Come modificare un mobile credenza per la cucina

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

La credenza è da sempre un elemento d'arredo non solo pratico e funzionale ma anche elegante, che dona quel tocco nostalgico e romantico che ogni casa dovrebbe avere. La credenza, è un mobile costituito da una struttura, solitamente in legno, dove nella parte superiore trova posto una vetrina o, in alternativa, due ante, posizionati al loro interno vari ripiani. Oltre a questo, le credenze, dispongono di un ripiano a giorno posto al di sotto della vetrina o delle antine, e ancora sotto di due cassetti e due ante con all'interno altri ripiani. Come qualsiasi altro mobile da cucina, anche il mobile credenza può essere strutturato in modo diverso, a seconda delle vostre esigenze. A volte non è necessario acquistare nuovi mobili, può essere sufficiente dargli una rinnovata, così finalmente anche i vostri vecchi mobili potranno entrare a far parte della vostra nuova casa, senza sentirsi degli intrusi! Il dover rinnovare un vecchio mobile può essere anche un divertente passatempo che vi darà grandi soddisfazioni. Consideratelo pure un hobby che vi permetterà di rinnovare la vostra casa. Se seguirete questa guida passo passo vi darò dei suggerimenti molto utili su come modificare un Mobile Credenza per la cucina.

29

Occorrente

  • una sega
  • materiali in kit per credenza da cucina
  • carta abrasiva n.80
  • scalpello
  • perline di abete
  • guida per taglio o squadra da falegname e matita
  • morsetti
  • pialla
  • colla a contatto
  • spatola dentellata
  • collante plastico
  • chiodini e martello
39

Per iniziare dovrete staccare la parte superiore del molbile dalla base con un sega, subito dopo fissate sul retro, due occhielli. In questo modo si divide il mobile che prima formava un tutt'uno, in due elementi, di cui quello superiore è pensile, una trasformazione che renderà più moderna la vostra cucina. Procedere, adesso, a carteggiare le superfici delle ante e i frontali dei cassetti con della carta abrasiva n. Ottanta. Queste superfici dovranno essere sufficientemente ruvide, affinché la colla, con cui si applicheranno le perline possa avere una salda presa.

49

Successivamente, servendovi di uno scalpello staccate i listelli di materiale plastico che coprono i cassetti e le ante. Poi, con un'accurata carteggiatura, eliminate i resti della colla che fissava tali listelli. Dopo, tagliate a misura le perline di abete. Usate, se possibile, una guida per tagliare in modo corretto, ed effettuate tagli ad angolo retto. Se non disponete di questa guida, dovrete necessariamente tracciare le linee di taglio con l'aiuto di una squadra.

Continua la lettura
59

A questo punto, con due morsetti bloccate saldamente, su un lato dell'anta, una delle due perline che vanno messe in opera verticalmente. Le assicelle orizzontali dovrete poi unirle tra loro per mezzo di linguetta e scanalatura e contemporaneamente dovrete accostarle alla perlina verticale. Nelle due assicelle verticali poste ai lati dell'anta, le linguette risultano superflue, per questo dovrete accuratamente eliminarle con la pialla.

69

Ora, con un blocchetto di legno avvolto in carta abrasiva, dovrete procedere ad arrotondare gli spigoli esterni delle perline, da incollare in senso orizzontale sui frontali dei cassetti e sulle ante. Per facilitare questa operazione dovrete appoggiare le perline sull'anta, in modo che sporgano di circa due centimetri, bloccate, poi, con due morsetti e smussate uniformemente gli spigoli.

79

Successivamente, servendovi di una spatola dentellata, stendete uno strato di collante plastico del tipo adatto ad unire laminato plastico e legno, sulle ante. Lo strato deve essere uniforme ed avere uno spessore di uno o un millimetro e mezzo. Dopo fissate nuovamente le assicelle verticali sull'anta con i morsetti, creando una guida nella quale inserire le perline orizzontali. Dovrete applicarle sulla superficie, comprimendo con le mani, sul collante già steso. A lavoro finito, l'anta rivestita dovrete serrarla con i morsetti, dopo averla posta tra un paio di tavolette che serviranno a trasmettere una pressione uniforme su tutte le perline. I frontali dei cassetti rivestiteli con lo stesso sistema usato per le ante.

89

Infine, i listelli che permettono l'apertura delle ante e dei cassetti potrete realizzarli unendoli ad angolo retto, con colla e chiodini. L'unione deve essere particolarmente solida, la dove i listelli vengono usati più spesso, e quindi il bordo superiore delle ante del mobile di base, e quello inferiore delle ante del pensile, e dei cassetti.

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Incolla bene le varie parti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come costruire una credenza in legno di noce

Chi ha l'abitudine di realizzare molti oggetti e pezzi di arredamento con le proprie mani, quindi applicando delle tecniche del Fai Da Te, sa benissimo quanta cura, pazienza e capacità sia necessaria per fare un lavoro pulito, ben curato e che duri a...
Casa

Come pitturare di bianco una vecchia credenza con ante a vetri

Il fai da te, è ormai diventata un'attività alla portata di tutti, che spesso, viene svolta durante il tempo libero. Il fai da te, infatti, ci permetterà di realizzare dei piccoli lavoretti da soli, senza l'aiuto di nessun specialista, facendoci risparmiare...
Altri Hobby

Come riparare le cerniere di una credenza in legno

Ogni volta che si rompe qualcosa all'interno della nostra abitazione, la prima cosa che facciamo e chiamare un esperto nel settore, in modo che possa eseguire la riparazione in maniera perfetta, ma con una spesa che la maggior parte delle volte risulta...
Bricolage

Come realizzare un armadio a muro con ante scorrevoli

In casa e in camera da letto l'armadio è un elemento di arredo fondamentale. Il problema però è il grande spazio che richiede, con il rischio di portare ingombro. Per questo, negli ultimi anni, la soluzione dell'armadio a muro è diventata sempre più...
Bricolage

Come trasformare un mobile Ikea

Se per arredare la propria casa si decide di comprare i mobili in legno oppure in altri materiali proposti dal colosso svedese Ikea essi si possono trasformare senza alcun problema. Infatti, con un po' di pazienza e di fantasia si possono rendere consoni...
Bricolage

Come realizzare un armadio in stile marocchino

Oggi molte persone sono costantemente alla ricerca di uno stile innovativo ed originale per conferire alla propria casa un aspetto particolare e di grande fascino. Lo stile marocchino può rappresentare una soluzione davvero da prendere in considerazione....
Casa

Come posare ante scorrevoli per realizzare una cabina armadio

In tale tutorial, cercheremo di spiegarvi come potrete posare ante scorrevoli per realizzare una cabina armadio.La cabina dell'armadio è un posto dove si potranno conservare tutti i vostri vestiti, ma anche accessori, scarpe. Essa permette di mantenere...
Casa

Come appendere uno specchio sull'anta di un armadio

Un armadio ben attrezzato può tornare davvero molto utile nella propria camera da letto. Per essere al top deve possedere uno specchio: se esternamente non ve ne sono a questo punto potete procedere a montarne uno internamente. Quello esterno è chiaro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.