Come moltiplicare le piante rampicanti

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Coltivare le piante è un compito molto gratificante e lo è ancor di più quando si riesce a riprodurre con successo le proprie piante. Moltiplicare le piante, oltre a regalare numerose soddisfazioni, permette di ottenere un' ampia collezione di specie senza spendere un capitale. Tra le piante più diffuse ci sono, senza dubbio, quelle rampicanti. Si tratta di piante con fusti lunghi e flessibili che si servono di sostegni naturali e non per sopravvivere raggiungendo postazioni luminose e ben soleggiate. Se anche voi avete il pollice verde e volete riprodurre i vostri rampicanti ma non sapete come fare, non disperate. Vediamo insieme come moltiplicare le piante rampicanti.

27

Occorrente

  • coltellino con la punta
  • fil di ferro
37

La tecnica più adatta per riprodurre in modo semplice le piante rampicanti è la propaggine, tecnica che può essere applicata anche ai piccoli arbusti. La propaggine consiste nel curvare ed interrare un ramo lungo e flessibile, per poi separarlo dalla pianta una volta che ha messo radici. Come prima cosa incidete in senso longitudinale il tratto di ramo da ricoprire di terra con un taglio di quattro o cinque centimetri, che deve scalfire la corteccia e, parzialmente, anche il legno. Inserite nel taglio uno stecchino, perché non si richiuda. Piegate verso il basso il ramo da cui volete ottenere la nuova pianta. Fissatelo nella terra dell'aiuola in cui è presente la pianta madre usando delle forcelle di metallo.

47

Interrate parzialmente il ramo, ben fissato al terreno, per circa quindi o venti centimetri di lunghezza. Lasciate la punta del ramo all'esterno in modo che continuerà a vegetare e fiorire. Mantenete sempre umido il tratto di terra che accoglie il rametto incurvato. Il tempo di formazione della propaggine varia da pianta a pianta, ma anche in base al tipo di terreno e al clima: possono servire da quindici giorni a qualche mese. Trascorso il tempo necessario, potrete scavare leggermente intorno al ramo interrato. Lo scopo sarà quello di controllare a che punto sono le radici. Vi accorgerete, comunque, che la propaggine è pronta grazie alla presenza di vegetazione in corrispondenza del ramo interrato.

Continua la lettura
57

Procedete successivamente al distacco della propaggine con una taglio netto, se le nuove radici appaiono abbastanza sviluppate. Tagliate il più vicino possibile alla massa delle nuove radici. I rampicanti possono essere riprodotti anche attraverso talea. Si tratta di una tecnica molto diffusa con cui si ottengono piantine nuove partendo da parti di piante madri. In questo caso non dovete far altro che mettere a radicare in acqua o terreno porzioni di rami che non tarderanno a rigenerare le parti mancanti dando vita ad una piantina nuova con caratteristiche genetiche identiche a quella madre.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come scegliere le piante rampicanti per il terrazzo

Avete la fortuna di possedere un appartamento caratterizzato dalla presenza di un terrazzo? State pensando di renderlo più splendido con alcune piante rampicanti? La prima caratteristica da valutare con estrema attenzione riguarda lo spazio che sia ha...
Giardinaggio

Come e quando potare le piante rampicanti

Le piante rampicanti sono piante molto decorative che, nei nostri giardini, crescono in verticale sulle recinzioni perimetriche, svolgendo una duplice azione: di abbellimento per l'ambiente della nostra abitazione e di schermo, a protezione dagli sguardi...
Giardinaggio

10 piante rampicanti perfette per il giardino

Che bello passeggiare d'estate sul lungomare o in qualche stradina di un vecchio borgo medievale. Quello che più ci colpisce sono quei bei balconcini, terrazzi o giardini ricchi di colori e di piante sempreverdi che ci fanno quasi invidiare chi vive...
Giardinaggio

Come piantare i bulbi di gladiolo e le piante rampicanti di clematide

Il gladiolo è un fiore longilineo, elegantissimo, splendido: è adatto ai grandi vasi ma in un giardino è difficile trovargli una collocazione, tranne che per alcune specie che costituiscono un'eccezione. Nel campo della floricoltura, il gladiolo ha...
Giardinaggio

Come Moltiplicare Le Piante Di Oleandro E Fucsia

Siete degli appassionati di piante e fiori e vorreste averne sempre un numero maggiore sulla vostra terrazza? L'idea di spendere tanti soldi non vi aggrada molto e vorreste ricreare queste bellissime piante da voi? Se la risposta a queste domande è si,...
Giardinaggio

5 piante rampicanti adatte al pergolato

Un pergolato si può ottenere rivestendolo di varie specie di piante rampicanti; infatti, è importante sapere che la natura ne regala tante adatte a questo scopo, e tutte di particolare bellezza, indipendentemente se da fiore o soltanto con foglie. A...
Giardinaggio

10 piante rampicanti che fioriscono

Se abbiamo un ampio terrazzo oppure un giardino con dei muri di cinta abbastanza alti, possiamo optare per delle piante rampicanti da fiore. La natura infatti ce ne regala un bel po', tutte particolarmente decorative e soprattutto di svariati colori....
Giardinaggio

Come moltiplicare le piante con le talee di foglia

Volete un giardino molto più ampio o una balconata più ricca delle vostre piante preferite? Il giardinaggio richiede tempo, fatica e molta pazienza, curare ogni pianta è sinonimo di impegno ed attenzione, esiste però un metodo molto semplice e soprattutto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.