Come irrobustire il gambo delle piante

Tramite: O2O 11/03/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Talvolta, anche un'operazione semplice come quella di irrobustire il gambo delle piante può preservarle dalla morte o dai rischi che ogni freddo inverno ed ogni clima rigido e ventoso porta inevitabilmente con sé ogni anno. Irrobustire il gambo delle piante non è una tecnica difficile e non richiede una manutenzione eccessiva, operazioni impegnative e dispendiose o un pollice verde da vero professionista della vegetazione. Ci basterà conoscere alcuni semplici trucchi per aiutare le nostre piante a vivere più a lungo, anche se il meteo non è dalla nostra parte. L' operazione non è particolarmente complessa, richiederà semmai una buona dose di pazienza e soprattutto tanta passione, considerato che la cura delle piante fa parte della categoria dei passatempi e non dei lavori obbligatori. Di seguito saranno presentate alcune nozioni di base per capire come irrobustire il gambo delle nostre piante da giardino e, perché no, da appartamento. Detto ciò non mi rimane altro che augurarvi buona lettura e buon lavoro!

26

Occorrente

  • un ventilatore
36

Un metodo del tutto naturale e molto efficace per irrobustire il gambo delle nostre piante è quello di accostare un ventilatore verso il loro gambo se le vediamo accasciate da un lato a causa del freddo eccessivo oppure, al contrario, del clima molto caldo e secco. Il getto dell'aria farà rivoltare la pianta verso un determinato punto e, dopo qualche tempo, il suo gambo resterà dritto e saldo in quella determinata posizione che noi le abbiamo imposto.

46

Dobbiamo sapere, in primis, che le piante con un gambo molto rigido, incapace di sottostare alla forza di un eventuale vento violento, non solo hanno vita più lunga ma producono molti più fiori e frutti del previsto. Insomma, si parte dalla base per ottenere dei risultati più che soddisfacenti, quindi l'importante è non avere mai fretta. Ci basterà disporre una panchetta e metterci sopra le piante che vediamo leggermente pendenti o accasciate da un lato. Questa prima fase dell' operazione si concentra essenzialmente sulla osservazione della pianta, quindi cercate di avere un occhio abbastanza critico ed evitate valutazioni troppo frettolose. Dalla vostra pazienza dipenderà un buon risultato o meno.

Continua la lettura
56

Adesso procuriamoci un semplice ventilatore e sistemiamolo sopra la panchetta, cercando di ottenere lo spazio sulla base dove abbiamo appoggiato le nostre piante. Poniamo il ventilatore ad una distanza di circa 20 centimetri da esse. Accendiamo in modo fisso l'elettrodomestico ad una velocità non troppo forte ed indirizziamo il getto verso il lato pendente delle piante. Circa dopo due giorni, vedremo che le nostre piante, anche spegnendo il ventilatore, si saranno raddrizzate ed il loro gambo avrà raggiunto la correttezza che desideravamo. Questo metodo anche se provvisorio può migliorare la tensione e la robustezza del fusto senza procurare danni o costrizioni alla pianta e molta fatica a voi. Effettuate le operazioni preferibilmente al sole e cercate sempre di dosare la vostra forza, considerato che le piante in questione sono prive di robustezza potrebbero rovinarsi ulteriormente. Detto ciò non mi rimane che augurarvi buon lavoro, alla prossima!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come propagare le piante grasse

Le piante grasse rappresentano la soluzione "green" più adatta per chi vuole un giardino o un terrazzo sempre verde e curato e che non abbia bisogno di molti interventi di manutenzione. Ma occorre far sviluppare le piante nel modo migliore, mediante...
Giardinaggio

Come moltiplicare le piante grasse per talea

Le piante grasse, che prendono realmente il nome di Succulente sono piante cheAssorbono acqua nei loro tessuti durante le stagioni piovose per utilizzarla in quelle di siccità, e si possono dividere sostanzialmente in 2 tipi: quelle che accumulano acqua...
Giardinaggio

Come preparare un disinfettante per le piante con le scaglie di sapone di Marsiglia

Che abbiate o no il pollice verde, è importante sapere che il sapone di Marsiglia ha delle proprietà batteriostatiche molto importanti. Vi basterà infatti preparare un semplice composto con alcune scaglie di sapone per ottenere un potere disinfettante...
Giardinaggio

Come trasferire le piante del giardino

Se possiedi un giardino, ti sarà capitato a volte, di dover trasferire alcune piante, grandi o piccole, da un terreno ad un altro, senza saper bene come fare. È importante stare attenti poiché si rischia di rendere la pianta inefficiente al suo lavoro...
Giardinaggio

Come piantare i bulbi di gladiolo e le piante rampicanti di clematide

Il gladiolo è un fiore longilineo, elegantissimo, splendido: è adatto ai grandi vasi ma in un giardino è difficile trovargli una collocazione, tranne che per alcune specie che costituiscono un'eccezione. Nel campo della floricoltura, il gladiolo ha...
Giardinaggio

Come identificare le piante succulente

Le Piante succulente fanno parte della categoria di vegetali che crescono nelle zone aride. Esse vengono dette anche piante grasse e ne esistono un'infinità di specie. Questo genere di piante sono capaci di raccogliere tanta acqua per tanto tempo. Per...
Giardinaggio

Come curare le piante carnivore in inverno

Le piante carnivore sono piante erbacee che si nutrono di insetti e piccoli artropodi. Il motivo di questo comportamento è dovuto all'adattamento agli ambienti ostili in cui si sviluppano quali paludi o rocce. Questi risultano poveri di azoto ed altri...
Giardinaggio

10 piante adatte a zone con poco sole

Per rendere un terrazzo o un balcone decorativo è essenziale aggiungere delle piante. Questo, infatti, diventa un problema per chi vive in zone con poco sole. Ma, occorre sapere che esistono piante che vivono bene, anche con questo clima. Infatti, la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.