Come moltiplicare l'edera

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'edera è una pianta particolare, infatti, viene anche chiamata pianta rampicante, poiché, grazie alle sue ventose, riesce ad attaccarsi alle pareti, crescendo rigogliosamente. Molto spesso, l'edera, viene utilizzata per rivestire muri o pareti nel nostro giardino. L'edera, è una pianta che ha la capacità di moltiplicarsi, cioè, di farla riprodurre in più luoghi, effettuando adeguate opere di giardinaggio. Occorre soltanto un pochino di pazienza ma, se il lavoro è fatto nel modo giusto, sarà possibile vedere l'edera crescere in altri punti o in altri posti. Di seguito, andremo a vedere come moltiplicare l'edera in modo semplice e veloce.

27

Occorrente

  • Edera
  • Vaso
  • Terra composta con la sabbia
  • Forbici da giardinaggio
37

La riproduzione

Esistono due metodi per consentire la riproduzione dell'edera che vengono chiamate margotta e talea. La talea avviene durante il periodo estivo. Per effettuarla occorre preparare un vaso di piccole dimensioni mescolando della terra composta con la sabbia. Successivamente, con delle forbici da giardinaggio, procediamo a tagliare i rami dell'edera per almeno 10 centimetri. Ne occorrono 3-4 parti da piantare nel vaso per poi procedere in un secondo tempo a piantarla sul terreno per farla crescere. Affinché l'edera possa mantenersi e iniziare a germogliare, è consigliato lasciarla in un luogo umido, non esposta alla luce e magari coperto per evitare il forte calore e l'irraggiamento.

47

La formazione

Il processo di formazione delle piantine dura circa qualche settimana. Intanto bisogna dare dell'acqua in modo tale che il terreno si mantenga umido e successivamente, occorre aggiungere del fertilizzante. Non appena le radici inizieranno a formarsi, si può procedere all'espiantazione dal vaso più piccolo a quello più grande. Per farlo è necessario svolgere sempre un misto di terra composta e sabbia ed eseguire l'operazione di travaso singolarmente.

Continua la lettura
57

Altri metodi

Altra soluzione, è quella di tagliare i rametti fino al raggiungimento del nodo e procedere a disporle all'interno di un recipiente con dell'acqua. Questa soluzione viene adottata nel periodo invernale e richiede la presenza di luce, quindi meglio disporre il recipiente con la pianta vicino ad una fonte di luce. Dopo qualche giorno saranno cresciute le prime radici, quindi possiamo procedere al travaso all'interno di un recipiente con terriccio universale sopra e ghiaia sotto. Ogni due giorni, è necessario versare un po' di acqua in modo tale che, il terreno rimanga umido e lasciare vicino ad una fonte luminosa. Ogni qual volta le radici inizieranno a crescere ed a fuoriuscire dal vaso è necessario spiantare e disporre in un vaso più grande, ripetendo la stessa procedura fatta precedentemente. Ogni quindici giorni è utile gettare un po' di concime.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come potare l'edera rampicante

L'edera rampicante è una pianta sempreverde, usata molto spesso per la decorazione e la copertura di muri divisori, di archi, di balconi, di facciate di palazzi e di pareti esterne. La particolarità dell'edera, consiste nella capacità di crearsi da...
Giardinaggio

Come impedire la crescita dell'edera selvatica

Se in prossimità dei muri di cinta del tuo giardino cresce a dismisura dell'edera selvatica, c'è il rischio che sia tra le coltivazioni floreali soffocandone le radici e nel contempo togliendone la luce. In tal caso puoi intervenire in modo adeguato,...
Giardinaggio

Come Riconoscere Alcune Fra Le Tante Varietà Di Edera

Il genere Hedera fa parte della famiglia delle Araliaceae. A questa pianta si associano miti e leggende. In India, ad esempio, rappresenta il simbolo della concupiscenza. L'edera viene ampiamente impiegata nella cosmesi, in particolare per la riduzione...
Giardinaggio

Come coltivare l'edera

Se siete degli esperti oppure dei semplici appassionato di botanica, questa guida fa al caso vostro. Tratteremo di come coltivare l'edera in vaso. Vi forniremo degli utili consigli che vi permetteranno di ottenere un buon risultato. Potrete collocare...
Giardinaggio

Come coltivare il geranio edera

Il geranio edera è una pianta che normalmente viene coltivata in cesti appesi per formare delle cascate di fiori e fogliame. Questa pianta è così chiamata perché ha delle foglie che assomigliano all'edera, sono abbastanza accattivanti e hanno una...
Giardinaggio

Come eliminare i parassiti dall'edera

Possedere un giardino rigoglioso e pieno di piante è un desiderio comune, di molte persone, ma prendersene cura è piuttosto difficile, soprattutto se si ha una pianta rampicante molto forte come l'edere, che presenta non pochi problemi. Come molte piante...
Giardinaggio

Come coltivare l'edera in vaso

Se siamo degli amanti del verde e ci piacerebbe sistemare il nostro balcone o giardino con delle bellissime piante, ma non abbiamo mai avuto modo di imparare le varie tecniche per riuscire a coltivarle correttamente non dovremo assolutamente preoccuparci....
Giardinaggio

Come moltiplicare le piante rampicanti

Coltivare le piante è un compito molto gratificante e lo è ancor di più quando si riesce a riprodurre con successo le proprie piante. Moltiplicare le piante, oltre a regalare numerose soddisfazioni, permette di ottenere un' ampia collezione di specie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.