Come lavorare il legno adatto alla lavorazione del tornio

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nel settore delle produzioni artigianali sono numerose le tecniche con cui è possibile realizzare opere artistiche e strumenti di arredo o utensili dall'uso quotidiano. L'elemento fondamentale per rEalizzare elementi durevoli e di alta qualità ruota attorno alla natura delle materie prime utilizzate e agli strumenti con cui questi stessi sono lavorati. Un esempio di queste tecniche di lavorazione artigianale è data dal legno. Esistono tantissimi tipi di legno e sono innumerevoli gli usi che di queato possono farsi, dal settore edilizio a quello d'arredamento per passare al campo artistico e sportivo. Uno dei mezzi che solitamente vengono sfruttati per lavorare il legno è il tornio. In questa occasione vedremo come lavorare il legno adatto alla lavorazione del tornio, dando già adesso indicazioni comuni a tutti i tipi di legno, essi infatti rendono la loro qualità tanto più se privi di nodi. Detto ciò passiamo agli altri aspetti di questa lavorazione.

26

Occorrente

  • Assi di legno
36

Ogni pezzo di legno da tornire deve preventivamente essere sgrossato, magari con l'ausilio di una sega circolare o a disco. Gli va anche data una forma il più vicina possibile a quella che dovrà assumere. Ad esempio, un pezzo di legno lungo che dovrà acquisire una forma cilindrica sarà in un primo tempo tagliato a sezione ottagonale. Mentre i pezzi di legno di testa o tagliati trasversalmente alle fibre, ai quali si desidera dare una forma di conchiglia o di piatto, devono essere segati a disco.

46

Anche i ceppi da incavare devono essere opportunamente tagliati con la sega e smussati sugli angoli. Prima di procedere alla tornitura, è necessario segnare esattamente i centri su ambedue le estremità del pezzo da lavorare. Questi saranno i due punti ai quali il pezzo sarà ancorato al tornio. La punta sarà montata su trapano, mentre l'altra sarà fissata alla contropunta.

Continua la lettura
56

I centri si segnano con la matita e poi, con un punteruolo si pratica un'incisione. Per quanto riguarda la tornitura longitudinale di un legno lungo, il pezzo va fissato da una parte alla contropunta, esattamente al centro, invece dall'altra parte quella del supporto, occorre tagliare opportunamente la faccia a partire dal suo centro. In modo sarà possibile fissare la punta o il disco a spianare, a seconda del diametro del pezzo stesso. L'intaglio permette di assicurare la presa della punta, e cosi il lavoro risulterà molto più agevolato. È importane ricordare infine, che, durante la lavorazione del legno, è bene utilizzare tutti gli accorgimenti di sicurezza.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • durante la lavorazione rispettare le norme di sicurezza

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come utilizzare gli utensili per la lavorazione del legno

La lavorazione del legno è un'attività artigianale che porta grande soddisfazione a chi la pratica. I benefici più significativi sono da ricercare nel contatto diretto con un materiale naturale, nelle infinite possibilità di modellazione e nell'acquisizione...
Materiali e Attrezzi

Come modificare il mandrino di un tornio

In un tornio, il mandrino è un morsetto metallico usato per tenere fermo un oggetto, rendendo più agevole il lavoro. Alcuni torni, soprattutto quelli più grandi, hanno dei mandrini con fili integrali o altri meccanismi di montaggio di forma conica....
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare un tornio per metallo

Uno dei primi e più versatili strumenti di lavorazione dei metalli è sicuramente il tornio. Il tornio è uno strumento che viene utilizzato da epoche molto antiche, praticamente la sua invenzione è avvenuta nel periodo della preistorica, fino a subire...
Materiali e Attrezzi

Tornio: guida all'utilizzo

Oggi, in questo articolo, vogliamo proporvi una vera e propria guida, mediante il cui aiuto essere in grado di capire meglio un attrezzo davvero molto vecchio ma anche attuale, e cioè il tornio.Vorrà essere questa che proponiamo, una vera e propria...
Materiali e Attrezzi

Vetro di boemia: tecniche di lavorazione

Il vetro di Boemia, chi non ha mai avuto modo di ammirarne la trasparenza in suppellettili di produzione artigianale alzi la mano? Splendido vetro-cristallo decorativo e trasparente, i cui resti più antichi ritrovati in Boemia sono datati intorno al...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere il vetro per la lavorazione

La lavorazione del vetro è un'arte antichissima grazie alla quale è possibile realizzare dei manufatti di ottima qualità, essendo il vetro un materiale naturale al 100%. Infatti, le sostanze che lo compongono sono tutte materie prime, come la sabbia...
Materiali e Attrezzi

Vetro temperato: tecniche di lavorazione e taglio

Il vetro temperato è un tipo di vetro di sicurezza elaborato con trattamenti termici o chimici, eseguiti per aumentarne la resistenza. Durante questi trattamenti le superfici esterne e interne del vetro vengono messe in compressione. Grazie alla sue...
Materiali e Attrezzi

Come Realizzare Lo Swirl Nella Lavorazione Col Fimo

Vi state avvicinando adesso al mondo dei fimo e desiderate allargare i vostri orizzonti creativi? Allora dovrete assolutamente provare ad effettuare la meravigliosa tecnica dello swirl, con la quale potrete facilmente creare degli oggetti caratterizzati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.