Come moltiplicare le calle

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Uno degli hobby più gratificanti in assoluto è senza alcun dubbio il giardinaggio. Occuparsi di piante e fiori è piuttosto rilassante e ci permette di creare un ambiente ricco di profumi e colori nel nostro giardino o sul balcone di casa. Soffermiamoci sul procedimento che occorre seguire per la riproduzione di un fiore. Le calle, ad esempio, sono dei fiori molti belli che possono abbellire qualunque tipo di esterno. Esse appartengono alle aracnee e presentano degli elementi che si chiamano tuberi (o rizomi). Si tratta inoltre di piante perenni e sempreverdi, con foglie lanceolate e fiori provvisti di un lungo gambo. Attraverso questa semplice guida, articolata in brevissimi ed efficaci passaggi, scopriremo come moltiplicare le calle.

27

Occorrente

  • Calle colorate o bianche
  • Terra
  • Vasi
  • Molta attenzione
37

Moltiplicare le calle con la divisione dei bulbi o mediante semina

Tutte le calle si possono moltiplicare seguendo due strade differenti. Un modo piuttosto efficace da utilizzare è quello della divisione dei blubi. In alternativa, possiamo optare per la semina. Entrambe le tecniche sono molto affidabili, ma la più redditizia è sicuramente la prima. La divisone dei bulbi si deve eseguire almeno ogni anno, in modo tale da rigenerare delle piante nuove con una erta regolarità. Il periodo più adatto per procedere è dopo la fioritura, vale a dire da novembre a febbraio. Un altro buon motivo per ricreare piante nuove dai bulbi sta nel fatto che il bulbo delle calle cresce molto e sprofonda nel terreno. In questo modo la pianta rischia di marcire, quindi meglio se procediamo con la moltiplicazione.

47

Dividere i bulbi, farli seccare e piantarli in un vaso con terra umida e humus

Per effettuare una divisione dei bulbi, dobbiamo estrarre molto delicatamente questi ultimi. Aiutiamoci con un coltello per dividerli in vari pezzi, in base al numero di piante nuove che intendiamo far rinascere. Conserviamo i rizomi su un foglio di carta assorbente per circa due giorni, così le parti recise si seccheranno. Dopo le 48 ore, piantiamoli in un vaso con una manciata di terra morbida. Creiamo poi delle buche abbastanza profonde per inserirvi i rizomi e ricopriamoli con un ampio strato di terra di circa 10 cm. Ora innaffiamo e lasciamo i vasi lontano dal sole. La terra dovrà mantenersi sempre umida, possibilmente con uno strato superficiale di humus.

Continua la lettura
57

Moltiplicare le calle estraendo i semi dallo spadice e seminandoli nella terra

Se abbiamo scelto di moltiplicare le calle tramite semina, dovremo semplicemente estrarre i semi dallo spadice. IIl fiore della calla produce e matura, al suo interno, dei semi. Se li estraiamo, la pianta non si danneggia ma ci avvaliamo di una tecnica piuttosto lenta. Quando i semi saranno maturi, assumeranno una colorazione marrone. A quel punto potremo seminarli in una terra ricca e ben drenata, fino non germogliano. Nel frattempo cerchiamo di proteggerli in luogo caldo e all'ombra. Otterremo così delle bellissime piante che cresceranno nel giro di qualche mese, raggiungendo le dimensioni della pianta madre.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il periodo più adatto per procedere è dopo la loro fioritura, e in un lasso di tempo che va da novembre a febbraio.
  • Proteggiamo i vasi dal sole per permettere alle calle di crescere correttamente.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare le calle

La calla detta anche "giglio del Nilo" o " donna in camicia", trae la sua denominazione dal greco "kalos", ossia "bello": infatti si tratta davvero di un bellissimo fiore di grandi dimensioni, ornamentale e decorativo. Pur essendo di origine africana...
Giardinaggio

Come moltiplicare l'oleandro

Originaria del Mediterraneo e dell'Asia sud-occidentale, la pianta dell'oleandro è un arbusto amante del tepore che fiorisce tutto l'anno. I suoi fiori extra-large, della grandezza che varia dagli otto ai venti centimetri di diametro, e dal colore rosso,...
Giardinaggio

Come piantare i bulbi di calle

Le calle provengono dal Sudafrica e sono piante parecchio eleganti ed attraenti. Esse rendono molto preziosi i giardini e balconi di tutti gli italiani. Inoltre sono anche tanto apprezzate e ricercate anche per la loro facilità nella coltivazione. Potranno...
Giardinaggio

Come Moltiplicare Le Piante Di Oleandro E Fucsia

Siete degli appassionati di piante e fiori e vorreste averne sempre un numero maggiore sulla vostra terrazza? L'idea di spendere tanti soldi non vi aggrada molto e vorreste ricreare queste bellissime piante da voi? Se la risposta a queste domande è si,...
Giardinaggio

Come moltiplicare le piante rampicanti

Coltivare le piante è un compito molto gratificante e lo è ancor di più quando si riesce a riprodurre con successo le proprie piante. Moltiplicare le piante, oltre a regalare numerose soddisfazioni, permette di ottenere un' ampia collezione di specie...
Giardinaggio

Come moltiplicare i gigli

Le piante per loro stessa natura amano moltiplicarsi, diventare sempre più grandi, creare semi e diffondersi. I gigli sono, tra i fiori, quelli che si prestano maggiormente alla moltiplicazione tramite bulbo o da seme. Se leggerai questa guida ti spiegherò...
Giardinaggio

Come Moltiplicare La Pianta Di Rosmarino

Il rosmarino, noto anche come Rosmarinus officinalis, sorge nell'area mediterranea, dal livello del mare fino alla zona collinare, ma attualmente anche nella Pianura Padana e nei luoghi sassosi. La pianta di rosmarino è una delle più profumate della...
Giardinaggio

Come moltiplicare le rose

I principali metodi di riproduzione agamica delle rose sono le seguenti: la talea, l’innesto e per finire la margotta. Quest'ultimo metodo appena citato, richiede un intervento particolare e di una certa durata sulla pianta da riprodurre, mentre l’innesto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.