Come levigare l'intonaco deumidificante

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Abbiamo notato che le nostre pareti si stavano riempendo di umidità. Per sanificare l'ambiente, però, non volevamo chiamare uno specialista. Abbiamo invece deciso di agire noi stessi sulla parete, risparmiando così un bel po' di soldi. Per evitare la formazione di nuova umidità abbiamo trattato la parete con l'intonaco deumidificante. Il lavoro non è stato per nulla semplice. Abbiamo dovuto togliere l'intonaco presente per circa un metro intorno alla macchia d'umidità. Quindi abbiamo preparato il nuovo intonaco da applicare. Infine l'abbiamo messo sulla parete. È arrivato però il momento di levigare per bene l'intonaco. Non vogliamo infatti che ci siano antiestetiche punte che fuoriescono dalla nostra parete. Vogliamo invece avere un supporto liscio e perfetto per poi tinteggiare al meglio. Ecco come levigare alla perfezione l'intonaco deumidificante sulle nostre pareti di casa.

26

Occorrente

  • intonaco deumidificante
  • frattazzo
  • intonaco di finitura
36

La caratteristica principale dell'intonaco deumidificante consiste nella presenza di microporosità. In pratica di tratta di piccole bolle collegate tra di loro e che svolgono fondamentalmente due funzioni. Facilitano il passaggio dell'acqua spingendola verso l'esterno. Inoltre trattengono i sali idrosolubili evitando che diventino disgreganti. Questa microporosità, così preziosa contro l'umidità, ha però l'inconveniente di rendere l'intonaco poco liscio. In questo modo, una volta applicato non avremo una parete bella liscia come con il normale intonaco, ma apparirà molto ruvida.

46

La prima cosa da fare per levigare l'intonaco deumidificante è quello di applicarlo nel miglior modo possibile. Innanzitutto evitiamo di avere un intonaco troppo bagnato. Infatti se troppo liquido, l'intonaco risulta molto più difficile da applicare. Una volta messo sulla parete agiamo il più possibile con il frattazzo. Dobbiamo utilizzarlo con movimenti circolari, in modo da dare più regolarità possibile. Se l'intonaco ha la giusta consistenza dovremmo riuscire a renderlo abbastanza omogeneo. In ogni caso rimarrà una superficie granulosa. Per questo motivo dobbiamo applicarlo in modo da lasciarlo un po' incassato rispetto all'intonaco circostante.

Continua la lettura
56

Normalmente quando si deve levigare un intonaco si aspetta che asciughi e si usa la carta vetrata. Con l'intonaco deumidificante, però, è controproducente, perché lo rovineremmo perdendo la sua funzione. Il modo migliore è invece utilizzare un intonaco di finitura. Aspettiamo che l'intonaco deumidificante sia ben asciutto. A questo punto bagniamone la superficie con un po' d'acqua e applichiamo l'intonaco di finitura. Quindi aspettiamo che asciughi, ma non tinteggiamo prima di almeno un giorno.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lasciamo asciugare per bene l'intonaco deumidificante prima di applicare quello di finitura
  • Lo strato di intonaci di finitura deve essere il più possibile sottile
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come levigare l'intonaco granulare

Se una o più pareti della nostra casa sono state ristrutturate con una finitura a base di intonaco granulare, magari per un fattore estetico legato alla presenza di mobili rustici oppure per compensare anomalie delle superfici stesse, è importante sapere...
Materiali e Attrezzi

Come fare un intonaco traspirante

L'effetto dell'umidità rappresenta un grande problema per gli interni di un appartamento, specialmente per quanto riguarda le condizioni delle pareti e dell'intonaco. L'umidità, infatti, rende poco sicuri e poco salutari gli ambienti domestici, causando...
Materiali e Attrezzi

Come levigare il legno sugli angoli

State realizzando un oggetto in legno? Se vi trovate in difficoltà su come levigare il legno sugli angoli, siete nel posto giusto. Infatti, in questa guida cercherete di porre maggiore attenzione su questo argomento. In particolare come levigare il legno...
Materiali e Attrezzi

Come migliorare la resa dell'intonaco

Ecco un articolo, mediante il cui pratico aiuto poter imparare come e cosa fare per migliorare la resa dell’intonaco, che andremo ad utilizzare e stendere sulle pareti di casa. La durata e la resa dell’ intonaco, è una questione, che può dipendere...
Materiali e Attrezzi

Consigli per levigare i bordi del vetro

Il vetro è uno dei materiali più usati nella quotidianità, basta pensare ai vari contenitori, bottiglie e vasi, e tanti altri oggetti o componenti di uso comune. Il vetro si ottiene per solidificazione dell'ossido di silicio, o dell'anidride borica...
Materiali e Attrezzi

Come realizzare un intonaco a calce

Vogliamo ristrutturare un muro e dobbiamo intonacare. Però non vogliamo chiamare un muratore professionista. Magari la superficie da trattare è ridotta. Oppure vogliamo avere la soddisfazione di fare noi stessi il lavoro. Tuttavia occorre sapere bene...
Materiali e Attrezzi

Cosa fare se l'intonaco si gonfia

L'intonaco della casa si gonfia a causa dell'umidità di risalita. L'acqua si diffonde all'interno dei materiali di costruzione dell'immobile e la porosità di questi materiali favorisce la sua l'espansione. A differenza di come si possa pensare, non...
Materiali e Attrezzi

Consigli per migliorare la resa dell'intonaco

Se con le tecniche del fai da te intendete ripristinare al meglio una parete, potete intonacarla prestando però particolari attenzioni sia in fase di preparazione che di finitura. Si tratta di un lavoro non difficile che se eseguito alla perfezione,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.