono bene definibili in termini di tempo, ma si hanno delle tracce di questa pratica già nell'antico Egitto. È un'attività...
Cucito

Come realizzare un centrino con bordino all'uncinetto

Un centrino con bordino all'uncinetto, è un complemento d'arredo consigliato soprattutto per chi ama i dettagli all'interno di una casa; inoltre, dona eleganza alla tavola apparecchiata se utilizzato come copri-vassoio. Il bordino può essere creato...
Cucito

Come Riparare Un Centrino

Generalmente siamo soliti valorizzare alcuni mobili della nostra casa con dei centrini che possono essere sia di stoffa che eseguiti all'uncinetto. Fin dai tempi delle nostre nonne, i centrini sono state parte integrante dell'arredo di ogni casa, spesso...
Cucito

Come Realizzare Un Centrino Di Tela E Pizzo

Siete amanti dell'uncinetto e dell'oggettistica e degli accessori con cui arricchiere gli ambienti della vostra casa? Allora non perdete questa fantastica occasione di realizzare un bellissimo centrino di tela e pizzo. Seguendo infatti i pochi e semplici...
Cucito

Come realizzare un centrino con fiori

I centrini con fiori, possono essere utilizzati in diversi modi, come dei sottobicchieri, dei sottopentola, dei centrotavola oppure semplicemente come centrini di arredo, all'interno di una casa o anche di un ufficio. I centrini, possono essere realizzati...
Cucito

Come realizzare un centrino con la tecnica del chiacchierino

Il chiacchierino rappresenta una tecnica che viene utilizzata per realizzare graziosi lavori a mano, come ad esempio centrini, pizzi, merletti, tovaglie o addirittura collane. Molto in voga a metà del secolo scorso, questa tecnica è divenuta oggi un...
Cucito

Come realizzare un centrino quadrato

I centrini rappresentano un complemento d'arredo, presente in ogni abitazione. In commercio è possibile trovare centri di ogni tipo e dimensione; tuttavia realizzarne uno con le proprie mani, conferirà all'oggetto un valore aggiuntivo. Il centrino bianco...
Cucito

Come fare un centrino a chiacchierino

Siete appassionati del chiacchierino o desiderate imparare questa fantastica tecnica? Forse già sapete che quest'arte consente di realizzare tantissimi prodotti, tra i quali pizzi, merletti, collane, tovaglie e tutto ciò che può dettare la vostra fantasia....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.