Come modificare il mandrino di un tornio

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In un tornio, il mandrino è un morsetto metallico usato per tenere fermo un oggetto, rendendo più agevole il lavoro. Alcuni torni, soprattutto quelli più grandi, hanno dei mandrini con fili integrali o altri meccanismi di montaggio di forma conica. Ma la maggior parte dei torni di piccole dimensioni utilizzano una semplice piastra opportunamente filettata e avvitata strettamente al mandrino, che si adatta in una cavità nella parte posteriore di quest'ultimo. Ma ora vediamo come modificare il mandrino di un tornio.

26

Modificare le scarpette

Un mandrino di un tornio è composto da una massa centrale chiamata "rotore", che agisce sull'asse principale che ne stabilisce il numero di giri necessari per la lavorazione di manufatti in metallo o in legno. Su quest'ultimo agiscono 3 supporti di metallo a forma di "L", che sono chiamati "scarpette" e servono a stringere il pezzo e farlo girare perfettamente in modo circolare. Ciascuna scarpetta è composta da 3 calettature decrescenti che consentono di afferrare oggetti di diverso diametro.

36

Smontare le scarpette con le viti

Fin quando si tratta di tornire un pezzo di metallo o di legno perfettamente cilindrico, la posizione delle scarpette del mandrino sono ideali nello stato appena descritto. Se invece il pezzo da tornire presenta degli angoli irregolari, è necessario apportare una modifica che consiste nello smontaggio delle scarpette. L'operazione avviene svitando delle viti poste su ogni singola scarpetta, che consentono di girarle in modo che la presa non avvenga più all'interno delle calettature, bensì sulla punta della scarpetta stessa, corrispondente al lato più corto della "L".

Continua la lettura
46

Utilizzare un taglia piastre

Se il tornio monta un mandrino fisso, ovvero che non ha le scarpette smontabili, è possibile apportare delle modifiche per renderlo multifunzionale. La prima cosa da fare è acquistare un piccolo mandrino per trapano corredato di una prolunga d'acciaio che va incastrata al centro del tornio e che consente di lavorare e rifinire un pezzetto di metallo o di legno. Un'altra modifica da poter apportare al mandrino del tornio consiste nell'utilizzare un taglia piastre; quindi, acquistare un apposito disco con tanti solchi che si protraggono fino all'estremità del cerchio, consentendo la presa di oggetti circolari di diverso diametro. Questo disco permette di bloccare il cerchio nel mandrino del tornio, facendolo ruotare per tagliare una piastra. Il bloccaggio di quest'ultima può avvenire con viti corredate di dadi e delle piccole ganasce che fanno da sostegno ai bordi della piastra da tagliare, evitando che possa sganciarsi.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come scegliere il mandrino del trapano

Quando intendiamo acquistare un trapano oppure ne abbiamo già uno, è importante sincerarsi che sia dotato di un mandrino non fisso. In commercio, infatti, possiamo trovare quelli che prevedono la sostituzione del mandrino a seconda del tipo di...
Materiali e Attrezzi

Come smontare e sostituire il mandrino del trapano

Il trapano elettrico ha in dotazione un mandrino, che apparentemente è fisso. In realtà si tratta di un elemento che è possibile smontare e sostituire, soltanto che per ottenere ciò, è necessario utilizzare un apposito strumento ed alcuni attrezzi....
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare un tornio per metallo

Uno dei primi e più versatili strumenti di lavorazione dei metalli è sicuramente il tornio. Il tornio è uno strumento che viene utilizzato da epoche molto antiche, praticamente la sua invenzione è avvenuta nel periodo della preistorica, fino a subire...
Materiali e Attrezzi

Come Realizzare Una Dima Guida Per La Lavorazione Al Tornio

La dima è una sorta di calco di un piano che deve essere riprodotto nella realtà nello stesso identico modo. Il lavoro richiede l'uso di particolari strumenti oltre che di specifiche tecniche. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni consigli...
Materiali e Attrezzi

Come lavorare il legno adatto alla lavorazione del tornio

Nel settore delle produzioni artigianali sono numerose le tecniche con cui è possibile realizzare opere artistiche e strumenti di arredo o utensili dall'uso quotidiano. L'elemento fondamentale per rEalizzare elementi durevoli e di alta qualità ruota...
Materiali e Attrezzi

Come lubrificare un motore elettrico

La funzione del motore elettrico è quella di trasformare l'energia elettrica in energia meccanica. Naturalmente per un buon funzionamento, il motore elettrico ha bisogno di una manutenzione e lubrificazione efficienti, specie nei cuscinetti che surriscaldandosi...
Materiali e Attrezzi

Come modificare un reattore per lampade fluorescenti

Quando si parla di reattore per lampade fluorescenti si intende una sorta di congegno che riesce a creare un impulso elettrico. Quest'ultimo poi consente al gas nella lampada di illuminarsi. Una lampada fluorescente compatta, ossia una di quelle che si...
Materiali e Attrezzi

Come ingrassare i cuscinetti di un motore

Se intendiamo pulire a fondo un qualsiasi motore elettrico, oltre alla pulizia esterna tipo la rimozione di ruggine e sporco, è necessario lubrificare la parte interna e soprattutto i cuscinetti a sfera, che sono fondamentali per il corretto funzionamento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.