Come misurare il livello di azoto nel terreno

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Coltivare piante, fiori e alberi richiede conoscenze nel settore agrario. Sono tanti gli elementi che influenzano un buon raccolto. Non si tratta, infatti, solo di buone sementi e di seminare in periodo favorevole. La qualità del terreno è fondamentale per un ottimo sviluppo delle piante. Il terreno deve contenere tutti i nutrienti essenziali nelle giuste proporzioni. Esistono delle sostanze, i cosiddetti "macroelementi", che sono di primaria importanza. Il terreno deve avere un buon contenuto in fosforo, potassio ma soprattutto azoto. L'azoto è responsabile dello sviluppo della pianta in tutta la sua attività vegetativa. È dunque importante sapere se il nostro terreno ne contiene abbastanza. Ma come misurare il livello di azoto del territorio? Lo vedremo nei prossimi passi.

26

Occorrente

  • Kit analisi chimiche con fotometri e lisimetri.
36

Assicurare un buon livello di azoto

L'azoto porta la pianta a sviluppare il tronco, i rami, il fogliame e la produzione di frutti. Possiamo dunque dedurre che si tratta di un elemento naturale fondamentale. È necessario garantire alle piantagioni il giusto livello di azoto. Un eccesso di azoto, infatti, potrebbe creare le conseguenze contrarie. Le piante potrebbero indebolirsi e diventare più esposte alle malattie. Il livello di fosforo e potassio è anch'esso importante. Il fosforo ha un ruolo nella composizione del DNA e del RNA. Esso si occupa dei regolatori ATP e ADP e delle riserve in semi e bulbi. Il potassio interviene in molte attività fisiologiche della pianta, come l'accumulo di zuccheri.

46

Usare un fotometro

Misurare il livello dei nutrienti nel terreno è dunque essenziale per un'efficace coltivazione. Per poter rilevare il grado di azoto e degli altri elementi sono necessari dei kit appositi. Per prima cosa dovremo procurarci un kit per analisi chimiche, completo di tutti gli accessori utili. Per rilevare la presenza e la concentrazione degli elementi si utilizzano alcuni dispositivi: sono i fotometri e i lisimetri. I primi sono strumenti elettronici che rilevano la concentrazione dei nutrienti. Sono dunque addetti al controllo della presenza di azoto, potassio e fosforo; inoltre rilevano altre sostanze quali rame, calcio, solfati e nitrati.

Continua la lettura
56

Utilizzare il lisimetro

I lisimetri permettono di raccogliere campioni da esaminare. Si tratta solitamente di puntali porosi che prelevano una piccola dose di terreno. I due dispositivi si utilizzano sinergicamente e fanno parte dei kit completi di analisi chimiche. Questi strumenti sono indispensabili per chiunque voglia iniziare l'attività agricola. Tuttavia potrebbero essere utili anche a chi desidera un orticello fruttuoso in casa. Misurare il livello di azoto del terreno e degli altri nutrienti è importante anche in piccoli ambiti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come aumentare il PH del terreno

La terra gode del principio di ossigeno e azoto. In oltre troviamo molti elementi importanti per vivere, ossia come abbiamo detto l'ossigeno, l'acqua e i principi come lo stato solido, liquido e gassoso. La terra, in questo caso il terreno vero e proprio,...
Giardinaggio

Come conoscere la natura del tuo terreno

Oggi non tutti hanno la fortuna di avere a disposizione un appezzamento di terreno per cercare di organizzare al meglio un giardino o un orto. Tuttavia sono sempre più numerosi i giovani, visto la carenza di posti di lavoro, che prendono in affitto fazzoletti...
Giardinaggio

Come concimare il terreno con il letame

Se abbiamo un appezzamento di terreno ed intendiamo coltivarlo in modo adeguato ricavando il massimo dal punto di vista del raccolto, è fondamentale una periodica concimazione. Il prodotto migliore in senso assoluto, peraltro naturale, è il letame...
Giardinaggio

Come ravvivare il terreno del nostro giardino

Chi ha la fortuna di possedere un giardino, si sarà accorto che con l'alternarsi delle stagioni e con il passare degli anni il terreno perde molte delle sostanze nutritive in esso contenute, che portano ad un minore resa dello stesso. In questa una guida,...
Giardinaggio

Come livellare il terreno

Prima di coltivare qualsiasi pianta in giardino, o se bisogna installare una piscina, è necessario il terreno sia ben livellato. Se si effettua questa operazione, il terreno degrada più lentamente e non occorre poi dover agire per pareggiare eventuali...
Giardinaggio

Come far crescere l'erba in un terreno argilloso

Per ottenere i migliori risultati, sia nell'orto sia i giardino, è necessario conoscere la situazione fisico-chimica del terreno. Vi sono, in natura, terreni più o meno spiccatamente acidi, neutri, alcalini; possono anche essere argillosi, sabbiosi,...
Giardinaggio

Come spianare un terreno

Lo spianamento di un terreno è un'operazione dalla quale non si può prescindere nel momento in cui si decide di destinare a qualsivoglia uso una superficie. Spianare un terreno è infatti importante se si decide di costruire un edificio, specie se contornato...
Giardinaggio

Come concimare il terreno in maniera corretta

La concimazione del terreno è una pratica eseguita ciclicamente per rendere la terra più produttiva e favorire la crescita sana e rigogliosa delle piante. Proprio come noi necessitiamo di cibo, anche la pianta ha bisogno di nutrimento: altrimenti avrà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.