Come lavare un cappello da baseball

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I cappellini da baseball, per via della loro struttura, possono risultare difficoltosi da pulire. Un lavaggio sbagliato e il cappello si può rovinare in modo inesorabile perdendo la sua forma e i suoi colori brillanti. Onde evitare che ciò accada, è molto importante prestare grande attenzione al momento del lavaggio e il consiglio migliore è quello di effettuare questa operazione a mano senza ricorrere alla lavatrice. Di seguito andiamo a vedere alcuni consigli su come lavare un cappello da baseball in modo corretto.

25

Occorrente

  • acqua tiepida
  • sapone neutro
  • sapone liquido
  • spazzola a setole morbide
35

Preparazione

Iniziamo il lavaggio del nostro cappello da baseball controllando attentamente l'etichetta posizionata al suo interno in modo da prendere spunto dalle indicazioni suggerite dalla casa produttrice. Con una spazzola per abiti a setole morbide spazzoliamo accuratamente la visiera del cappello sia sulla parte superiore che su quella inferiore. Adesso inumidiamo il tessuto del cappello con acqua contenuta all'interno di una bottiglia spray. Non appena la stoffa risulta essere completamente bagnata passiamo il sapone neutro da bucato, possibilmente asciutto, su tutta la parte interna del cappello facendo attenzione a passare ovunque. Questa è la parte che si sporca maggiormente in quanto è a stretto contatto sia con la pelle che con i capelli quindi ha bisogno di essere trattata con maggiore cura durante il lavaggio. Lasciamo che il sapone faccia azione per almeno 15 minuti.

45

Ammollo

Trascorso il tempo prendiamo una bacinella in plastica abbastanza capiente in modo da permetterci di lavorare in tutta comodità. Riempiamola per circa la metà con acqua tiepida, aggiungiamo ora un tappo di detersivo neutro liquido mescoliamo con le mani in modo da provocare una leggera schiuma. Immergiamo quindi il nostro cappello e lasciamo che i tessuti si impregnino di acqua prima di passare al lavaggio vero e proprio.

Continua la lettura
55

Lavaggio

Trascorso il tempo necessario possiamo iniziare a strofinare il cappello utilizzando una spazzola da bucato dalle setole morbide senza però esercitare troppo pressione onde evitare di rovinare in maniera irreversibile la trama del tessuto. Quando siamo sicuri di aver pulito tutto il cappello, passiamolo sotto l'acqua corrente fredda cercando di eliminare tutto il sapone e la schiuma. Ripetiamo l'operazione di risciacquo un paio di volte in modo che non rimangano sul tessuto residui di sapone. Prendiamo ora un telo da bagno avvolgiamoci il nostro cappello e molto delicatamente andiamo ad eliminare tutta l'acqua in eccesso. Stendiamo il capo in un luogo ben areato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come lavare un abito di seta

Molto spesso si trova difficoltà quando si tratta di lavare capi particolarmente delicati: se non si fa attenzione alla differenza dei tessuti durante il lavaggio si può correre il rischio di rovinare i propri abiti. In particolar modo la seguente guida...
Casa

Come lavare un abito di chiffon

Se non si tratta una fibra tessile conosciuta come il cotone, scatta la ricerca dell'etichetta e di qualche suggerimento per detergere il capo senza rovinarlo. Se poi si tratta di chiffon l'operazione di lavaggio si complica. Come lavare un abito fatto...
Casa

Come lavare i panni bianchi

Spesso l'idea di lavare panni bianchi ci preoccupa e dobbiamo cavarcela da soli. Ecco a tal proposito una serie di consigli utili per effettuare un ottimo lavaggio senza danneggiare i capi: passi preliminari, separazione degli indumenti in base al tessuto,...
Casa

Come lavare i capi di seta

I capi di seta sono molto belli e particolari senza dubbio, ma allo stesso tempo sono molto delicati. Per il loro lavaggio occorre utilizzare degli accorgimenti in modo da non rovinarli. Sull'etichetta, di solito, compare la scritta "lavaggio a secco",...
Casa

Come lavare un piumone in casa

Con l'arrivo dell'autunno torna alla ribalta il solito problema che si prospetta a ciascun cambio di stagione. Stiamo parlando di lavare i piumoni. Non tutti quanti, infatti, sono in possesso di una lavatrice abbastanza grande da contenere il peso di...
Casa

Come lavare delle scarpe da tennis

Ognuno di noi ha nel proprio armadio degli indumenti e degli accessori a cui tiene particolarmente. Possono essere delle T-shirt o delle camicie. O ancora delle cinture o dei pantaloni... Ma tutti, indistintamente, amiamo le scarpe. Ne esistono di ogni...
Casa

Come lavare e disinfettare il materasso

I materassi possono macchiarsi e sporcarsi con l'uso regolare, soprattutto se in casa ci sono bambini o animali domestici. Se è stato acquistato un materasso usato, questo deve essere lavato e disinfettato, specie se non si conosce il proprietario precedente....
Casa

Come lavare i vostri capi di lana

Quando si ha a che fare con il lavaggio dei capi di lana non bisogna pensare sia semplice o normale farlo, infatti, il processo di lavaggio di questi tessuti è diverso rispetto agli altri, ed un errato lavaggio può causarne il rovinamento. Dunque, in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.