Come lavorare il punto smock

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il punto smock è un punto/ricamo che permette di ottenere una serie di piccole pieghe in modo da formare delle arricciature nel vestito. Nei tempi antichi, questo particolare punto veniva sfruttato per arricciare le camicie dei braccianti oppure per confezionare abiti per le fanciulle. La prima parte del lavoro consiste nel realizzare il punto smock base che verrà poi completato con il punto smock doppio. Vediamo insieme quindi, come lavorare il punto smock.

27

Occorrente

  • Ago
  • Filo
  • Ditale
  • Stoffa
  • decalcomania a caldo
  • carta a ricalco
37

Creare una griglia

Per prima cosa, dovete procurarvi una decalcomania a caldo, oppure creare una griglia utilizzando la carta a ricalco. Questo servirà per ottenere delle arricciature uguali e precise.
Ricordate sempre che lo spazio tra i punti solitamente va dai 5 millimetri fino ad 1 centimetro, la distanza però, dipende dal tipo di tessuto che si andrà a trattare.
In ogni caso, più saranno vicini i puntini, più sarà elastico il tessuto lavorato.
Questo tipo di punto/ricamo, è molto particolare se effettuato sull'ampiezza del collo, sui polsini oppure sul corpetto di un qualsiasi capo d'abbigliamento.

47

Tenere conto del tipo di stoffa

La decalcomania e la griglia possono tranquillamente essere utilizzate per i tessuti a tinta unita, ma non quando si tratta di un tessuto a stampe. In questo caso, occorre praticare il punto smock tenendo conto dei disegni della stoffa. Occorre inoltre, tenere conto del fatto che, siccome lo smock arriccia il tessuto, il taglio di stoffa da utilizzare dev'essere più largo della larghezza che si intende ottenere di almeno due volte e mezza. Ora procedete pure con il vostro lavoro. Dopo aver segnato sulla stoffa i puntini per distanziare con precisione tutte le filze, eseguite queste ultime le une sotto le altre, prestando attenzione nell'infilzare con l'ago non più di 2- 3 millimetri di tessuto ad ogni punto.

Continua la lettura
57

Eseguire il punto smock

A questo punto, bisogna tirare i fili delle filze per poi annodarli due a due, ad ogni estremità del lavoro, così da ottenere delle pieghe completamente regolari e uguali tra loro. Mi raccomando, questo è indispensabile per poter ottenere un perfetto risultato finale. Ed ecco che il punto smock di base è stato eseguito. Ora, non vi resterà altro da fare che lavorare il punto. Con l'ago, infilzate assieme la prima e la seconda piega, facendolo uscire tra due pieghe. Il filo dev'essere tenuto in basso, in modo da prendere la terza piega. Successivamente, fate uscire l'ago fra la terza e la seconda piega, questa volta tenendo il filo in alto e via discorrendo. Il vostro capo d'abbigliamento sarà pronto per essere indossato.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cercate di lavorare i punti con accuratezza e senza avere fretta.
  • Se avete una macchina da cucito, questo punto sarà ancor più facile da realizzare.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come Si Realizza Il Nido D'Api

Il ricamo smock ha origine in Inghilterra ed ha radici antichissime. Veniva usato per arricciare il collo e i polsini delle camice delle donne inglesi che le indossavano sotto gli abiti. Oggi questo tipo di ricamo lo troviamo soprattutto in Bulgaria,...
Cucito

Confezionare un grazioso cuscino ricamato

Un cuscino ben ricamato è un elemento d'arredamento molto importante. Infatti sui divani e sedie, i cuscini fanno un effetto molto elegante. L'importante è che questi siano in tinta con l'arredamento. Nei negozi è possibile acquistare centinaia di...
Cucito

Come realizzare una tovaglia con il nido d'ape

Motivo e bordatura ornamentale molto conosciuta fra gli amanti del cucito, è il punto a nido d’ape. Questo viene realizzato spesso in sartoria per creare movimenti ondulatori dall’effetto arricciato. Riducendo il tessuto, increspandolo e movimentandolo...
Cucito

Come eseguire il trapunto fiorentino

Molto spesso, specie nelle tipiche e classiche giornate invernali, è importante impiegare in maniera produttiva il proprio tempo libero trascorso in casa. Esistono tantissimi modo per poter fare qualcosa di questo genere, magari utilizzando una tecnica...
Cucito

Come realizzare un'ancora sui pantaloni estivi

Se per l'estate intendi personalizzare un tuo pantalone, puoi cimentarti nella creazione di un disegno magari ricamato, e raffigurante un'ancora. Si tratta di un lavoro non difficile e che se ben fatto, si rivela davvero unico e raffinato. In riferimento...
Cucito

Ricamo: il punto madama

Perché non sfruttare il nostro tempo libero per creare sfiziosi decori da applicare su cuscini, tende, centri tavola e molto altro attraverso l' arte del ricamo? Uno dei più famosi punti croce che si possono realizzare con ago e filo è il punto madama...
Casa

Come Decorare La Ceramica Con La Decalcomania

Una delle tante tecniche utilizzate per decorare oggetti di ceramica è la decalcomania, un'arte molto apprezzata al giorno d'oggi, che sembra abbia avuto delle antiche origini francesi. Questa tecnica ha la funzione primaria di decorare la ceramica,...
Casa

Come decorare le pareti di casa con la decalcomania

Se intendiamo abbellire le pareti della nostra casa dopo averle semplicemente tinteggiate, anzichè applicare gli innovativi stickers, possiamo invece sfruttare le classiche decalcomanie a freddo che sono disponibili in diversi formati e soggetti. Per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.