Come non far stingere i capi colorati

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La lavatrice, da sempre, è il primo alleato delle massaie: la sua introduzione ha sgravato tutte dall'impegno quotidiano di lavare a mano, per ore e ore. Per usarla al meglio occorre, però, destreggiarsi tra alcune indicazioni, le quali consentono di ottenere il meglio dall'elettrodomestico e dai tessuti! I colorati sono i capi che mettono in maggiore difficoltà, soprattutto quando si tratta di detergerli per la prima volta. Quando si ha un capo nuovo e colorato, sorgono una miriade di dubbi e di timori. Niente paura: esistono dei sistemi casalinghi per fissare il colore, eliminando alla radice la perdita della tinta. Ecco come non far stingere i capi colorati.

27

Occorrente

  • aceto bianco
  • una bacinella
  • acqua
  • sale grosso
  • acido borico
  • foglietti salva colori
  • lavatrice
  • detersivi
37

Lavare i capi nuovi singolarmente

Attenzione all'abbigliamento nuovo: le fibre fresche tendono a rilasciare maggiormente la tinta. È indispensabile un po' di attenzione in più, rispetto al ciclo usuale. Il discorso vale, in modo particolare, per le magliette di cotone: quando vengono lavate, inevitabilmente, perdono un po' di colorazione con il pericolo di macchiare l'altra biancheria. La prima cura è quella di lavare singolarmente, separando non solo il nuovo dal vecchio, ma lasciando il nuovo articolo a girare in lavatrice in completa solitudine: l'effetto "perdita di colore" si estingue naturalmente con l'uso dei vestiti perché le fibre induriscono e rilasciano meno le sfumature cromatiche.

47

Immergere i capi colorati in acqua e aceto

È possibile, inoltre, coccolare l'abbigliamento, ma anche la biancheria per la casa ed il bagno con un'azione mirata, a mano, precedente il lavaggio in lavatrice. Essa consiste nel mettere in una bacinella o in un tino (in base alle dimensioni del capo), capiente quanto basta per contenere esattamente tutto il tessuto, versare circa un po' d'aceto di vino bianco, aggiungere acqua a temperatura ambiente e lasciare in ammollo, per circa due/tre ore. Trascorso il tempo necessario, detergere i capi con il detersivo che solitamente s'impiega per il lavaggio a mano.

Continua la lettura
57

Immergere in acqua fredda e sale pre-lavaggio

Un trattamento alternativo pre-lavaggio è quello di porre in ammollo i vestiti in acqua fredda e sale grosso: è il rimedio infallibile delle nonne! In questo caso, il tempo di riposo in acqua si riduce a trenta minuti, l'acqua non deve essere troppo dura nè calcarea. Meglio se s'inserisce in acqua la biancheria al rovescio, quindi, strizzare delicatamente e procedere al normale lavaggio. La temperatura dell'acqua nel cestello non deve superare mai i 30 gradi (i capi vengono ugualmente puliti), no alla centrifuga che uccide i colori e consuma anche l'abbigliamento di qualità superiore. Un'ulteriore accortezza è quella di lavare sempre i vestiti colorati separati per colori simili, facendo attenzione anche alla tipologia di tessuto: il cotone va con il cotone colorato, analogo discorso per i sintetici e per la lana.

67

Utilizzare l'acido borico

Anche l'acido borico, acquistabile in farmacia o al supermercato, può aiutare a non far stingere i tessuti colorati. Rientra nei trattamenti pre-lavaggio e per utilizzarlo si può procedere come con il sale grosso: in tal caso la dose di acido è di un cucchiaino a bacinella (capienza: 2 litri) ed i tempi d'ammollo gravitano sui 15 minuti. Attenzione a quando si maneggia la polvere d'acido borico: è tossica e potrebbe danneggiare l'epidermide, indossare sempre i guanti di plastica o di lattice, una mascherina per non inalare i gas, specie se siete in dolce attesa. Per una soluzione rapida, ma a costi superiori, si possono reperire anche i famosi (e pubblicizzati) foglietti "acchiappa-colori" o "salva-colori". Un ultimo consiglio è quello di leggere sempre le istruzioni! Consultare le etichette che, non per l'estetica o per un dettaglio, sono allegate al colletto o all'interno della vostra maglietta o pantaloni. I simboli guideranno nella corretta temperatura dell'acqua, nella sua gradazione e modulazione di trattamento.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non lavare mai i capi colorati con acqua calda
  • Se è possibile stendere all'ombra
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come rimuovere macchie di pennarello dai capi delicati

Avendo dei figli piccoli spesso ci si deve scontrare con macchie di pennarello su capi anche delicati. Comunque questo problema non riguarda soltanto i bambini ma anche noi adulti; infatti, magari per distrazione ci ritroviamo con una bella traccia di...
Casa

Come pulire pellicce e capi in pelle

Quando finisce la stagione fredda vengono riposti negli armadi o nei soppalchi tutti gli indumenti pesanti, come per esempio i capi in pelle e le pellicce, ma spesso accade che quando li andiamo a riprendere li ritroviamo rovinati o sporchi. Sapete in...
Casa

Come lavare i vostri capi di lana

Quando si ha a che fare con il lavaggio dei capi di lana non bisogna pensare sia semplice o normale farlo, infatti, il processo di lavaggio di questi tessuti è diverso rispetto agli altri, ed un errato lavaggio può causarne il rovinamento. Dunque, in...
Casa

Come lavare i panni bianchi

Spesso l'idea di dover lavare dei panni bianchi ci preoccupa in quanto i capi chiari, ed in particolare quelli bianchi, sono molto facili da rovinare e da macchiare durante il lavaggio e si rischia di renderli inutilizzabili. Proprio per questo di seguito...
Casa

10 regole per stendere il bucato

Quando facciamo il bucato è importante non solo attenersi al metodo di lavaggio, che va fatto accuratamente per ogni tipo di indumento, ma è fondamentale anche la fase finale, cioè come stendere i panni per farli asciugare ed evitare che si possano...
Casa

Come stirare i tessuti misti di poliestere e cotone

Molti degli indumenti che portiamo ogni giorno, dalle camicie ai pantaloni, ai vestiti, o anche i tessuti presenti nelle nostre case, come biancheria, tendaggi e tappezzerie, sono spesso composti da un misto di poliestere cotone; il cotone da' freschezza...
Casa

Come disinfettare materassi e cuscini

Quando si entra in contatto con tessuti nuovi o di dubbia provenienza, la loro igienizzazione risulta indispensabile. All'interno degli esercizi commerciali, infatti, capi d'abbigliamento, tendaggi, coperte, divani vengono toccati o provati da numerose...
Casa

Come lavare un abito di chiffon

Se non si tratta una fibra tessile conosciuta come il cotone, scatta la ricerca dell'etichetta e di qualche suggerimento per detergere il capo senza rovinarlo. Se poi si tratta di chiffon l'operazione di lavaggio si complica. Come lavare un abito fatto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.