Come Lavorare I Collanti Per Parati

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando si decide di cambiare aspetto ad una camera, è possibile applicare la carta da parati. A tal proposito, bisogna ricordare che la soluzione collante cellulosica per carte da parati non va usata per unire legno su legno, che l'attaccatutto non è adatto per unire metallo o vetro e che le piastrelle in ceramica non possono essere attaccate sulla parete con la colla da falegname. Infatti per ogni uso vi è un collante adatto e conviene servirsi di questo. Nella seguente guida in particolare, passo dopo passo, vedremo come lavorare i collanti per parati.

27

Occorrente

  • Collanti adatti
  • secchio o contenitore
  • acqua
37

Oggi non esiste nessun materiale che non si possa incollare in modo sicuro e duraturo. In tutti i tipi di problemi di giunzione, soprattutto nei lavori in casa, si dovrebbe infatti sempre esaminare a priori se chiodi, viti, tasselli, saldature, possono essere sostituiti dall'adesivo adatto. Le colle d'amido usate tempo fa per lavori di tappezzerie di carta e le tradizionali colle a freddo, sono state sostituite in larga misura, anche per i lavori in casa, dai moderni adesivi sintetici. Vediamo, dunque, i vari tipi di colla e come vanno usati

47

La colla di amido è stata sostituita da derivati cellulosici. I collanti alla cellulosa vanno sciolti secondo le istruzioni del produttore in acqua fredda, e devono essere lasciati riposare circa 20 minuti prima dell' uso. La quantità d'acqua da aggiungere varia in relazione allo spessore della carta. Il collante va preparato in un recipiente e si può conservare limitatamente in un contenitore a chiusura ermetica. I collanti cellulosici si usano solo per la carta e per poter incollare i colori a colla da parete, cioè per l'aggiunta di colla ai colori.

Continua la lettura
57

Prima di applicare la carta da parati, è necessario eseguire delle operazioni preliminari. Bisogna lavare i muri con un detergente speciale e sciacquare. Levigate poi con la carta vetrata per favorire l'aderenza della colla ed applicate un preincollante specifico 24 ore prima di tappezzare (protegge il muro e permette di togliere la carta da parati senza sciupare i muri). Questa operazione è indispensabile per i pannelli di gesso. Togliete poi la carta da parati esistente utilizzando un solvente specifico diluito nell'acqua calda e lasciare agire per almeno 10 minuti. Togliete infine la carta quando è ben bagnata procedendo dall'alto verso il basso con l'aiuto di una spatola. Può anche essere utilizzato un apparecchio a vapore, a meno che la carta da parati possa essere strappata a secco o sia staccabile per pelatura.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

5 attrezzi per lavorare la terra

Realizzare un piccolo orto o un giardino è un'impresa che richiede una serie di competenze e di attrezzi utili ai fini della coltivazione. Esistono infatti numerosi strumenti che ci permettono di lavorare il nostro terreno in base alle necessità. Che...
Materiali e Attrezzi

Come lavorare il fimo liquido

Nell'hobbistica del fai da te, il fimo liquido riveste un ruolo importante: sin dalla prima commercializzazione del prodotto molti hanno intuito di poter lavorare in piena libertà con il composto, sfruttando le sue caratteristiche in tanti modi diversi....
Materiali e Attrezzi

Come lavorare la pasta acrilica

In questa guida, passo dopo passo, vi forniremo le indicazioni utili su come lavorare al meglio la pasta acrilica. Questo tipo di pasta, risulta essere facilmente reperibile in qualsiasi negozio, ma si può anche realizzare direttamente tramite il fai...
Materiali e Attrezzi

Come lavorare i blocchi di cemento cellulare

I blocchi in cemento cellulare hanno rivoluzionato il mondo dell'edilizia, inquanto la loro invenzione ha consentito di usufruire degli innumerevoli vantaggi che essi offrono. Questo materiale, infatti ha un peso molto inferiore rispetto al calcestruzzo...
Materiali e Attrezzi

Come lavorare il legno adatto alla lavorazione del tornio

Nel settore delle produzioni artigianali sono numerose le tecniche con cui è possibile realizzare opere artistiche e strumenti di arredo o utensili dall'uso quotidiano. L'elemento fondamentale per rEalizzare elementi durevoli e di alta qualità ruota...
Materiali e Attrezzi

Come lavorare la fibra di carbonio

La fibra di carbonio è uno dei materiali tecnologici che oggi ha sostituito quasi del tutto alcuni metalli e cavi; infatti, viene utilizzata per la costruzione di svariati prodotti sia nel campo edilizio che in meccanica. Per fare un esempio oggi le...
Materiali e Attrezzi

Come lavorare il polistirolo espanso

Per realizzate piccoli lavoretti in casa e oggetti per decorarla, esistono moltissimi materiali differenti. Tra questi, uno dei materiali più versatili è il polistirolo espanso, che oltre ad essere usato per l'isolamento termico e acustico della casa,...
Materiali e Attrezzi

5 attrezzi per lavorare il cortongesso

Il cartongesso è uno dei materiali che oggi si utilizza tantissimo in edilizia, e si rivela prezioso in casa per chi ama il fai da te. Con questo composto che come si evince dal nome stesso, è un semilavorato a base di cartone pressato e gesso, si possono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.