Come mescolare la calce in polvere

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La calce è materiale usato maggiormente per realizzare gli intonaci, e negli ultimi anni è diventata più popolare perché è più ecologica del cemento. La calce può essere mescolata in due modi, ma entrambi richiedono una discreta quantità di tempo e fatica. Ad ogni modo, bisogna prestare la massima attenzione alla sicurezza: quando si lavora con la calce, è necessario indossare una maschera, un paio di occhiali e guanti. Questo lavoro, inoltre, può richiedere la presenza di almeno due persone: una preposta al controllo della combinazione degli ingredienti e l'altra alla miscela. Premesso questo, vediamo come mescolare la calce in polvere.

25

Occorrente

  • sabbia
  • calce in polvere
35

La calce è una miscela di sabbia e idrossido di calcio, utilizzata anche per affreschi e per scopi architettonici. La calce idraulica, o idrata, è considerato il tipo puro di calce che dovrebbe essere utilizzato in miscele di calce e gesso. Per mescolare la calce in polvere, unire una parte di calce in polvere a tre parti di sabbia. Le particelle di sabbia possono variare in dimensioni: da molto piccole come polvere fino a grandi pezzi come il sale grosso. Provare ad utilizzare solo quelli più piccoli per riempire gli spazi vuoti tra i granuli, i quali devono occupare circa un terzo del volume della sabbia. Questo si tradurrà in un intonaco di calce più agevole da applicare.

45

Combinare ora una parte di calce viva in polvere con tre parti di sabbia, aggiungendo la calce viva per smorzare la sabbia e mescolare il tutto con una pala. La miscela deve essere inclinata e mescolata continuamente; potrebbe richiedere acqua extra, a seconda del livello di umidità nella sabbia. Se è necessario aggiungere dell'acqua, bisogna farlo lentamente, mescolando sempre allo stesso modo fino a quando la miscela non raggiunge la consistenza desiderata. In un primo momento, potrebbe sembrare difficile da lavorare, ma se si persevera con una mazza di legno, il compito risulterà molto più agevole.

Continua la lettura
55

La calce liquida e mescolata può essere conservata in un contenitore chiuso ermeticamente per un massimo di tre mesi, dopodiché inizia ad indurirsi e non esiste alcun modo per recuperarla. Quando si andrà ad utilizzare la calce già mescolata, occorrerà rigirarla con una cazzuola fino a quando non rimarrà appiccicata alla cazzuola stessa. Se appare troppo dura, significa che è entrata dell'aria e bisognerà aggiungere un po' d'acqua ma con parsimonia, in quanto l'acqua in eccesso può provocare delle fessure una volta che si sarò ritirata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come mescolare il cemento con la sabbia

Quando capita di dover effettuare dei piccoli lavori di muratura in casa o di riprendere alcune sezioni di un muro e non ci si vuole affidare ad un professionista, proprio perché l'intervento è veramente minimo, si può ricorrere al "fai da te". Nei...
Materiali e Attrezzi

Come preparare la malta di calce idraulica

Per preparare la malta di calce idraulica, come tutte le altre tipologia di malta, sono necessari tre elementi: un materiale inerte, un materiale legante e acqua. Il materiale inerte è generalmente sabbia, mentre quello legante calce idraulica; la particolarità...
Materiali e Attrezzi

Come fare la malta di calce idrata

La malta di calce è una sostanza utilizzata per tenere insieme mattoni o pietre. Può anche essere utilizzata per chiudere dei buchi presenti nei muri o per fare intonaci. Ottenere dei risultati immediati ai fini dell’indurimento della resa finale...
Materiali e Attrezzi

Come Ottenere L'Acqua Di Calce

Ci sarà sicuramente capitato, di aver bisogno di un particolare composto e generalmente in questi casi preferiamo acquistarlo in appositi negozi, già pronto per essere utilizzato. Una valida alternativa è quella di provare a prepararlo con le nostre...
Materiali e Attrezzi

Come realizzare un intonaco a calce

Vogliamo ristrutturare un muro e dobbiamo intonacare. Però non vogliamo chiamare un muratore professionista. Magari la superficie da trattare è ridotta. Oppure vogliamo avere la soddisfazione di fare noi stessi il lavoro. Tuttavia occorre sapere bene...
Materiali e Attrezzi

Come usare la vernice a calce

In questa breve guida, come avrete sicuramente già capito dal titolo, vi spiegherò, passo dopo passo, come usare nel modo migliore, più veloce, pratico e sicuro possibile, la vernice che normalmente utilizziamo, come quella a calce, in quanto è quella...
Materiali e Attrezzi

Come mescolare perlite e cemento

La perlite è un materiale resistente ad alte temperature, impiegato anche per la realizzazione delle fornaci perché consente di raggiungere elevate temperature. Funge infatti da isolante e viene adoperato, a seconda del progetto per cui si prevede di...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere e preparare la polvere di gesso per stampi

Se uno dei vostri principali hobby è il bricolage, allora non potete non conoscere il gesso come materiale. Il gesso, che viene usato molto anche in edilizia, è anche uno dei materiali più usati per le decorazioni. Lo potete trovare in commercio, presso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.