Come liberare il prato dal dente di leone

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le erbe infestanti che invadono i manti erbosi sono molte e possono essere distinte in 2 categorie principali: quelle a foglia stretta o graminacee e quelle a foglia larga, tipologia cui appartiene il tarassaco o dente di leone. Le malerbe danno al prato un aspetto disordinato e si definiscono infestanti proprio perché riescono ad invaderlo in pochissimo tempo. In questa guida vedremo come liberare il prato dal dente di leone.

26

Occorrente

  • estirpatore
  • sale o aceto bianco
  • diserbante
36

Per difendersi dalle infestanti occorre diserbare il prato, ovvero privarlo di quelle erbe che rubano elementi nutritivi, luce, spazio ed acqua al manto erboso. In particolar modo per quanto riguarda il tarassaco, l’intervento deve essere tempestivo, precedente allo sviluppo dell’infiorescenza, dato che i semi bianchi contenuti nel soffione si espandono molto rapidamente, diffondendo in men che non si dica l’infestante su tutto il manto erboso. Questa pianta è provvista di apparato radicale estremamente aggressivo, in grado di assorbire acqua e sostanze nutritive a detrimento del prato; inoltre cresce velocemente, ostacolando l'assorbimento di luce solare da parte del tappeto erboso. È quindi necessario combattere il dente di leone con tenacia e costanza.

46

Le infestazioni limitate possono essere tenute sotto controllo estirpando manualmente le singole piante appena compaiono, assicurandovi di aver estratto completamente le lunghe radici, compresi stoloni e rizomi che, altrimenti andrebbero a formare nuove piante. Il momento migliore per estirparle è in primavera, durante il periodo di maggior sviluppo vegetativo, quando il terreno è umido, dopo una pioggia abbondante o una buona irrigazione. Aiutatevi con un estirpatore: grazie alla sua forma, penetra in profonditá nel terreno e distacca il fittone, che va poi prelevato manualmente. Si può anche cercare di contrastare la crescita del tarassaco coltivando delle piante a portamento prostrato che, ricoprendo il terreno completamente, vadano a soffocare le infestanti.

Continua la lettura
56

Qualora il problema fosse molto limitato, potete ricorrere a metodi ecologici e casalinghi quali depositare 1 cucchiaiata di sale grosso da cucina alla base di ciascuna piantina di tarassaco oppure, una volta estirpato l’apparato radicale, distribuendo dell’aceto bianco nel foro praticato nel terreno, per bloccarne l’eventuale ricrescita. Se invece dovete combattere una forte infestazione di dente di leone, è consigliabile ricorrere a degli erbicidi antiparassitari appositi, da distribuire sulle piantine. Acquistate un diserbante sistemico (in grado di essere assorbito dalla pianta, così da colpire sia la parte aerea sia quella sotterranea dell'erbaccia), oppure un prodotto ormonico, specifico per infestanti a foglia larga. Il trattamento andrebbe effettuato seguendo scrupolosamente le istruzioni riportate sull’etichetta e possibilmente in giornate senza vento, in modo che il diserbante non venga deviato su altre piante. In commercio troverete anche trattamenti in formulazione liquida, da diluire in acqua con l’irrigazione e diserbanti in combinazione con fertilizzanti granulari, da distribuire con lo spandiconcime.

66

Il miglior metodo per combattere il tarassaco consiste nell’intervenire con assiduitá e cura alla manutenzione del prato. Innanzitutto impiegando sementi di buona qualità; quindi irrigandolo alla bisogna, rasandolo con costanza ed un tosaerba, provvedendo alla sua concimazione. A questo proposito sarebbe buona norma arricchirlo, fornendogli sostanze nutritive sotto forma di compost e pacciamatura. Se seguirete questi semplici consigli vedrete che otterrete un bel prato sano, che rappresenta la miglior arma contro l’insediamento delle malerbe.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come liberare il prato dalle talpe

Le talpe sono costantemente alla ricerca di insetti sotterranei. Questa loro caccia al cibo però provoca gravi danni a prati, giardini e orti. Le talpe sono dei roditori che vivono in buche profonde nel terreno, sono cieche e possiedono un udito e...
Giardinaggio

Come liberare il prato dai lombrichi

In questa guida, pratica e veloce, vogliamo dare una mano concreta, ai nostri lettori a capire come e cosa fare per poter liberare il prato del proprio giardino da lombrichi, che molto spesso tendono a popolare e rendere inutilizzabile il terreno e le...
Giardinaggio

Come coltivare la bocca di leone

Esistono piante, nei nostri giardini o terrazzi, che ad un dato momento si installano da sé. Può essere un seme portato con la terra o con il vento, o una pianta regalata, o il capriccio di un'unica stagione in cui si è deciso di seminare questa pianta....
Giardinaggio

Come far crescere rigoglioso il tuo prato

Un prato bello e rigoglioso è il miglior modo di "arredare" il proprio giardino. Crescere un prato non è difficile, e curarlo è un modo salutare di rilassarsi nel tempo libero. Un bel manto erboso uniforme regala luce ed allegria agli spazi all'aperto....
Giardinaggio

5 consigli per mantenere il prato in autunno

La stagione autunnale è quella più indicata per riportare il terreno alle condizioni ideali, per farlo riprendere dallo stress estivo e per prepararlo all'inverno nel migliore dei modi. Con il riscaldamento del terreno dovuto alle temperature dell'estate,...
Giardinaggio

Consigli per realizzare un prato inglese

Un prato verde e rigoglioso, come quello inglese, in giardino non possiede solamente un valore estetico. Possiamo definire questo manto erboso il polmone verde della nostra casa: la nostra fonte di ossigeno. Nei mesi più caldi, inoltre, garantisce un...
Giardinaggio

Come evitare le malattie del prato

Un bel prato, verde e rigoglioso, è senza dubbio un segno distintivo per un giardino curato e gradevole. Avere un prato sano e bello può richiedere, però, una manutenzione costante ed intensa. Il prato, infatti, rischia talvolta di manifestare i sintomi...
Giardinaggio

5 modi per coltivare il prato

Il prato è uno dei fattori principali quando decidiamo di acquistare la nostra casa. Infatti avere un prato ci permette di provare quella bellissima sensazione di camminare a piedi nudi sull’erba, per sentire la freschezza che sale dai nostri piedi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.