Come migliorare la fioritura dei garofani

Tramite: O2O 29/07/2017
Difficoltà: facile
17

Introduzione

I garofani sono ornamentali, ideali per abbellire balconi e davanzali. Dalle ottime fioriture, sono anche molto semplici da coltivare in vaso. In natura, ne esistono oltre trecento specie. Fra annuali e perenni. Hanno tutte caratteristiche e colori variabili. In generale, i fusti sono nodosi e le foglie lanceolate. Per migliorare la fioritura e renderla più duratura e rigogliosa, esistono alcuni particolari accorgimenti. Pertanto, ecco come procedere.

27

Occorrente

  • vaso definitivo
  • piccole forbici
37

L'esposizione

Per migliorare la fioritura dei garofani, esponili in luogo soleggiato ma aerato. Prediligono un terreno ricco di sostanze organiche e minerali, compatto, calcareo ed asciutto. Le specie annuali vanno seminate in primavera. Se osservi correttamente i suggerimenti, i garofani potranno fiorire per molti anni. La prima fioritura avviene dopo 6 mesi dalla semina, successivamente, tra settembre ed ottobre, protraendosi fino all'estate. In alcune regioni, come la Toscana, avviene in estate. Per migliorare la fioritura, cima la pianta ovvero taglia con le dita le estremità dello stelo principale. Esegui questa procedura due settimane dopo il trapianto in vaso.

47

La cimatura

Per cimare correttamente i garofani e migliorarne la fioritura, elimina solo tre o quattro foglie superiori. Alcune specie non vanno esposte in pieno sole, ma in una zona leggermente più in ombra. Un mese dopo la cimatura, esegui la rottura. La tecnica prevede essenzialmente il taglio oppure l'eliminazione delle estremità degli steli laterali. Dovrai lasciare cinque nodi in ciascuno. Da ogni taglio effettuato potranno nascere due nuovi steli. In questo modo, potrai moltiplicare rapidamente la fioritura. Per migliorare il benessere e la bellezza dei garofani, elimina alcuni boccioli. Fai particolare attenzione a questo passaggio: una disattenzione potrebbe compromettere la pianta.

Continua la lettura
57

La temperatura

Eliminando correttamente i boccioli dei garofani, potrai ottenere dalla pianta tanti fiori più piccoli, oppure pochi ma molto più grandi. In questo caso devi sostenere lo stelo con una mano e con l'altra eliminare tutti i boccioli tranne quello più alto. Innaffia i garofani con moderazione e tienili sempre alla luce del sole. Per la fertilizzazione del terreno utilizza del concime organico, minerale, ricco di potassio. Elimina sempre le parti danneggiate e gli eventuali fiori appassiti. Per un'ottima fioritura, mantieni una temperatura quanto più regolare possibile. Non dovrebbe mai scendere sotto i 4°C. Quella ottimale è fra 10°C ed i 20°C.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La pianta non dovrebbe mai scendere sotto la temperatura di quattro gradi centigradi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come moltiplicare i garofani per talea e per propaggine

Ci sarà sicuramente capitato, se siamo degli amanti del verde, di voler provare a coltivare sul nostro balcone o nel nostro giardino tutte le piante che più ci piacciono. Tuttavia se non abbiamo mai coltivato nessuna pianta e non conosciamo tutte le...
Giardinaggio

Come stimolare la fioritura delle viole

Le viole sono uno dei fiori utilizzati soprattutto per abbellire le finestre, ma forniscono delle belledecorazioni anche per tavoli e mensole. La particolarità di questa pianta sta nel fatto che una singola foglia può produrre più fiori; ma per mantenere...
Giardinaggio

Come stimolare la fioritura delle ortensie

Tutte le ortensie amano l'acqua. Il loro nome inglese (hydrangea) deriva dal greco "hydra", che significa "acqua", e "angeon", che significa "nave". Le ortensie si abbassano quando la pianta è troppo secca; tuttavia, la maggior parte di esse non ha bisogno...
Giardinaggio

Come stimolare la fioritura delle piante da giardino

Nella guida che seguirà andremo a occuparci piante. Più specificatamente, presteremo la nostra attenzione alla fioritura delle piante. Ci porremo nel particolare questa domanda: come si fa a stimolare la fioritura delle piante da giardino? La risposta...
Giardinaggio

Come stimolare la fioritura delle orchidee

Una delle caratteristiche principali dell'orchidea, è la sua fioritura, che per molti è il motivo e la fonte stimolante per acquisirle. Il loro fiore sboccia per settimane, ma pur essendo una pianta delicata, seguendo dei semplici consigli possiamo...
Giardinaggio

Come stimolare la fioritura delle calle

Le calle sono dei fiori che si sviluppano su una pianta di tipo perenne, che cresce rigogliosa in piena terra e che è presente nelle regioni d'Italia più miti. Le calle gradiscono inoltre aree in penombra, e alla base possiedono tante foglie di colore...
Giardinaggio

Come potare le piante per avere una fioritura più rigogliosa

La potatura serve per favorire una crescita di gemme e quindi una fioritura più rigogliosa. In natura non è necessaria in quanto il vento e gli agenti atmosferici continuamente eliminano i rami ormai vecchi e rovinati. I nostri giardini non sono un...
Giardinaggio

Come stimolare la fioritura dei crisantemi

I crisantemi sono fiori originari dell'Asia e dell'Europa. Esistono tante varietà di crisantemi e pur essendo dei fiori ornamentali belli e colorati, in Italia non sono molto apprezzati perché per abitudine, si portano al cimitero ai defunti. Ciò succede...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.