Come neutralizzare l'odore di aglio

Tramite: O2O 24/05/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'aglio rappresenta il principale condimento utilizzato nella cucina italiana ed in particolare in quella mediterranea. Oltre ad insaporire e accompagnare le pietanze con il suo tipico gusto, è dotato di numerose proprietà benefiche; non a caso infatti, viene utilizzato a scopo terapeutico contro ipertensione, influenza e raffreddore, tumori e infezioni. Unico inconveniente: il caratteristico odore che rimane poi impresso, per diverse ore, nell'alito di chi lo ha consumato e nei polpastrelli di chi lo ha maneggiato in cucina. Nella seguente guida vi daremo dei suggerimenti su come neutralizzarne gli odori dell'aglio.

25

Bere latte

Il sistema migliore per evitare un eccessivo accumulo del gas AMS nei polmoni, causa principale dell'alitosi dovuta al consumo di aglio, sembrerebbe essere, come dimostrato da uno studio condotto sull'argomento nel 2010 dalla Ohio State University, la semplice ingestione di una tazza di latte. Questo accorgimento porta ad una riduzione dell'assorbimento del gas di circa il 50%. Lo studio suggerisce di bere all'incirca 200ml di latte, meglio se intero, rigorosamente durante il pasto e non successivamente per poterne massimizzare il risultato. Si tratta di uno dei migliori accorgimenti volti a neutralizzare l'odore di aglio, in maniera efficace.

35

Lavare la bocca con menta, limone, prezzemolo o timo

La cosa più semplice da fare, e anche la più intuitiva, è quella di lavare i denti dopo aver mangiato aglio, avendo cura di utilizzare anche un collutorio ed eventualmente un netta-lingua. In aggiunta è possibile ricorrere a sistemi 'casalinghi, come masticare qualche foglietta di prezzemolo o menta, succhiare alcuni chicchi di caffè, bere un infuso di camomilla, rosmarino o timo. Anche sciacquare la bocca con acqua e succo di limone è un'ottima soluzione. Infine il the verde, ricco di polifenoli, può farci correre ai ripari. Una valida alternativa a questi, può essere l'utilizzo di un comune spray per rinfrescare l'alito o una mentina.

Continua la lettura
45

Immergere le mani nel succo di agrumi

L'alito però non è l'unico problema! Se oltre a mangiarlo, lo tagliate per cucinarlo, anche le dita avranno quel cattivo odore inconfondibile. Per ovviare al problema, appena finito di maneggiarlo, sarà opportuno lavarsi più volte le mani con un sapone ben profumato. Se non dovesse essere sufficiente, provate a immergere le dita in un po' di succo di agrumi, in maggioranza composto da limone che si sa, in questi casi risulta essere un buon alleato. Dopo qualche minuto, si consiglia di lavare nuovamente le mani con acqua e sapone.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come eliminare il cattivo odore dalle scarpe

Molto spesso capita che il cattivo odore possa impregnare le vostre scarpe preferite, dopo di che diventa un cruccio e ci si comincia ad interrogarsi su come eliminare questo cattivo odore, al quanto fastidioso. Di solito capita con le scarpe da ginnastica...
Casa

Come togliere l'odore della laccatura dai mobili nuovi

Nonostante a qualcuno piaccia, l'odore rilasciato da un mobile appena acquistato può rivelarsi fastidioso. Soprattutto se si trova in ambienti della casa molto frequentati. Per fortuna, esistono degli espedienti per togliere l'odore della laccatura dai...
Casa

Come togliere l'odore di fritto dalla tua casa in modo ecologico

La cucina di casa, come si sa, è un luogo molto vissuto e per alcuni una vera e propria passione.Si inventa, si sperimenta e... Si frigge!Uno dei disagi più frequenti è che dopo averlo fatto la casa si impregna di odore di fritto che persiste nonostante...
Casa

Come eliminare l'odore di fumo dai vestiti

L'odore del fumo come ben sappiamo generalmente si diffonde inesorabilmente nell'ambiente in cui si fuma e, si attacca ai vestiti di chi fuma e di chi vi sta accanto. L'odore o puzza del fumo persiste se non facciamo arieggiare la stanza o il locale a...
Casa

10 consigli per togliere l'odore di pittura da una stanza

Avete appena pitturato casa ma un forte odore di vernice invade ogni stanza rendendo gli ambienti nauseanti. L'aria che respirate, oltre ad essere ipoteticamente nociva (dipende dalla tipologia della pittura. Non tutte le marche producono vernici tossiche)...
Casa

Come togliere l'odore di vernice dai mobili nuovi

Quanti di voi, appena sposati o nel momento di andare a convivere, siete andati ad abitare in una casa nuova di zecca, arredata di tutto punto con i vostri gusti e con mobili nuovissimi? Sicuramente un piacere per gli occhi! Ma per il naso? Spesso l'odore...
Casa

Come eliminare il cattivo odore dalle tubature

Per evitare di arrivare al punto di subire cattivi odori e varie otturazioni nei tubi, è opportuno controllare periodicamente il funzionamento degli scarichi delle tubature, chi sia il lavello o il lavabo.Pulire spesso e igienizzare il sifone è il solo...
Casa

Consigli per allontanare le cimici da casa

In particolari periodi dell'anno ci ritroviamo a fare i conti con le cimici che invadono la nostra casa. Questo accade perché, nei periodi freddi, cercano riparo e calore. Questi particolari insetti di per se, non sono pericolosi per l'essere umano ma...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.