Come mantenere efficienti i caloriferi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se il vostro impianto di riscaldamento è controllato da un termostato ed i caloriferi funzionano male, non riscaldando mai la stanza alla temperatura richiesta, di conseguenza la vostra caldaia lavorerà a ciclo continuo determinando uno spreco di denaro ed energia. Con questa guida, scoprirete come effettuare una manutenzione standard ai caloriferi con all'interno accumuli d'aria e quindi come mantenere essi efficienti a lungo.

26

Occorrente

  • Chiave da calorifero
  • Straccio
36

Anzitutto, può capitare che un calorifero sia caldo nella parte inferiore ma freddo in quella superiore: è probabile quindi che al suo interno ci siano delle sacche d'aria che impediscano il corretto riempimento d'acqua. Per fare in modo che l'acqua all'interno del calorifero raggiunga il giusto livello riempiendo lo spazio adibito, è necessario dunque sfiatare l'aria accumulatasi nel tempo al suo interno. Per effettuare questa operazione avrete bisogno di una semplice chiave, che troverete nei negozi di ferramenta ad un costo contenuto: vediamo nel prossimo passo come usarla e quindi come risolvere questo problema che, seppur comune, può portare gravi malfunzionamenti al vostro calorifero.

46

Naturalmente, effettuate i lavori quando la caldaia è completamente spenta. Successivamente, aprite completamente le valvole dell'acqua, sia quella d'ingresso che quella di uscita, con l'apposita chiave in dotazione. Fatto ciò, individuate la valvola di sfiato e inserite la chiave, avvolgendola in uno straccio piegato diverse volte, per proteggervi le mani e poter fare più leva; tenete contestualmente il resto dello straccio sotto la valvola, con l'altra mano. Girate la chiave per non più di mezzo giro in senso antiorario, effettuando la rotazione sufficiente per aprire la valvola e far fuoriuscire l'aria accumulata. Dovreste quindi sentire un sibilo nel momento in cui l'aria inizia a sfiatare.

Continua la lettura
56

Quando tutta l'aria sarà fuoriuscita, il sibilo cesserà e dalla valvola inizierà ad uscire acqua, segno che tutta l'aria è stata evacuata e la caldaia è adesso funzionante e pronta per riempirsi d'acqua. Non appena questo accade, chiudete la valvola con la chiave stringendo quanto basta. È sconsigliato effettuare questo tipo di manutenzione di continuo, poiché è bene, per la salvaguardia del calorifero, far sfiatare l'aria dal suo interno solo quando effettivamente il problema si ripropone. È importante anche lavare, dopo lo sfiato, i caloriferi con abbondante acqua per eliminare eventuali residui che possono aiutare la formazione di gas interni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come ripristinare i caloriferi rimuovendo l'aria in eccesso

Il momento in cui accendete il riscaldamento notate che i vostri caloriferi non riscaldano più e percepite anche un gorgogliare d'acqua, allora sicuramente nelle tubature dell'impianto c'è dell'aria.Quest'ultima, circolando nei caloriferi, provoca una...
Casa

Infissi Esterni: come mantenerli efficienti

Gli infissi esterni sono soggetti alle intemperie, e quindi con il passar del tempo possono rovinarsi soprattutto se sono di legno. Quest'ultimo è un materiale naturale resistente, ma al tempo stesso piuttosto delicato se soggetto a continui sbalzi di...
Casa

Come mantenere la scrivania pulita e ordinata in ufficio

Mantenere sempre in perfetto ordine il proprio spazio di lavoro è molto importante, perché questo ci permette di lavorare correttamente e di trovare facilmente tutto quello che ci serve. Tuttavia può capitare che per mancanza di tempo non riusciamo...
Casa

Come mantenere al meglio il marmo

Sicuramente chi possiede in casa propria (in bagno o in soggiorno) delle superfici in marmo sa anche che, oltre ad essere un materiale pregiato dall'impatto visivo molto forte, richiede in effetti una particolare attenzione nella sua manutenzione. Per...
Casa

Come mantenere il calore in casa risparmiando sul riscaldamento

Con l'arrivo della stagione invernale e, con il conseguente abbassamento delle temperature e dunque necessario per poter mantenere sempre calde le nostre abitazioni ricorrere al riscaldamento. Questo ci porterà a beneficiare del tepore, specie nelle...
Casa

Come mantenere igienizzata la eco-borsa della spesa

Lo stile green è molto in voga negli ultimi anno. Tuttavia non si tratta di un semplice stile di vita, bensì di una modello di vita da emulare. Vivere nel rispetto dell'ambiente è forse uno dei compromessi più ardui da fare. Solitamente soluzioni...
Casa

Come usare e mantenere in perfetta efficienza la stufa economica

Esistono numerosi sistemi di riscaldamento che vanno dal classico caminetto fino alle case solari. La stufa economica è così chiamata perché consente con il suo utilizzo tre funzionalità contemporanee, il riscaldamento degli ambienti, la possibilità...
Casa

Come mantenere la giusta pressione dell'acqua nella caldaia

La guida che andremo a sviluppare nei passi che seguiranno, che per la precisione saranno tre, si occuperà di manutenzione. L'oggetto della nostra guida sarà la caldaia, in quanto, come avrete già potuto comprendere attraverso la lettura del titolo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.