Come moltiplicare l'oleandro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Originaria del Mediterraneo e dell'Asia sud-occidentale, la pianta dell'oleandro è un arbusto amante del tepore che fiorisce tutto l'anno. I suoi fiori extra-large, della grandezza che varia dagli otto ai venti centimetri di diametro, e dal colore rosso, bianco o giallo, rendono questa pianta un elemento irrinunciabile del paesaggio del vostro cortile. Se avete preso in considerazione la possibilità di farlo moltiplicare, è necessario cominciare tagliando alcune parti dalla pianta madre. La pianta di oleandro, infatti, produce semi, ma la propagazione per seme solitamente non va a buon fine. Vediamo come moltiplicare l'oleandro.

26

Occorrente

  • Talea di oleandro
36

Essendo una pianta mediterranea per eccellenza, l'oleandro si trova nel territorio italiano e in particolar modo nell'Europa in generale. Adatto alla stagione estiva, abbonda allo stato selvatico. Tenendolo in casa, lo si può lasciare tranquillamente in terrazza o in giardino, badando sempre a non esporla a fonti di calore eccessive. Ha molte varietà, tra cui ricordiamo le foglie di colore verde scuro, dure e resistenti, mentre i I fiori invece sono costituiti da petali lisci in genere di colore rosa, bianco, albicocca o giallo. Essendo una pianta che si adatta perfettamente alla situazione in cui è posta, è certamente possibile trovare l'oleandro anche ha formare siepi robuste, alte addirittura fino a cinque metri.

46

Per moltiplicare un oleandro non dovrete far altro che utilizzare delle talee di rami tagliati, ovviamente in questi periodi dell'anno specifici. Inoltre meglio lasciare le talee in acqua tiepida se vorrete ottenere delle radici con più facilità e rapidità. Ricordate poi di utilizzare le talee che non danno fiori, ovvero quelle posizionate proprio al di sotto del ramo fiorifero, questo perché in tal modo avranno più spazio per aprirsi. Utilizzate talee che abbiamo una lunghezza di dieci o quindici centimetri circa e infine piantatele in una vaso colmo di terra con delle radici di circa tre centimetri.

Continua la lettura
56

Infine, sempre ricollegandoci al discorso della stagione, tenete bene a mente che se utilizzerete talee prelevate all'inizio della primavera potrete ottenere una fioritura del vostro oleandro addirittura lo stesso anno. Come si è visto i passaggi per moltiplicare la pianta dell'oleandro alla fine sono non solo pochissimi, ma addirittura estremamente semplici. Basterà ricordare che tale pianta seppur molto adattabile al territorio e al tempo ha comunque le sue preferenze in riferimento alla temperatura e, alle talee, per quanto riguarda la moltiplicazione. Buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizzate talee che abbiamo una lunghezza di dieci o quindici centimetri circa e infine piantatele in una vaso colmo di terra con delle radici di circa tre centimetri.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come potare un oleandro

L'oleandro è una bellissima pianta molto profumata e colorata. I suoi fiori possono avere di colori che vanno dal bianco candido al rosa, sino al rosso e al ciclamino. Gli oleandri crescono velocemente e necessitano quindi di essere potati spesso per...
Giardinaggio

Cura dell'oleandro: 5 errori comuni da evitare

L'oleandro è una bellissima e fantastica pianta. Essa è conosciuta anche per essere un arbusto sempreverde, cioè per arbusto si intende un vegetale che è simile ad un albero e i propri rami si separano dal tronco principale quando sono posizionati...
Giardinaggio

Come coltivare l'oleandro

L'oleandro rappresenta un arbusto sempreverde dai fiori stupendamente colorati e, anche se la sua origine appare essere asiatica, è pressoché tipico delle aree mediterranee, in cui rallegra giardini e paesaggi con i suoi meravigliosi colori che vantano...
Giardinaggio

Come trattare un oleandro con i parassiti

A chi non piacerebbe svegliarsi la mattina, uscire fuori in balcone e lasciarsi emozionare dalla bellezza e dal profumo dei fiori appena sbocciati. Non a caso, sono sempre di più le persone che rendono realtà questo loro desiderio e abbelliscono la...
Giardinaggio

Come moltiplicare le piante rampicanti

Coltivare le piante è un compito molto gratificante e lo è ancor di più quando si riesce a riprodurre con successo le proprie piante. Moltiplicare le piante, oltre a regalare numerose soddisfazioni, permette di ottenere un' ampia collezione di specie...
Giardinaggio

Come moltiplicare i gigli

Le piante per loro stessa natura amano moltiplicarsi, diventare sempre più grandi, creare semi e diffondersi. I gigli sono, tra i fiori, quelli che si prestano maggiormente alla moltiplicazione tramite bulbo o da seme. Se leggerai questa guida ti spiegherò...
Giardinaggio

Come Moltiplicare La Pianta Di Rosmarino

Il rosmarino, noto anche come Rosmarinus officinalis, sorge nell'area mediterranea, dal livello del mare fino alla zona collinare, ma attualmente anche nella Pianura Padana e nei luoghi sassosi. La pianta di rosmarino è una delle più profumate della...
Giardinaggio

Come moltiplicare le calle

Uno degli hobby più gratificanti in assoluto è senza alcun dubbio il giardinaggio. Occuparsi di piante e fiori è piuttosto rilassante e ci permette di creare un ambiente ricco di profumi e colori nel nostro giardino o sul balcone di casa. Soffermiamoci...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.