Come mantenere vivo l'albero di Natale

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Molte sono le famiglie che scelgono di acquistare un albero vero per le festività natalizie al posto di quello sintetico. Indubbiamente questo presenta molti vantaggi, come l'odore che esso sprigiona in casa, l'aspetto molto più suggestivo ma soprattutto l'eco-sostenibilità del suo utilizzo; infatti la scelta dell'albero vero fa evitare l'acquisto di quello sintetico che non è biodegradabile e che, essendo nella maggior parte dei casi importato da paesi esteri, porta a conseguenze negative da un punto di vista dell'impatto ambientale. Ecco come mantenere vivo e in salute l'albero di Natale.

25

Scegliere l'albero giusto

Innanzitutto, al momento dell'acquisto dell'albero nei vivai, bisogna assicurarsi della sua provenienza; sono da preferire gli alberi italiani in quanto sono abituati al nostro clima e non dovranno, quindi, subire cambiamenti ambientali significativi per adattarsi alle nuove condizioni. Tuttavia bisogna sempre tenere presente che l'abete cresce in luoghi con temperature relativamente basse e in ambienti umidi, condizioni queste che non caratterizzano di certo i salotti chiusi delle nostre case nel periodo invernale.

35

Posizionare correttamente l'albero

Come prima cosa cercate di non posizionare l'albero con i rami a contatto con pareti o mobili ma, al contrario, dovete lasciare i rami distesi. In secondo luogo non ubicate l'abete a contatto o in prossimità di fonti di calore, perché esso richiede ambienti freschi, ma anche luminosi e senza eccessive correnti d'aria. Una volta trascorse le festività non gettate l'albero ma piantatelo, se possedete un giardino, oppure donatelo ad associazioni a favore dell'ambiente. In alternativa rivolgetevi al corpo forestale, il quale provvederà a piantare l'albero per aiutarlo a continuare la sua crescita.

Continua la lettura
45

Curare l'albero di Natale

Ricordate, che se acquistate un albero pre-tagliato, è importante fare un taglio nella parte inferiore, rimuovendo dai 2,5 centimetri ai 3 centimetri massimo dal fondo, ciò consentirà alla linfa di scendere verso la base, non ostacolando l'assorbimento dell'acqua; questo processo dura circa tre ore. Non appena vi è possibile, mettete l'albero nell'acqua. La parte della base intaccata, non deve mai asciugarsi, al fine di mantenere gli aghi sempre freschi. Una regola approssimativa è che un albero tipico potrebbe assorbire circa un litro di acqua ogni 2,5 centimetri del suo diametro. Questo significa che molti alberi hanno bisogno di essere innaffiati ogni giorno. È possibile oltretutto, eseguire dei fori poco profondi alla base del recipiente che contiene l'albero.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come mantenere viva la stella di natale

La stella di natale è una bellissima pianta che troviamo nel periodo festivo invernale. Come tutte le piante necessita di particolari cure ed accorgimenti specifici. Molti, non avendo una buona conoscenza di questa pianta messicana, preferiscono rinunciano...
Giardinaggio

Come coltivare l'albero di limone

L'albero di limone è una pianta prettamente mediterranea. Il sud dell'Italia, nelle sue coltivazioni, si caratterizza spesso di colorate piante di agrumi. Fra di esse, spicca il giallo dei frutti dell'albero di limone. Ricchi di vitamina C, sono un vero...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura dell'albero di limoni

L'albero dei limoni fa parte della famiglia degli agrumi in cui rientrano anche, aranci, cedri, mandarini, mandaranci, pompelmi; tutti frutti ricchi di preziose vitamine che regalano abbondanti fioriture profumate e fruttificazioni, se ben coltivate....
Giardinaggio

Come potare l'albero di susino

I susini sono una bella aggiunta a tutto il paesaggio, ma senza un'adeguata manutenzione possono diventare un peso piuttosto che un vantaggio. Anche se la potatura di un susino non è difficile, è però molto importante soprattutto per quanto riguarda...
Giardinaggio

Come Potare L'Albero Dei Cachi

L'albero di cachi, conosciuto anche come "loto del Giappone", è un tipico esemplare di pianta da frutto dell'Asia orientale. Generalmente la pianta produce i suoi primi frutti nei mesi autunnali. Il cachi è in grado di adattarsi a varie tipologie di...
Giardinaggio

Come eliminare un albero ingombrante

Purtroppo, alcune volte occorre necessariamente abbattere un albero. Il motivo è che ci si trova in una situazione in cui occorre garantire la sicurezza. Un intervento del genere mira ad evitare il pericolo derivante da un contatto dell'albero con i...
Giardinaggio

Come potare il verde di un albero da frutto

Con la parola "potatura verde" ci si riferisce ad alcune specifiche pratiche della potatura attraverso la quale si va a sfoltire la chioma di tutte le piante da frutto. Questo serve a favorire il graduale rinnovamento di quest'ultima ed una maggiore produzione...
Giardinaggio

Come potare un albero di mimose

In questa guida, vogliamo proporre un argomento veramente interessante, per tutti coloro che amano il fai da te ed in particolar modo la natura ed hanno il pollice verde.Infatti vogliamo proporre il modo per capire come poter potare, nella maniera corretta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.