Come manutenere la resistenza di uno scaldabagno elettrico

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se in casa abbiamo uno scaldabagno elettrico, è molto importante controllare periodicamente l'efficienza della resistenza che è soggetta a bruciarsi a causa dell'accumulo di calcare che si genera intorno ad essa. Per evitare che ciò accada, è necessario quindi manutenere questa funzionale parte elettrica, intervenendo tempestivamente ed in modo adeguato. Nei passi successivi di questa guida vediamo dunque come massimizzare il risultato.

26

Occorrente

  • Cacciavite
  • Pennello
  • Acqua e acido cloridrico
  • Guanti e occhiali da lavoro
  • Un martello non troppo grosso
  • Spazzola di ferro
  • Un pezzo di legno
  • Pasta al manganese
  • Nastro isolante
36

Prima di intervenire, la prima cosa da fare è staccare l'alimentazione elettrica dello scaldabagno. In primo luogo va rimosso il coperchio di protezione di plastica al di sotto dell'elettrodomestico che, di solito, è fissato mediante una linguetta ad incastro e delle viti, avendo l'accortezza di rimuovere la lampadina del termostato dal suo alloggiamento. Una volta scollegati i fili dai morsetti va rimosso il termostato che si estrae tirando con un po' di forza la scatoletta scura a cui erano collegati i fili e sulla quale è infissa la barretta di ottone infilata nella resistenza.

46

A questo punto non resta che smontare la resistenza vera e propria utilizzando l'apposita chiave a tubo. Tale operazione richiederà un certo sforzo dato che il calcare avrà sicuramente, nel tempo, incrostato la filettatura che permette di serrare la resistenza al serbatoio. È sempre buona norma tenere una bacinella al di sotto dello scaldabagno per raccogliere la fuoriuscita degli ultimi residui di acqua e pezzi di calcare che inevitabilmente si raccolgono sul fondo dello scaldabagno. Una volta rimossa la resistenza, qualora non sia troppo incrostata, è possibile ripulirla immergendola nell'aceto, per qualche ora, e poi spazzolandola delicatamente. Una pulizia più approfondita si può ottenere con una soluzione al 50% di acido cloridrico e acqua ma, visto il costo molto contenuto di una nuova resistenza e la pericolosità dell'acido, che va maneggiato utilizzando guanti di gomma e indossando una mascherina protettiva, può essere più conveniente propendere, così come nel caso in cui risulti bruciata, per una sostituzione della stessa.

Continua la lettura
56

Avendo rimosso la resistenza è bene procedere alla pulizia interna dello scaldabagno nel quale si sarà sicuramente accumulato del calcare sulle pareti del fondo. La resistenza, così come tutti gli altri elementi idraulici, andrà riavvitata dopo aver rivestito le parti filettate con della stoppa bagnata o del teflon per evitare che ci siano perdite d'acqua. Rimontato il tutto, si passa a rimettere l'acqua nello scaldabagno. Bisogna chiudere tutti i rubinetti dell'acqua calda aperti e riaprire il rubinetto di immissione dell'acqua fredda o l'interruttore generale dell'acqua chiusi in precedenza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come pulire l'interno di uno scaldabagno elettrico

Nel corso degli anni e soprattutto nelle zone in cui è in uso dell'acqua molto ricca di calcio, il calcare tende ad accumularsi all'interno dello scaldabagno dando vita a delle incrostazioni anche di rilievo. Per rendere lo scaldabagno efficiente, ed...
Casa

Come installare uno scaldabagno elettrico

Lo scaldabagno è quell'elettrodomestico che ha la funzione di riscaldare l'acqua dell'impianto idrico domestico. Ne esistono di due tipi: a gas oppure elettrico. In questa guida ci occuperemo di quello elettrico, il cui funzionamento avviene appunto...
Casa

Come installare un timer per scaldabagno elettrico

Avere a che fare con ogni particolare della nostra casa, è importantissimo per poter valutare e risparmiare per ogni particolare. In particolar modo, avere uno scaldabagno elettrico, equivale a consumare maggiormente il consumo domestico di energia elettrica....
Casa

Come scolare l'acqua da uno scaldabagno elettrico

Gli scaldabagni elettrici hanno due elementi riscaldanti, uno nella parte superiore del serbatoio e uno in prossimità del fondo. Il serbatoio deve essere drenato se si presenta la necessità di sostituire questi elementi o di ripulire l'interno del serbatoio....
Casa

Come isolare esternamente uno scaldabagno elettrico

Lo scaldabagno elettrico è una delle principali cause di un elevato consumo di elettricità. È molto pratico e può essere installato ovunque esiste una presa elettrica. Inoltre, non costo moltissimo e non richiede manutenzioni complicate, ma impiega...
Casa

Come manutenere il quadro elettrico

Se per gli impianti elettrici situati nei posti di lavoro, come ad esempio nelle aziende, vigono norme restrittive che obbligano a certificate manutenzioni periodiche, diverso è per gli impianti casalinghi. I primi sono luoghi in cui transita un elevato...
Casa

Come sostituire la resistenza del forno elettrico

Il forno è molto probabilmente uno degli elettrodomestici più utili della cucina. Ci permette di cuocere i nostri cibi preferiti senza ricorrere alle padelle e alle conseguenti insalubri fritture. In particolare, il forno elettrico è di facilissima...
Casa

Come pulire lo scaldabagno

Non tutti utilizzano la caldaia elettrica in casa, c'è chi ancora preferisce lo scaldagagno, che però molto spesso richiede una manutenzione più attenta ed accurata. Difatti non è infrequente la formazione di calcare, che spesso incide sul buon funzionamento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.