Come lucidare il pianoforte

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Chi non possiede un pianoforte forse non sa che esso richiede molta manutenzione. Cominciamo col dire che il pianoforte, anche se apparentemente risulta essere un mobile ingombrante, è molto delicato che, non tollera troppi sbalzi di temperatura o umidità eccessiva, perché è costruito per la maggior parte con il legno, il quale in base all'umidità presente assorbe e cede umidità, come fa una spugna. Tuttavia se avete intenzione di comprarne uno, state attenti all'ambiente dove verrà collocato. E se ci sono tanti accorgimenti da seguire per un buon funzionamento dei meccanismi interni di questo strumento, per la pulizia e, soprattutto la lucidatura, è consigliabile usare prodotti specifici affinché non intacchino la laccatura del legno. Intanto seguiamo i suggerimenti che ci fornisce questa guida su come lucidare il pianoforte.

27

Occorrente

  • cera d'api
  • panno morbido
  • piumino
37

I pianoforti sono strumenti musicali che oltre alla loro funzione hanno anche un grosso impatto fisico; conferiscono un tocco di eleganza all'ambiente in cui si trovano. Il pianoforte però necessità una manutenzione particolare; una manutenzione che possa evitare di far gravare su di esso il fluire del tempo. Uno tra i processi di manutenzione di un pianoforte è la lucidatura. In fin dei conti è proprio la lucidatura a conferire quell'aspetto elegante e di classe. Vediamo insieme come procedere.

47

Prima di passare alla lucidatura occorre procedere prima con la pulitura superficiale comprendendo anche la rimozione della polvere, per poi in fine giungere alla lucidatura. Puliamo la superficie con un panno imbevuto di acqua calda. Cerchiamo di evitare di utilizzare prodotti chimici per il semplice motivo che quest'ultimi potrebbero corrodere una parte dello smalto (laccatura). Una volta pulita la superficie vediamo come effettuare la lucidatura.

Continua la lettura
57

Come prima cerchiamo di evitare di utilizzare prodotti chimici oppure sostanze contenenti alcool, sempre per evitare di corrodere la laccatura originale di fabbricazione. Utilizziamo la cera per mobili. Dovremmo prima applicare la cera con movimenti circolari per poi toglierla sempre e lasciare la superficie lucida. Ripetiamo questo passaggio di "metti la cera, togli la cera" per altre tre volte (quindi in totale quattro volte compresa la prima). In questo modo la cera sarà entrata in profondità e avrà resa lucida e luminosa la superficie del nostro pianoforte. Naturalmente per salvaguardare il nostro pianoforte e, nel caso in cui viene usato con una certa continuità, occorrerà spesso procedere ad una pulizia adeguata sia dei tasti che della parte esterna.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come lucidare il pavimento in pietra

Ci sono molte ragioni per utilizzare i giusti prodotti per la pulizia del pavimento in pietra. La più importante è quella di mantenere pulita una zona della casa che probabilmente è costata un bel po', sia per l'acquisto che per l'installazione. Pertanto,...
Altri Hobby

Come trovare, pulire e lucidare le conchiglie

Durante una passeggiata al mare è irresistibile la voglia d'avere un ricordo di una piacevole giornata, anche perché il mare rilascia mille tesori dalle molteplici forme e colori e la vena creativa si fa forte nel trovare un piccolo bottino da poter...
Altri Hobby

Come identificare le monete antiche cinesi

Se siete degli appassionati di storia antica o se semplicemente avete ritrovato una vecchia moneta e volete sapere a che periodo appartiene allora siete capitati sulla guida giusta. Oggi infatti vi parleremo delle antiche monete cinesi. In particolare...
Altri Hobby

Come pulire manico e body della chitarra

La pulizia del manico e del body della chitarra rappresenta un'operazione molto semplice, ma deve essere fatte con cura, amore e passione per ottenere un buon risultato. Non solo ci aiuterà ad ottenere una estetica migliore ma ne gioverà anche il suono...
Altri Hobby

Come verniciare un telaio

Guidare una moto o andare in bicicletta sono due tipi di attività che per ogni appassionato sono fonte di gioia e divertimento. Per fare in modo che le emozioni che questi due veicoli suscitano in ogni appassionato è bene di tanto in tanto provvedere...
Altri Hobby

Come realizzare delle lanterne volanti

Le lanterne volanti sono degli oggetti che possono creare giochi di luce davvero molto interessanti. Realizzarle non è cosi complicato come si può pensare, poiché basterà un po' di manualità e di passione per il bricolage, senza però creare troppi...
Altri Hobby

Come fare una custodia per trombetta

Il mondo della musica è straordinariamente e molto vario. Infatti oltre ai vari tipi di generi musicali, troviamo gli strumenti che si possono suonare. Coloro che fanno parte di una band o di un'orchestra, sa benissimo che suonare uno strumento musicale...
Altri Hobby

Come riparare un graffio su un violino

Una delle prime attività in cui tanti giovani si avvicinano è sicuramente il suonare uno strumento musicale. A farla da padrone sono gli strumenti maggiormente coinvolti nella musica popolare, questo è quello che si potrebbe pensare. Parliamo ad esempio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.