Come moltiplicare i gigli

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le piante per loro stessa natura amano moltiplicarsi, diventare sempre più grandi, creare semi e diffondersi. I gigli sono, tra i fiori, quelli che si prestano maggiormente alla moltiplicazione tramite bulbo o da seme. Se leggerai questa guida ti spiegherò in maniera semplice e chiara come moltiplicare i gigli.

25

La forma più semplice di riproduzione vegetativa dei gigli, è la divisione dei bulbi. Quando crescono e diventano molto grandi, è possibile suddividerli in una o più parti. Ogni bulbo è in grado di riprodursi in modo rigoglioso, come già avvenuto con la pianta madre, dando vita ad un processo di riproduzione praticamente permanente.

35

I gigli fioriscono da maggio ad ottobre e presentano un fiore molto vistoso e profumato il cui colore può variare dal bianco al viola fino al rosa, oppure presentarsi giallo e rosso, mentre i petali sono raggruppati a forma di cornucopia. Quando diventano adulti raggiungono anche altezze superiori ai 3 metri. I gigli si possono moltiplicare rimuovendo i cosiddetti "bulbilli" dal bulbo principale che poi andranno ripiantati. Questi magnifici fiori si possono però anche moltiplicare da seme, ma in questo caso il processo è abbastanza lungo e a volte può richiedere anche più di 5 anni. Per ottenere la moltiplicazione dei bulbi o dei semi in giardino, è importante trovare un terreno adatto e ben drenante. Poiché i gigli amano crogiolarsi sotto i raggi del sole sarebbe utile adottare una tecnica chiamata a “pendio”. Questa permette di risolvere il problema, eliminando l'acqua in eccesso derivata da piogge ed innaffiature sfruttando la pendenza la quale la fa tracimare.

Continua la lettura
45

Un fattore molto importante da tenere in considerazione per ottenere una buona moltiplicazione del giglio è la scelta del luogo in cui esso andrà piantato. Vanno evitate a priori le zone con la presenza di muffa, che potrebbe dar vita alla formazione di pericolose spore fungine che, qualora venissero ssorbite dalla pianta attraverso il terreno, potrebbero farla gravemente ammalare. Il punto preferito da questi fiori è quello in cui possono essere esposti alla luce diretta del sole. Una volta suddivisi i bulbi di giglio ed ottenuta la moltiplicazione desiderata, è importante concimare il terriccio periodicamente avendo l'accortezza di sarchiarlo. Specialmente nel periodo estivo, bisogna procedere ad innaffiature regolari e frequenti utilizzando fertilizzanti liquidi. Sarebbe utile arricchire il terreno con torba sminuzzata per mantenerlo costantemente drenato e permettere ai gigli di crescere rigoglioso.

55

Questi fiori sono molto scenografici e permettono di creare cespugli colorati composti da un unico colore oppure multicolor abbinandone di diverse tonalità uno accanto all'altro. Rallegrano gli angoli cupi del giardino grazie ai raggi del sole che, appoggiandosi sui loro petali, regalano riflessi stupendi. I gigli porteranno una ventata di colore e di allegria nel luogo in cui avete deciso di piantarli.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Far Durare A Lungo I Gigli Recisi

Se si è amanti dei fiori e si vogliono avere delle corrette informazioni sulla loro durata questo tutorial è l'ideale. Infatti, leggendo questa guida si possono avere degli utili consigli su come è possibile far durare a lungo i gigli recisi. Il giglio...
Giardinaggio

Come moltiplicare l'oleandro

Originaria del Mediterraneo e dell'Asia sud-occidentale, la pianta dell'oleandro è un arbusto amante del tepore che fiorisce tutto l'anno. I suoi fiori extra-large, della grandezza che varia dagli otto ai venti centimetri di diametro, e dal colore rosso,...
Giardinaggio

Come Moltiplicare Le Piante Di Oleandro E Fucsia

Siete degli appassionati di piante e fiori e vorreste averne sempre un numero maggiore sulla vostra terrazza? L'idea di spendere tanti soldi non vi aggrada molto e vorreste ricreare queste bellissime piante da voi? Se la risposta a queste domande è si,...
Giardinaggio

Come moltiplicare le piante rampicanti

Coltivare le piante è un compito molto gratificante e lo è ancor di più quando si riesce a riprodurre con successo le proprie piante. Moltiplicare le piante, oltre a regalare numerose soddisfazioni, permette di ottenere un' ampia collezione di specie...
Giardinaggio

Come Moltiplicare La Pianta Di Rosmarino

Il rosmarino, noto anche come Rosmarinus officinalis, sorge nell'area mediterranea, dal livello del mare fino alla zona collinare, ma attualmente anche nella Pianura Padana e nei luoghi sassosi. La pianta di rosmarino è una delle più profumate della...
Giardinaggio

Come moltiplicare le calle

Uno degli hobby più gratificanti in assoluto è senza alcun dubbio il giardinaggio. Occuparsi di piante e fiori è piuttosto rilassante e ci permette di creare un ambiente ricco di profumi e colori nel nostro giardino o sul balcone di casa. Soffermiamoci...
Giardinaggio

Come moltiplicare le rose

I principali metodi di riproduzione agamica delle rose sono le seguenti: la talea, l’innesto e per finire la margotta. Quest'ultimo metodo appena citato, richiede un intervento particolare e di una certa durata sulla pianta da riprodurre, mentre l’innesto...
Giardinaggio

Come moltiplicare l'edera

L'edera è una pianta particolare, infatti, viene anche chiamata pianta rampicante, poiché, grazie alle sue ventose, riesce ad attaccarsi alle pareti, crescendo rigogliosamente. Molto spesso, l'edera, viene utilizzata per rivestire muri o pareti nel...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.