Come mantenere pulito il nichel

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il nichel è un metallo relativamente resistente che spesso non reagisce chimicamente con i detergenti, ma la finitura usata sul nichel spazzolato è molto più sensibile e spesso diventa piuttosto difficile pulirla accuratamente. Chiamato anche "rame bianco" dai cinesi, esso è usato nella maggior parte delle leghe, come ad esempio nell'acciaio inossidabile, essendo molto resistente all'ossidazione. Vediamo ora come fare per mantenere pulito il nichel nel modo più semplice ed economico possibile.

25

Occorrente

  • Ammoniaca
  • Acqua corrente
  • Bacinella di plastica
  • Panno in microfibra
  • Panno in pelle
  • Olio di stearina (solo per oggetti nichelati)
35

METODO DELL'OLIO DI STEARINA

Se abbiamo in casa degli oggetti con nichel diventati opachi, dobbiamo usare un metodo particolare. Ci serve dell'olio di stearina (si trova nei negozi di hobbistica o nei colorifici, ma possiamo provare anche in una ferramente ben fornita). Pertanto, imbeviamo un panno (naturalmente morbido), con qualche goccia di questo grasso e strofiniamo la superficie dell'oggetto che vogliamo pulire, infine sciacquiamolo con abbondante acqua tiepida; quindi asciughiamolo con il panno in microfibra e luciadiamolo con quello in pelle. A prescindere da quale prodotto detergente abbiamo usato, una fase importante da seguire per mantenere il nichel spazzolato pulito e in buono stato è quella di lucidarlo. Bisogna utilizzare un panno morbido e asciutto e lucidiamo il metallo finché spariscono tutte le striature o impronte digitali.

45

DETERGENTE

Quando puliamo il nichel dobbiamo usare il metodo più delicato possibile. Se, e solo se, i metodi leggeri iniziali non garantiscono un sufficiente livello di pulizia, possiamo passare con cautela a metodi leggermente più abrasivi. In questi tempi di crisi economica fa sempre comodo risparmiare qualche euro, quindi è ottimo creare un detergente con le mani proprie per mantenere pulito il nichel. Per farlo è molto semplice, basta recarsii in un supermercato ed acquistare dei guanti in lattice (se si è allergici procuriamoci quelli in vinile oppure quelli di stoffa), un panno in microfibra (per asciugare), un panno in pelle scamosciata (per lucidare), una bacinella in plastica e dell'ammoniaca.

Continua la lettura
55

LAVAGGIO

Andiamo a versare all'interno di una bacinella una parte di ammoniaca ogni tre parti di acqua fredda, quindi versiamoci l'oggetto in nichel che vogliamo pulire e lasciamolo a bagno per una ventina di minuti. Se è molto sporco potrebbero volerci anche 30 o 35 minuti, trascorsi i quali togliamolo dalla miscela in cui e stato immerso e sciacquiamolo con abbondante acqua tiepida (assicurandoci che non sia calda); asciughiamolo pertanto con un panno in microfibra e poi lucidiamolo con quello in pelle. Eseguiamo queste operazioni molto delicatamente per non rigarlo inutilmente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come saldare la ghisa sferoidale

I metalli presenti in natura sono molteplici e, grazie all'intervento dell'uomo e allo sviluppo delle tecnologie industriali, sono variamente combinati per ottenere materiali di particolare qualità. La ghisa sferoidale ne è un esempio, con le sue caratteristiche...
Materiali e Attrezzi

Come riciclare un forno a microonde

Il forno a microonde è diventato ormai un elettrodomestico indispensabile in tutte le nostre case: veloce, pratico e pulito, aiuta a risparmiare tanto tempo utile. Ma che fare quando ormai il microonde è vecchio e rotto? Non si può gettarlo nei cassonetti...
Materiali e Attrezzi

Lavorazione del bronzo: fusione e laminatura

L'uso di bronzo risale a più di 5000 anni fa. Questo importante metallo è una lega composta da rame e stagno in proporzione che varia leggermente, ma può essere normalmente considerata in nove parti di rame e una di stagno. Altri ingredienti che si...
Materiali e Attrezzi

Come Usare Il Tosaerba Con Precauzione

Il tosaerba è un attrezzo che oramai quasi tutti i proprietari dei giardini posseggono per mantenere pulito ed in ordine il proprio prato. Ma probabilmente, non tutti sanno che anche il tosaerba può rivelarsi pericoloso se non lo si usa con una certa...
Materiali e Attrezzi

Come realizzare una casseruola in acciaio

Nella gamma delle pentole da cucina, le casseruole hanno un posto rilevante. Si tratta di utensili più profondi rispetto ai tegami, dotati quindi di alti bordi al fine di poter contenere e cuocere svariate tipologie di cibi che necessitano di questo...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere e usare un soffiatore

Il soffiatore è utilissimo per tenere pulito il viale oppure il giardino, liberandolo dalle foglie cadute dagli alberi. In commercio esistono moltissimi tipi di soffiatore, con diversi prezzi. In questa guida vi insegno come scegliere e usare un soffiatore....
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare un saldatore a filo continuo

Questa riportata di seguito è una guida di base su come saldare utilizzando un saldatore a filo continuo. La saldatura MIG (metal inert gas) è un processo impressionante che utilizza l'energia elettrica per fondere ed unire insieme vari pezzi di metallo....
Materiali e Attrezzi

Come cromare l'acciaio

L'acciaio è una lega formata principalmente da ferro e carbonio e può presentare, nel corso del tempo, dei tratti di ruggine. Per evitare ciò è necessario cromare l'acciaio, ovvero creare una pellicola protettiva facendo reagire il cromo con l'ossigeno....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.