Come moltiplicare le rose più belle con il metodo della talea di ramo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se desiderate avere delle rose come quelle che già possedete nel vostro giardino, o magari come quelle presenti nel giardino del vicino, potrete riprodurre le piante con una spesa minima. Uno dei metodi più utilizzati per moltiplicare le rose più belle è quello della talea di ramo, una delle tecniche più semplici ed efficaci per la propagazione agamica che, prendendo una parte di un esemplare, permette di avere un nuovo soggetto con gli stessi caratteri della pianta da cui deriva. Vediamo quindi come moltiplicare le rose più belle con il metodo della talea di ramo.

26

Occorrente

  • Cesoie
  • Polvere ormonale radicante
  • Vaso
  • Terriccio universale
  • Sabbia di fiume
  • Guanti da giardiniere
36

La scelta del ramo

Il periodo migliore per effettuare l'operazione in questione è la primavera o l'estate, in quanto la pianta è in piena fase di crescita. Cercate di utilizzare rami che non hanno fiori e di raccogliere il materiale durante le prime ore della giornata, piantandolo in breve tempo. Se lo ritenete necessario eliminate qualche bocciolo. Per prima cosa scegliete una rosa con un ramo che abbia portato almeno un fiore e che abbia uno stelo di media grandezza che non sia soggetto a parassiti o a malattie fungine. A questo punto, con un paio di cesoie tagliate la parte inferiore dello stelo per una lunghezza di circa quaranta centimetri.

46

La divisione

Sempre indossando i guanti eliminate la punta del ramo, sia che abbia un fiore appassito sia che ne sia priva. Eliminate tutte le foglie, lasciandone però alcune alla base del ramo. Fate molta attenzione a non danneggiare le gemme. Dividete il ramo in più parti della lunghezza di circa dieci centimetri: così facendo otterrete da ogni ramo circa due o tre talee. Mettete i primi due centimetri di una delle due estremità delle talee nella polvere ormonale radicante, in modo da favorire la radicazione.

Continua la lettura
56

La custodia delle talee

Affondate le talee in un vaso o nella parte di giardino che preferite con un composto formato da un terzo di sabbia, un terzo di torba e un terzo di terra da giardino, interrandole ad una profondità di circe due o tre centimetri. Innaffiate moderatamente, in modo da non far asciugare mai il composto, dopodiché coprite con un telo di plastica trasparente, ma attenzione: le talee andranno custodite in un luogo luminoso, ma all'interno del quale non entri la luce solare diretta. Ricordatevi inoltre di fare in modo che la temperatura rimanga compresa fra i quattordici e ventidue gradi. Le prime gemme dovrebbero comparire nel giro di trenta giorni. Dopo cinquanta o sessanta giorni, quando le radici si saranno formate, potrete piantare le nuove piantine in singoli vasi dal diametro di quattordici centimetri. L'autunno o la primavera successiva potrete metterle a dimora dove più vi aggrada.  

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Mettete i primi due centimetri di una delle due estremità delle talee nella polvere ormonale radicante, così da favorire la radicazione.
  • Nel caso in cui non foste particolarmente pratici nel giardinaggio e non disponiate del cosiddetto "pollice verde", rivolgetevi ad una persona con più esperienza di voi o al vostro fioraio di fiducia per chiedere ulteriori consigli sui problemi legati alla salvaguardia delle vostre piante.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come moltiplicare i geranei

Se si vuole provare a riempire un giardino o un balcone di colorati gerani, senza necessariamente comprare molte piante, o seminarle e aspettare che crescano, si può procedere possedendo un'unica pianta e realizzando una talea. In questa guida si potrà...
Giardinaggio

Come preparare le talee semilegnose

Quando abbiamo un impianto floreale in un giardino, ed intendiamo riprodurre qualche esemplare a cui teniamo in modo particolare, possiamo adottare la cosiddetta tecnica per "talea". Si tratta di un metodo che consente di moltiplicare una pianta prelevando...
Giardinaggio

Come moltiplicare le rose

I principali metodi di riproduzione agamica delle rose sono le seguenti: la talea, l’innesto e per finire la margotta. Quest'ultimo metodo appena citato, richiede un intervento particolare e di una certa durata sulla pianta da riprodurre, mentre l’innesto...
Giardinaggio

Come moltiplicare il ficus benjamina per talea

Il Ficus Benjamin è una pianta tipica dei paesi con clima tropicale; esso ha assunto carattere ornamentale negli appartamenti attraverso la coltivazione in vaso. È una pianta sempreverde che non ama la luce diretta; sviluppa una folta chioma che ha...
Giardinaggio

Come riprodurre le piante grasse

Le succulente, o piante grasse come sono comunemente conosciute, sono note per avere la possibilità di conservare l'acqua che assorbono per usarla nei periodi di siccità. Per questo motivo sono molto amate da chi non ha molto tempo da dedicare alle...
Giardinaggio

Come preparare le talee legnose

La talea è un particolare metodo di riproduzione delle piante, in quanto, sono dotate di ottime capacità riproduttive. Questo metodo comporta l’utilizzo di un fusto, di un ramo, di una radice o anche solo di una foglia e, il procedimento, avviene...
Giardinaggio

Come moltiplicare le piante rampicanti

Coltivare le piante è un compito molto gratificante e lo è ancor di più quando si riesce a riprodurre con successo le proprie piante. Moltiplicare le piante, oltre a regalare numerose soddisfazioni, permette di ottenere un' ampia collezione di specie...
Giardinaggio

Come moltiplicare una camelia

Splendida pianta da fiore, la Camelia è fonte di ispirazione culturale e letteraria. Appartiene alla famiglia delle Theaceae e comprende oltre ottanta specie. Se il vostro desiderio è moltiplicare una Camelia per poterne disporre in quantità maggiore,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.